Issopo coltivazione

Issopo-fiore

L’issopo è una pianta officinale che per il suo aroma intenso e piccante trova numerose applicazioni dalla cucina alle officine erboristiche.

Caratteristiche generali Issopo – Hyssopus officinalis

L’issopo è una erbacea aromatica perenne che come la menta, la salvia, la maggiorana, la lavanda, il basilico, l’origano, il timo e tante altre fa parte della famiglia delle Lamiaceae.

La pianta d’Issopo, diffusa allo stato spontaneo in molte zone montane dell’Italia settentrionale e nelle pianure del resto dell’Italia, presenta fusti eretti  ramificati e legnosi alla base, alti circa 50 cm.

Gli steli portano foglie lineari o lanceolate e come quelle della melissa sono di colore verde intenso e ricoperte da una leggera ma fitta peluria.


Leggi anche: Maggiorana – Origanum majorana

Issopo-pianta-officinale

I fiori piccoli e numerosi, di colore azzurro intenso e talvolta bianco (Hyssopus officinalis varietà albus) o rosa (Hyssopus officinalis varietà roseus), riuniti all’apice degli steli formano delle caratteristiche infiorescenze a spighe.

I fiori presentano un calice tuboloso.

Il frutto è un achenio molto piccolo.

Issopo-fiori-rosa

Fioritura: fiorisce nel periodo giugno-luglio e fiori sono frequentati dalle api che ci trovano tanto nettare.

Issopo-Hyssopus

Coltivazione Issopo

Esposizione: ama i luoghi luminosi e soleggiati caratterizzati da un clima mite.

Terreno: ama i terreni rustici, calcarei, sciolti, sabbiosi e ben drenati.

Annaffiature: generalmente si accontenta dell’acqua piovana e quindi va annaffiata moderatamente solo nei periodi di prolungata siccità in quanto cresce bene nei terreni secchi.

Letame


Potrebbe interessarti: Salvia officinalis Salvia bianca

Concimazione: anche se non necessita di fertilizzanti specifici almeno una volta all’anno è consigliabile effettuare una concimazione a base di letame o di zolfo.

Issopo-fiore

Moltiplicazione Issopo

Mediamente questa pianta ha un ciclo produttivo che dura 4-5 anni. La moltiplicazione avviene per semina in semenzaio in primavera, in luglio -agosto in piena terra e per divisione dei cespi all’inizio dell’autunno.

issopo-pianta


Hai problemi con le piante? Iscriviti al gruppo

Potatura

Per dare vigore alla pianta e per favorire l’emissione di nuovi getti floreali, all’inizio della primavera, accorciare  i fusti  a circa 10 cm dal terreno.

Raccolta dell’Issopo

I fiori vanno raccolti quando iniziano a schiudersi; le foglie, scalarmente in ogni periodo dell’anno.

Conservazione e usi

L’issopo è una pianta officinale dalle notevoli proprietà benefiche.

Foglie ed infiorescenze dopo l’essiccazione in luoghi asciutti e ventilati si possono facilmente conservare.

I fiori essiccati vengono utilizzati per la preparazione dei pot-pourri.

Le foglie più tenere sono ottime per preparare insalate e aromatizzare pietanze (un aroma simile a quello della menta).

In distilleria l’issopo viene utilizzato per vini e liquori a base di miscele di erbe.

issopo

Malattie e Cure

Le piante d’issopo temono le erbe infestati e pertanto necessitano di frequenti scerbature e zappature.

Issopo e linguaggio dei fiori

Nel gergo dei fiori l’issopo è simbolo della purificazione e del sacrificio.

Galleria foto Issopo

Laura Bennet
  • Laureata in scienze biologiche
  • Insegnante di ruolo
  • Autore specializzato in Botanica, Biologia e Cucina
Suggerisci una modifica