Lysimachia – Lisimachia


Lysimachia barystachys

La Lysimachia è una pianta tropicale apprezzata per la sua copiosa fioritura copiosa estiva che con le sue tonalità di colore vario crea splendide macchie di colore sia in vaso sia in piena terra nelle aiuole dei giardini pubblici e privati.

Lysimachia


Caratteristiche generali della Lysimachia

Il genere Lysimachia comprende circa 200 specie di piante erbacee perenni della famiglia delle Primulaceae originarie delle regioni temperate e diffuse allo usato rustico nei luoghi umidi, nelle zone boschive e montane delle regioni del Centro e Nord Italia.

Le piante sono provviste di una radice rizomatosa con varie e piccole radici secondarie a sezione capillare. Ad eccezione della Lysimachia nummullaria che è bassa e a portamento tappezzante, tutte le altre varietà sono cespugliose e formate da steli robusti, eretti alti circa 1 metro.

Le foglie, verticillate sullo stesso piano in numero di tre o quattro, hanno forma ellittica lanceolata con margini interi. Il colore varia a seconda della specie dal verde chiaro al marrone scuro.

Lysimachia-pianta da vaso

I fiori, isolati o riuniti in grappoli all’ascella delle foglie,  sono a forma di stella con 5 piccoli petali di colori vari anche se quello preponderante è il giallo più o meno intenso.

I semi sono piccoli e di colore scuro.

Fioritura della Lysimachia: le pianta producono copiose fioriture da Giugno ad Agosto e talvolta in condizioni ambientali ottimali fino alla fine di Settembre.

Lysimachia-coltivazione

Coltivazione della Lysimachia

  • Esposizione: le piante appartenenti a questo genere amano le esposizioni al sole o parzialmente ombreggiate.  La maggior parte di esse mostra anche una buona resistenza al freddo purchè al riparo dai venti gelidi.
  • Terreno: le piante di Lysimachia anche se si adattano al comune terreno da giardino, prediligono i  terreni compatti ricchi e ben drenati . Il substrato ottimale di coltivazione è il terreno argilloso.
  • Annaffiature: vanno regolarmente e frequentemente irrigate nei periodi di prolungata siccità e in estate, facendo attenzione a non bagnare le foglie e i fiori.
  • Concimazione: tutte le varietà di Lysimachia per produrre fiori in abbondanza vanno concimate con fertilizzanti specifici per piante da fiore a basso tenore di azoto(N), ottime fioriture non bisogna esagerare con le concimazioni azotate e un buon risultato estetico si ottiene ponendo 5-7 piante ad almeno 40-50 cm una dall’altra.

Coltivazione in vaso

La Lysimachia nummularia si coltiva in vaso ed  è apprezzata come pianta ricadente nei panieri sospesi. Il vaso deve essere largo e profondo per assicurare alla pianta un adeguato sviluppo dell’apparato radicale e l’incespimento della parte aerea. Il terreno deve essere argilloso, umido e ricco di sostanza organica.

Rinvaso-piante

Rinvaso

Si effettua in primavera estraendo la pianta con tutto il pane di terra che avvolge le radici, si impianta al momento stesso in un altro avente un diametro di qualche centimetro più grande del precedente aggiungendo nuovo terriccio fresco e fertile.

Lysimachia-fioritura

Moltiplicazione della Lysimachia

La pianta si riproduce per seme ma può essere propagata per via agamica anche per divisione dei cespi o mediante talea erbacea.

Riproduzione per seme

La semina si pratica alla fine dell’inverno in un semenzaio contente terriccio fresco ed umido riparto dal freddo fino alla germinazione dei semi. Quando le nuove piantine saranno abbastanza robuste per essere maneggiate potranno essere trasferite a dimora definitiva

Propagazione per divisione dei cespi

Questa tecnica viene preferita alla semina in quanto le piante avranno le stesse caratteristiche della pianta madre. Si estrae la pianta dal terreno e la si divide in più porzioni portanti una radice ben sviluppata. Le porzioni si impiantano immediatamente per evitare inutili stress. Dopo l’impianto le piante di Lysimachia si annaffiano abbondantemente e con assiduità per mantenere il terreno umido. La propagazione per divisione dei cespi può essere praticata in marzo o in ottobre.

Propagazione per talea

In settembre  si prelevano delle talee erbacee lunghe circa 10 cm e si mettono a radicare direttamente a dimora mantenendo costante ed elevata l’umidità del terreno Se l’ambiente è favorevole, radicano in poco tempo tendendo ad allargarsi sul terreno.

Impianto o messa a dimora

Per realizzare macchie di colore uniformi ed esteticamente belle da guardare le piante di Lysimachia vanno messe a dimora in buche distanti tra loro circa 40 cm  o con una densità di 5-7 piante per metro quadro. La messa a dimora si effettua  in aprile oppure in ottobre.

Consociazioni

La bellezza delle piante  di Lysimachia viene messa in risalto effettuando delle consociazioni con piante come: Bergenia, Astilbe, Hosta, Iris, PersicariaLamium, Doronicum, Eupatorium e Vernonia.

Potatura

Per le varietà di Lysimachia a portamento eretto si interviene generalmente a fine fioritura recidendo gli steli sfioriti e quelli secchi o danneggiati utilizzando attrezzi da giardinaggio ben affilati e disinfettati mentre per le specie tappezzanti si accorciano i rametti spogli.

lumaca

Parassiti e malattie della Lysimachia

Le piante di Lysimachia sono resistenti agli attacchi  degli afidi e della cocciniglia ma sensibili alle malattie fungine come l’oidio o mal bianco che si manifesta soprattutto nelle zone calde ed eccessivamente umide. Le foglie tenere sono appetite da chiocciole e lumache.

Cure e trattamenti

Le specie alte di Lysimachia necessitano di sostegni per evitare che gli steli floreali vengano spezzati dall’intensità dei temporali estivi o dai fori venti forti.

Per la manutenzione ciclica sono sufficienti periodiche scerbature dalle erbe infestanti e per tenere lontano dalle piante le lumache basta spargere intorno alla base dei cespi della cenere del camino.

Usi della Lysimachia

La Lysimachia nummularia è adatta ad essere coltivata nei panieri sospesi e come bordure di laghetti artificiali mentre le specie alte vengono coltivate anche per i fiori recisi.

Lysimachia – Lisimachia

Varietà di Lisimachia

Tra le tante varietà o specie diffuse o coltivate a scopo ornamentale ricordiamo:

  • Lysimachia nummularia: una varietà a portamento tappezzante formata da  lunghi fusti, radicanti ricoperti da foglie ovali o tondeggianti di colore verde lucido. I fiori che sbocciano all’ascella delle foglie, da da maggio a luglio, sono solitari e di colore giallo oro.
  • Lysimachia punctata: una specie di origine europea diffusa anche in Italia che presenta fusti eretti, foglie di forma ovale-lanceolata e fiori gialli che sbocciano da giugno ad agosto. Questa pianta è alta circa 1 metro e si adatta anche a terreni normali o asciutti.
  • Lysimachia barystachys: originaria dell’Asia orientale, questa specie forma cespugli alti 60 cm composti da fusti eretti ricoperti da foglie tomentose, lineari-lanceolate che in autunno assumono una bella colorazione giallo-arancio. Durante il periodo delle fioritura che va da giugno ad agosto si ricopre di fiori bianchi riuniti in infiorescenze a grappolo fitte e pendule.
  • Lysimachia ciliata: questa specie si differenziai dalle altre specie per il caratteristico viraggio del colore delle foglie che dalla tonalità cioccolato al latte  diventano verdi e poi giallo-arancio. Da giugno ad agosto produce fiori piatti e gialli.
  • Lysimachia congestiflora: una specie a portamento tappezzante con foglie di colore verde scuro e fiori di colore giallo dorato.
  • Lysimachia clethroides: una  specie che da luglio a settembre produce piccoli fiori stellati e bianchi, riuniti in lunghi grappoli.
  • Lysimachia ephemerum: una pianta diffusa in Europa formata da fusti eretti ricoperti da foglie di colore grigio-verde, lineari, lisce, opposte e riunite alla base. In estate, produce piccoli fiori bianchi riuniti in spighe sottili lunghe 30 cm.
  • Lysimachia nummularia: una varietà a specie presenta portamento tappezzante con fusti, lunghi e radicanti che portano foglie di colore verde lucido, di forma ovale o rotondeggiante. I fiori che sbocciano all’ascella delle foglie, da da maggio a luglio, sono solitari e di colore giallo oro.
  • Lysimachia vulgaris: questa specie, originaria dell’Europa, presenta fusti eretti, foglie lanceolate di colore verde intenso e fiori gialli con margini di color arancio.

Lysimachia clethroides

Tossicità della Lysimachia

Le piante appartenenti al genere Lysimachia non rientrano nella lista delle piante velenose per cani e gatti.

Curiosità

Il genere Lysimachia porta il nome in onore di Lisimaco un famoso medico greco dell’antichità.

Galleria foto Lysimachia



Il meglio di Casaegiardino.it

Ricevi gratuitamente la newsletter con le migliori guide ed articoli esclusivi.

Commenti: Vedi tutto

Lascia una risposta