Mangiafumo Nolina

La Mangiafumo detta comunemente Piede d’elefante o Nolina, Beaucarnea recurvata, è una pianta ornamentale d’appartamento allevata in casa anche per combattere l’inquinamento domestico.

Nolina

Caratteristiche generali della Nolina o pianta mangiafumo

La Nolina è una pianta succulenta sempreverde originaria dell’America meridionale.

Mangiafumo

Coltivata in vaso la pianta, generalmente, non supera il metro di altezza mentre nei luoghi di origine e nelle regioni caratterizzate da un clima mediterraneo, soprattutto nelle isole, raggiunge anche i 2 metri.

Mangiafumo-fusto

Il suo fusto legnoso è inconfondibile perchè somiglia ad un grosso fiasco, infatti, presenta un rigonfiamento bitorzoluto alla base e un lungo collo di bottiglia eretto verso l’alto.

Il tronco rappresenta per la pianta una grande riserva d’acqua e per questo motivo va innaffiata solo quando il terreno è asciutto da diversi giorni.

Nolina-fusto

Le foglie, coriacee, verdi e lunghe circa 30 cm, si diramano dal fusto come tanti nastri sottili leggermente arricciati alle punte.

Mangiafumo-Nolina-foglie

Il più delle volte sono raggruppate a formare dei bellissimi e folti ciuffi.

Nolina-mangiafumo-coltivazione

Coltivazione Nolina pianta mangiafumo

Esposizione: è una pianta che ama i luoghi luminosi ma non i raggi diretti del sole. Ama il clima mite e teme le correnti d’aria fredda.

Terreno: predilige terreni torbosi e ben drenati.

Annaffiature: non necessita di grandi quantità di acqua e va annaffiata saltuariamente e solo quando il substrato è completamente asciutto.

Concimazione: ogni 2 – 3 settimane somministrare del concime specifico per cactacee.

Nolina-sempreverde

Moltiplicazione Nolina

La pianta si  riproduce per divisione dei cespi laterali e per seme tra febbraio – marzo.

rinvaso

Rinvaso pianta mangiafumo

Il  rinvaso si effettua ogni 2 anni utilizzando un contenitore di terracotta di qualche centimetro più grande del precedente.

Cocciniglia-fioccosa


Hai problemi con le piante? Iscriviti al gruppo

Malattie e Parassiti

La pianta pur essendo abbastanza resistente alle malattie fungine teme il marciume radicale causato dai ristagni idrici nel sottovaso o dal terreno non ben drenato.

Tra tra i parassiti animali teme la cocciniglia che come nelle altre piante ornamentali si manifesta con ammassi biancastri e polverosi nell’attaccatura delle foglie al fusto.

Mangiafumo-Nolina

Cure

La pianta mangiafumo non richiede particolari cure se non il riparo dalle correnti d’aria e una periodica pulizia delle foglie con uno straccio umido.

La nolina è velenosa?

Non è una pianta tossica o velenosa per cani e gatti.

Galleria foto Nolina – Mangiafumo

Laura Bennet
  • Laureata in scienze biologiche
  • Insegnante di ruolo
  • Autore specializzato in Botanica, Biologia e Cucina
Suggerisci una modifica