Lavori sul balcone per preparare le piante all’inverno

Le piante sul balcone, prima dell’arrivo dell’inverno, necessitano di alcune cure. In questo articolo, ti illustreremo i lavori da fare sul tuo spazio esterno, prima dell’arrivo del freddo.

Lavori sul balcone per preparare le piante all’inverno 3

Con la pandemia che stiamo vivendo, sono sempre di più le persone che hanno pensato di attrezzare il proprio balcone con piante e fiori colorati. Un modo per viversi meglio lo spazio della propria casa. Piccole oasi di relax, pur vivendo in centro città. Uno spazio che, piccolo o grande che sia, necessita comunque delle cure sia con il caldo che con il freddo.

Sin dal mese di ottobre, è bene iniziare a pensare a quali saranno i lavori da mettere in pratica, sul proprio balcone, per proteggere le piante dal freddo dell’inverno. Anche se le temperature potrebbero essere ancora prevalentemente miti di giorno (soprattutto al Sud d’Italia), le escursioni termiche ed il freddo, quello vero, potrebbero arrivare da un momento all’altro. Infatti, soprattutto negli ultimi anni, la colonnina di mercurio è, spesso, calata vertiginosamente da un giorno all’altro.


Leggi anche: Bambù coltivazione

Meglio organizzarsi per tempo, prevedendo bene il tempo per effettuare i lavori adeguati e arrivare preparati all’arrivo della stagione fredda. Vediamo insieme, step by step, quali sono i lavori più comuni da svolgere sul tuo balcone.

Lavori sul balcone per preparare le piante all’inverno 2

Entrare le piante più delicate

Lavori sul balcone per preparare le piante all’inverno 5

In base alla tipologia di piante presenti sul tuo balcone, dovrai valutare quali devono essere portate dentro casa e quali no. Se non hai spazio, potrai chiedere agli altri condomini il consenso di piazzarle, durante l’inverno, nel vano scale, nel portone o sul tuo pianerottolo. 

Prima di entrarle però, dovrai eseguire alcune operazioni. La prima riguarda lo sfoltimento delle fronde che dovranno essere liberate dalle foglie secche. Successivamente, ad occhio, dovrai verificare l’assenza di muffe o parassiti. Al terriccio, inoltre, dovresti aggiungere della sabbia e del concime organico.

Se metti le piante in un ambiente domestico, dove ci sono caloriferi, ricordati di disporle lontano da loro e in posti ben illuminati. Naturalmente, dovresti rispettare le esigenze della pianta. 


Potrebbe interessarti: Malattie piante da appartamento: prevenzione e cure

Proteggi le piante rimaste in balcone dal gelo

Lavori sul balcone per preparare le piante all’inverno 1

Le piante perenni che rimangono in balcone, tra cui spiccano Gelsomini ed Ortensie, devono essere protette dal gelo che potrebbe danneggiarle in modo irrimediabile. Nella maggior parte dei casi, per proteggere le piante potrai usare delle protezioni in tessuto non tessuto (si chiamano proprio così) che puoi trovare tranquillamente in tutti i negozi di articoli per il giardinaggio.

Materiali alternativi possono essere: fibra di cocco, cannicciati di bambù ma anche vecchi stracci e cartone. Il tutto deve coprire bene la pianta. Puoi aiutarti con del filo di ferro. Il tutto senza soffocare la pianta: lascia degli spiragli per far circolare l’aria.


Hai problemi con le piante? Iscriviti al gruppo

Alla base della pianta sarebbe meglio aggiungere della pacciamatura costituita da foglie secche, paglia o cortecce. Le piante che sono disposte in vasi piccolini, che si possono spostare con facilità, possono essere messe vicino al muro, in una zona in pieno sole. Questo accorgimento fungerà da frangivento. I vasi piccolini possono essere messi anche all’interno di una mini serra.

Un isolamento ulteriore alle piante verrà da uno strato di polistirolo, legno o qualsivoglia materiale isolante, posto sotto il vaso. Se il balcone ti sembra spoglio, disponi qua e là qualche vasetto con le piantine aromatiche che sono in grado di resistere tutto l’anno.

Liberare i vasi

Lavori sul balcone per preparare le piante all’inverno 4

Alcune piante potrebbero essere morte o non riuscire a superare l’inverno. Ecco perché dovrebbero essere tolte. Inutile illudersi che possano riprendersi. Perciò, vanno tolte dai vasi, aiutandosi con una paletta e vanno messe nella compostiera. Quest’ultima operazione non va fatta se le piante presentano parassiti o alterazioni.

Per quanto riguarda il terriccio, questo dovrebbe essere considerato come esausto e quindi non utilizzabile. Il vaso va svuotato, le zolle di terra aperte. Dal terreno le radici vanno eliminate come pure le eventuali uova di insetti o larve. Da sbriciolato, poi, andrebbe messo in un contenitore aperto sul balcone. In primavera potrà essere disposto ai piedi di una siepe oppure inglobato in terreni nuovi.

I vasi svuotati andranno lavati con acqua calda e candeggina. Prima, però, devono essere sciacquati con acqua corrente. Tutti i residui vanno tolti con delle spazzole. Proteggi le tue mani con i guanti. Grazie alla candeggina, eliminerai tutti i possibili batteri presenti sul coccio.

Una volta asciutti completamente, i vasi potranno essere conservati. Per farlo impilali. Tra un coccio e l’altro, però, metti un foglio di giornale che impedirà ai vasi di incastrarsi tra loro. Anche i sottovasi andrebbero puliti. Puoi optare per un’immersione di una notte in acqua e aceto.

Lavori sul balcone per preparare le piante all’inverno: foto e immagini

Dopo l’arrivo dell’autunno non è mai troppo presto per pensare ai lavori da fare sul proprio balcone. Speriamo che questa mini guida possa esserti stata d’aiuto e ti lasciamo alla nostra galleria di immagini.

Rita Paola Maietta
  • Giornalista Pubblicista dal 2010
  • Laurea Magistrale in Scienze della Comunicazione
  • Master in Comunicazione, specializzazione in Design, Arredamento, Lifestyle
Suggerisci una modifica