Limnantemo – Nymphoides peltata

Nymphoides peltata- Limnantemo

Il Limnantemo o meglio la Nymphoides peltata è un pianta acquatica apprezzata per la sua ricca fioritura e l’elevata capacità ossigenante delle acque.

Caratteristiche generali del Limnantemo – Nymphoides peltata

Il genere Nymphoides comprende molte specie (circa 20) di piante acquatiche perenni e annuali, della famiglia delle Menyanthaceae,  originarie dell’Asia, dell’Europa e del nord America.

Il Limnantemo è dotato di una radice stolonifera carnosa a forma di piccolo casco di banane, da cui si dipartono densi ciuffi di foglie simili a quelle delle ninfee e della Ficaria.

Le foglie, da 10-15 foglie per ciuffo, larghe circa 10 cm, sono tondeggianti- cuoriformi con lamina fogliare superiore lucida, di colore verde con nervature giallognole e pagina inferiore rossastra. Alcune foglie sono sommerse altre, invece, sorrette da un lungo picciolo cilindrico galleggiano leggiadre sul pelo dell’acqua.


Leggi anche: Lattuga acquatica – Pistia stratiotes

Limnantemo-foglie

I fiori portati da lunghi gambi verdi-rossastri che sovrastano di molto le foglie, hanno 5 petali di colore giallo canarino con bordi leggermente ondulati. Il centro del fiore è giallo oro.

Limnantemo

Il frutto è una capsula che contiene molti semi appiattiti.

Fioritura

Le piante di Limnantemo fioriscono in estate, da giugno ad agosto.

Limnantemo-Nymphoides peltata

Coltivazione del Limnantemo – Nymphoides

Esposizione

Il Limnantemo ama le posizioni molto luminose, ma non i raggi diretti del sole, soprattutto nei mesi più caldi dell’anno. L’esposizione diretta ai raggi solari potrebbe causare serie ustioni alle foglie e la morte della pianta. Predilige le temperature vicine ai 18-20°C; non resiste al freddo quindi spesso viene coltivata come annuale, oppure come perenne solo se in inverno viene trasferita in tinozze e ricoverata in serra temperata o in casa.


Potrebbe interessarti: Soldinella acquatica – Hydrocotyle vulgaris

Terreno

I rizomi si mettono in posti in un terreno ricco e sabbioso, avendo cura di interrare tutte le radici, lasciando la parte superiore affiorante dal terreno, e ricoprendola con sabbia a granulometria media.

Acqua

Cresce bene nelle acque calde, tranquille ricche di nutrienti e a pH elevato.

Concimazione

Per favorire lo sviluppo delle piante e la produzione di abbondanti fioriture periodicamente va somministrato del concime specifico per piante acquatiche. In primavera, inserire tra i rizomi un concime per piante verdi e da fiore sotto forma di compresse ricche di nitrati, fosfati e anche micronutrienti.

Limnantemo-Pianta acquatica

Limnantemo: coltivazione in vaso

E’ una pianta adatta ad essere coltivata anche nelle vasche artificiali del giardino o sulle terrazze della propria casa, in grandi contenitori impermeabili all’acqua come tinozze o minipond.


Hai problemi con le piante? Iscriviti al gruppo

Sul fondo del vaso va stratificato un terreno ricco, torboso e sabbioso.

Si copre con acqua non calcarea, preferibilmente piovana che va ricambiata ogni 15-20 giorni e con maggiore frequenza nei mesi estivi per garantire una adeguata ossigenazione dei rizomi.

In alternativa, le piante di Limnantemo possono essere impiantate nel contenitore direttamente con il loro cestello per tirarle fuori agevolmente quando si deve ricambiare l’acqua di coltura.

Nelle regioni con clima estivo molto caldo le piante possono essere allevate anche in zone parzialmente ombreggiate e possono essere lasciate all’aperto senza alcun problema nei mesi invernali mentre nelle zone con inverni rigidi le piante di Nymphoides peltata vanno riparate in serra temperata o in casa. Per favorire la crescita e stimolare la produzione dei fiori, ogni 3-4 mesi si possono utilizzare prodotti granulari a lenta cessione, da interrare alla base delle piante.

Nymphoides geminata-coltivazione in vaso

Moltiplicazione del Limnantemo – Nymphoides peltata

Per ottenere nuove piante si possono utilizzare i semi oppure effettuare talee di rametti o ancora la  la divisione dei cespi in primavera.

Semina

I semi si interrano a 3 cm di profondità in un substrato composto da un miscuglio di torba, terriccio e acqua tenuto a temperatura a circa 20 ° C. I germogli compariranno dopo 40-60 giorni.

Propagazione per divisione dei rizomi

Nuove esemplari identici alla pianta originale si possono ottenere facilmente dividendo i rizomi o tuberi di almeno 3 anni di vita.

  • In tarda primavera/estate, tra giugno-luglio autunno, si estrae la pianta dal terreno o dall’acqua;
  • si sceglie un rizoma grosso e carnoso e lo si divide con un coltello ben affilato e disinfettato, in più porzioni portanti almeno 2 radici secondarie ben sviluppate.
  • si mettono a radicare le porzioni di rizoma in un vaso contenente acqua e un po’ di concime granulare a lento rilascio arricchito di potassio (K);
  • nella primavera successiva, le nuove piante vanno poi interrate sul fondo di un laghetto o sui bordi, lasciando emergere le foglie dalla superficie dell’acqua.

Propagazione per divisione dei cespi

Tra giugno-luglio è anche possibile dividere i cespi più vigorosi in più piante munite di almeno una radice ben sviluppata; le nuove piante così prodotte vanno subito messe a dimora. La maggior parte di queste piante possiede un gran vigore e negli stagni medio piccoli andrebbero piantate in vaso per controllare la loro crescita, tagliando regolarmente le radici e dividendole ogni due o tre anni. Le nuove piante così ottenute fioriranno già dal secondo anno di vita.

Propagazione per talea

Un altro metodo di propagazione molto rapido è quello di ripiantare le porzioni ottenute dalle potature nel substrato.

Limnantemo-Nymphoides-impianto

Impianto o messa a dimora

Le piante si mettono a dimora ad una profondità di 0-20 cm tra rizoma e pelo dell’acqua. In un laghetto naturale o in una vasca artificiale si piantano direttamente nel limo del fondo o si immergono nell’acqua in pratici cesti forati specifici per piante acquatiche riempiti con terreno acido, ricco in humus. Per rivestire un’area abbastanza vasta occorrono almeno 5 piante per metro quadrato distanziate a 45 cm. Generalmente si opta per un numero ristretto di piante dato che ognuna di esse da vita a nuove piante emettendo numerosi stoloni.

Abbinamenti

Il Limnantemo può essere coltivato nello stesso acquaterrario, tinozza, mini pond o laghetto artificiale con una ninfea nana oppure associata ad altre piante acquatiche o palustri a portamento cespuglioso come ad esempio: Calla palustris, Baldellia, ecc.

Potatura

Il Limnantemo non si pota ma va solo ripulito dalle foglie secche.

Parassiti e malattie del Limnantemo – Nymphoides peltata

Si tratta di una pianta molto rustica che generalmente non viene attaccata da parassiti animali o da malattie fungine.

Cure e trattamenti

Non richiede particolari cure di manutenzione e non necessita di trattamenti fitosanitari.

Varietà di Nymphoides

Tra le varietà più conosciute della Nymphoides aquatica si segnalano: la

Nymphoides cristatum

Una specie originaria dell’Asia tropicale conosciuta comunemente come fioco di neve bianca. Ha foglie fluttuanti cordate con bordi di color porpora. Produce delicati fiori con petali bianchi a margini sfrangiati sostenuti da sottili gambi cilindrici. Gli steli di questa varietà sono commestibili e nei paesi di origine vengono usati come verdura.

Nymphoides indica

E’ una piccola originaria dell’India. Ha foglie cuoriformi brevemente picciolate, di colore verde brillante. Nel periodo della fioritura produce fiori stellati con petali lobati, bianchi e pelosi che durano solo un giorno. E’ una pianta acquatica ideale per abbellire mini pond e piccoli mastelli. I rizomi possono essere messi a dimora negli appositi cestelli o vasi a 40 cm di profondità. Nelle zone a clima freddo va ricoverata in serra.

Nymphoides-cristatum

Nymphoides geminata

E’ una pianta acquatica originaria dell’America. ha foglie verdi variegate e in estate produce particolari fiori stellati con petali gialli e pelosi.  Può essere propagata facilmente mediante la divisione degli stoloni ed è ideale per la coltivazione in vaso e la fitodepurazione.

Limnantemo-Usi

Usi

Le piante di Limnantemo per il loro portamento tappezzante vengono largamente utilizzate come e ornamentali in acquari, vasi, stagni e laghetti con acque poco profonde.

Curiosità

La Nymphoides peltata, o Limnantemo, è la specie più diffusa in natura ed è presente anche  in Italia.

Galleria foto piante acquatiche

Laura Bennet
  • Laureata in scienze biologiche
  • Insegnante di ruolo
  • Autore specializzato in Botanica, Biologia e Cucina
Suggerisci una modifica
Iscriviti alla Newsletter

Ricevi gli aggiornamenti su speciali, guide e novità riguardo il mondo della casa e giardinaggio. Aggiornati dai nostri esperti di botanica e dell'arredo casa.