Mahonia coltivazione Maonia


mahonia-aquilifolium

La Mahonia comunemente chiamata Maonia o uva dell’Oregon, è una pianta ornamentale coltivata in giardino e in vaso per la bellezza dei suoi splendidi fiori, per la sua lucente chioma e per la produzione di bacche nerastre simili ad acini d’uva.

Maonia-fiori


Caratteristiche generali della Mahonia

La Mahonia è una pianta della famiglia delle Berberidaceae originaria dell’America che deve il suo nome all’orticoltore statunitense Mc-Mahon.

Questa bellissima pianta è un arbusto sempreverde provvisto di un robusto apparato radicale di tipo rizomatoso che genera una fitta chioma.

Il cespuglio che può raggiungere anche altezze superiori ai 1,5 metri, è composto da steli singoli ed eretti ricoperti da bellissime foglie sempreverdi di colore verde scuro.

mahonie-maonie

Le foglie composte e imparipennate sono formate da circa 10 – 15 piccole foglie lucide e coriacee provviste di spine. In autunno le foglie assumono un colore ramato.

I fiori profumati e di colore giallo carico sono riuniti in lunghe infiorescenze a pannocchie che partono spuntano in cima ai rami e tra i nodi degli steli e le foglie.

mahonia-aquilifolium-maonia

Fioritura: la fioritura avviene in primavera, in estate o all’inizio dell’autunno.

I frutti sono piccole bacche pruinose di colore blu, nero  o rosse (a seconda della specie) persistono sulla pianta dalla primavera all’autunno inoltrato.

uva-oregon-mahonia-maonia-frutta

Varietà

Tra le 70 specie incluse nel genere e tutte appartenenti alla famiglia delle Berberidacee, la più conosciuta e la più decorativa è la Mahonia aquifolium o “uva dell’Oregon” con fiori gialli.

In alcune varietà i suoi frutti bluastri sono commestibili e vengono raccolti ed utilizzati per la preparazione di marmellate, vino e liquori (grappe).

E’ comunque bene non abusarne per via della presenza di alcaloidi. (vedere proprietà ed usi della maonia)

uva-oregon-mahonia-maonia-frutti

Coltivazione della Maonia

Esposizione: la Maonia ama il luoghi luminosi e soleggiati nelle zone a clima freddo; preferisce le posizioni semiombrose nelle zone estati molto calde.

Terreno:  predilige terreno acido, fresco e ben drenato, meglio se mescolato a ¼ di sabbia.

Annaffiature: è una pianta che si accontenta delle acque piovane ma durante i periodi di prolungata siccità va regolarmente annaffiata.

Concime-granulare

Concimazione: in autunno somministrare ai piedi delle piante del concime organico granulare a lenta cessione. Dalla primavera in poi concimare con fertilizzanti liquidi per piante da fiore diluito nell’acqua delle annaffiature.

uva-oregon-mahonia-maonia

Moltiplicazione della Maonia

La Mahonia si moltiplica per seme, per talea oppure per divisione dei cespi in ottobre. La propagazione per seme avviene anche spontaneamente per autosemina dei frutti maturi che cadono sul terreno.

La semina in cassone va effettuata in semenzaio o in cassone nel mese di agosto. La moltiplicazione per talea di rami o di polloni si effettua in luglio.

uva-oregon-mahonia-aquilifolium-maonia

Potatura della maonia

Tra aprile e maggio potare la Maonia per armonizzare la chioma e anche per favorire il formarsi di fiori e quindi di frutti.

Mahoinia-impianto

Impianto

L’impianto delle piante con almeno due anni di vita si esegue in autunno e in primavera. Le buche che dovranno accoglierle devono avere dimensioni doppie dei vasi sia in larghezza sia in profondità.

maonia-foto

Malattie e parassiti

Tra i le malattie fungine la Maonia teme la ruggine, l’oidio (mal bianco) e la fumaggine.

foto-mosca-bianca-aleurodide

Tra i parassiti animali soffre in particolare modo gli attacchi delle larve della mosca bianca.

uva-oregon-mahonia-maonia-fiori

Cure

Pacciamatura con aghi di pino per mantenere il giusto grado di acidità del terreno.

Trattamenti preventivi antifungini e antiparassitari con prodotti specifici e ad ampio spettro.

Galleria foto della maonia

LauraB
  • Redattore specializzato in Casa e Giardinaggio
  • Scrittore e Blogger
Google News
Il meglio di Casaegiardino.it

Ricevi gratuitamente la newsletter con le migliori guide ed articoli esclusivi.

Commenti: Vedi tutto

  • Silvestri Pietro - - Rispondi

    Mi hanno detto che i frutti di Mahonia si mangiano, vorrei sapere se è vero, ma credo che se si fanno le marmellate devono essere buoni. Grazie

  • Casa ATuttoNet - - Rispondi

    Si le bacche di maonia sono commestibili ed utilizzate per fare ottime grappe.
    Vanno consumate con moderazione per la presenza di alcaloidi che sono presenti sia nelle radici della pianta, che nei frutti.
    In ogni caso è sempre bene sincerarsi della tipologia corretta di pianta, perchè potrebbero esserci piante simili i cui frutti sono invece pericolosi e velenosi.

Lascia una risposta