Imperata cylindrica – Imperata Rubra


Imperata cilindrica


La pianta Imperata cylindrica e la Rubra Red Baron conosciuta chiamata comunemente Erba del sangue giapponese sono graminacee ornamentali coltivate per il fogliame altamente decorativo e la la resistenza alle avversità.


Caratteristiche generali Imperata cylindrica – Imperata rubra Red Baron

La Imperata cylindrica è una graminacea ornamentale perenne della famiglia delle Poaceae (Graminaceae), originaria del Sud-est asiatico ed è diffusa allo stato rustico in tutte le zone temperate compresa l’Australia.

E’ una pianta costituita da una radice rizomatosa-stolonifera e in poco tempo tende a espandersi e a coprire ampi spazi. La parte aerea è formata da robusti fusti eretti e sottili che in adeguate condizioni ambientali possono raggiungere anche i 2 metri di altezza.


Leggi anche: Graminacee ornamentali

Imperata-cylindrica

Le foglie sono lineari-lanceolate, a margini seghettati e con apice appuntito. Il colore delle foglie è verde-giallastro. Nella varietà Rubra le foglie sono verdi nella parte bassa e rosso sangue nella parte mediana ed apicale.

I fiori, come in tante altre specie o varietà di graminacee ornamentali, sono riuniti in infiorescenze a spighe di color grigio-argenteo e leggermente profumate.

I semi, numerosi e piccoli, sono alati, pertanto leggerissimi e, per tale motivo vengono disseminati dal vento anche a notevole distanza dal luogo di produzione. Raccolti in piena maturazione possono essere utilizzati per la semina nella primavera seguente.

Imperata cilibdrica

Fioritura

La pianta di Imperata cylindrica nelle zone native fiorisce praticamente tutto l’arco dell’anno mentre nelle nostre zone le infiorescenze ornate di setole argentate vengono prodotte in tarda primavera o in estate.

Imperata cilindrica-coltivazione

Coltivazione dell’Imperata cylindrica

Esposizione

E’ una graminacea che pur crescendo bene all’ombra parziale per produrre un fogliame dai colori brillanti predilige il pieno sole. Sopporta molto bene le alte temperature estive; non teme i venti salmastri e resiste anche alle basse temperature se ben protetta durante i mesi freddi. Se esposte in contro luce al tramonto lo spettacolo è unico.

Terreno

Piante di facile coltivazione in qualunque tipo di terreno umifero, ben drenato. Si adatta molto bene a diversi tipi di terreno con pH  acido o neutro, moderatamente fertili.

Annaffiature

Le piante di Imperata cylindrica coltivate in piena terra anche se non soffrono la siccità, vanno comunque annaffiate con moderazione per tutto il periodo vegetativo dalla primavera all’autunno ( aprile- ottobre) soprattutto durante il primo anno di impianto al fine di stimolare la crescita in profondità dell’apparato radicale. La pianta coltivata in vaso invece va irrigata regolarmente, sopratutto in estate.

Concimazione

Le piante coltivate in piena terra necessita di due o tre concimazioni tra la primavera e l’autunno. In generale è sufficiente somministrare alla base dei cespi del concime specifico a basso contenuto di azoto (N).  Quelle coltivate in vaso vanno concimate ogni 20 giorni circa, da aprile a settembre, con un concime liquido per piante verdi.

Imperata cylindrica: coltivazione in vaso

E’ una pianta che si adatta ad essere facilmente coltivata anche in grandi vasi, larghi e profondi che favoriscono  il corretto sviluppo della radice in profondità e l’armoniosa crescita del ciuffo di foglie. Il contenitore va riempito con terriccio universale misto a sabbia; le annaffiature vanno praticate con maggiore frequenza e almeno una volta al mese il terreno va arricchito con somministrazioni di concime liquido specifico per piante verdi opportunamente diluito nell’acqua delle irrigazioni.

Rinvaso-pianta

Rinvaso

Se il contenitore è profondo il rinvaso va fatto ogni 2-3 anni o quando le radici fuoriescono dai fori di drenaggio dell’acqua delle annaffiature. Si utilizza terriccio nuovo, fresco e fertile.

Moltiplicazione Imperata cylindrica

La pianta si riproduce naturalmente per seme ma viene propagata facilmente per via agamica mediante la divisione dei cespi.

Propagazione per divisione dei cespi

Si effettua in primavera.

  1. Si smuove il terreno intorno alla pianta.
  2. Si scava una buca facendo attenzione a non danneggiare le radici.
  3. Si estrae la pianta dal terreno e la si divide in più parti ciascuna fornita di radice, fusti e foglie.
  4. Si interrano le porzioni in buche ben lavorate e profonde quando quella originaria.
  5. Si riempiono i vuoti con terreno ricco e fertile e lo si compatta con una leggera pressione delle mani.
  6. Si annaffia abbondantemente.

Impianto

Per creare splendide e fitte macchie di colore, le piante di Imperata cilindrica vanno impiantate in buche profonde, ben lavorate e distanziate tra loro 50 – 60 cm.

Abbinamenti

L’Imperata cilindrica  è una graminacea ornamentale che può essere coltivata da sola o associata in gruppi con Astilbe, Hosta, Sedum, Helenium, Echinacea, Achillea, Boltonia, Eupatorium, Monarda, Tanacetum, Veronica, ecc.

 

Potatura

Si recidono regolarmente i fiori appassiti se non si vogliono raccogliere i semi da utilizzare per la riproduzione di nuove piante. In  primavera invece si taglia il ciuffo di foglie a pochi cm dal terreno, lasciando intatte quelle basali che la pianta sta ricacciando.

Parassiti e malattie Imperata cilindrica

E’ una pianta rustica che raramente viene attaccata degli afidi o altri parassiti animali. Tra le malattie fungine invece è sensibile, come la maggior parte delle piante ornamentali e non, al marciume delle radici causato dai ristagni idrici nel terreno o nel sottovaso.

Cure e trattamenti

Le piane di Imperata cylindrica coltivate in piena terra nelle regioni caratterizzate da inverni molto rigidi e nevicate abbondanti, vanno riparate dal freddo con una pacciamatura di paglia o foglie secche mentre quelle allevate in vaso vanno messe al riparo sotto tettoie, patii o porticati.

Imperata cilindrica-infiorescenze

Varietà o specie di Imperata cilindrica

Un’altra specie, in verità l’unica, apprezzata per il suo alto pregio ornamentale è l’Imperata cylindrica Rubra Red Baron.

 

Imperata cylindrica Rubra Red Baron

E’ una cultivar ornamentale coltivata anche nei suoli sabbiosi o prospicienti ai laghetti o a vasche artificiali. Forma ciuffi alti mediamente 50 cm, composti da foglie erette e nastriformi, che da un verde brillante primaverile, cominciano a poco a poco a tingersi di rosso vivo, a partire dalle punte, per poi diventare completamente rosse in autunno. E’ resistente al gelo e ai -10° C. Raramente produce infiorescenze e semi e quindi si moltiplica solo per divisione dei cespi. La pianta Imperata cylindrica Red Baron, comunemente nota come Blady grass, Cogon grass, Kunai grass o bloodgrass giapponese stata importata in Inghilterra dal vivaio Kurt Bluemel, al quale deve il suo nome varietale Red Baron.

Imperata-cylindrica-Red -Baron

Usi

Come tante altre Graminacee ornamentali, la Imperata cylindrica o rubra è ideale per creare bordure, aiuole stradali, siepi lungo i viali e per abbellire terrazzi e balconi. f

Curiosità

L’Imperata cylindrica deve il suo attuale nome al botanico tedesco Ernst Adolf Raeuschel anche se è stato descritta da Linneo nel 1759 come Lagurus cylindricus. Il genere porta il nome in onore di  g Ferrante Imperato un farmacista di Napoli mentre l’epiteto specifico significa lungo e rotondo, cilindrico.

Galleria foto Graminacee ornamentali

LauraB

Commenti: Vedi tutto