Il fiore più grande del mondo: ecco qual’è

Il fiore più grande del mondo è affascinante, unico e decisamente peculiare. Vuoi scoprire tutto quello che lo riguarda, dove si trova e perché è davvero interessante?

Fiore più grande del mondo

Qual è il fiore più grande del mondo? Sono in molti a farsi questa domanda, senza però riuscire a trovare una risposta. In effetti, la risposta può stupire e far rimanere a bocca aperta i più curiosi e gli amanti del giardinaggio.

Perché? Perché è una risposta decisamente unica: il fiore più grande del mondo è la Rafflesia Arnoldii. Ma quali sono le caratteristiche di questo fiore, perché è particolare e dove si trova? Ecco tutto quello che c’è da sapere al riguardo.

Rafflesia Arnoldii: dove si trova

Fiore-più-grande-del-mondo-2

Come prima cosa, occorre fare una precisazione. Il nome del fiore più grande del mondo è Rafflesia Tuan-Mudae. Si tratta di una sotto-specie della già menzionata Rafflesia Arnoldii e si trova a Sumatra, in Indonesia. Tuttavia, tra appassionati e anche tra professionisti botanici, si fa riferimento a questo mastodontico fiore con il nome di Rafflesia Arnoldii.

Ciò che contraddistingue questa meraviglia della natura è il suo colore rosso acceso. In poche parole, è impossibile non notare subito tale fiore tra la vegetazione della foresta pluviale di Sumatra. Ma quindi, gli amanti della natura che vogliono vedere quest’imponente fiore, devono viaggiare necessariamente fino al continente asiatico? Purtroppo la risposta è sì. Nel corso del tempo molti giardini botanici hanno cercato di coltivare questa pianta in Europa o in altre zone del mondo. Tuttavia, nonostante gli sforzi nessuno ci è riuscito.

Interessante sapere poi, come altri esemplari della Rafflesia si trovano nelle aree subtropicali dell’Asia come il Borneo, le Filippine e la Malesia.

Fiore più grande del mondo: quando è stato scoperto

Fiore-più-grande-del-mondo-3

Il fiore più grande del mondo venne scoperto nell’anno 1818. Tale fiore venne trovato a Sumatra dall’esploratore e ufficiale britannico Thomas Stamford Raffles in compagnia di un naturalista suo compagno di viaggio, vale a dire Joseph Arnold.

Come si può intuire, il nome della specie di piante venne dato a Raffles e da qui deriva Rafflesia. Tuttavia, un botanico scozzese di nome Robert Brown volle omaggiare anche il naturalista Joseph Arnold. Quest’ultimo morì subito dopo la spedizione.

La conferma del nome avvenne solo nel 1821 dunque circa 3 anni dopo la sua effettiva scoperta. Infatti, fu la Linnean Society of London a ritenere questo nome valido e a certificarlo come il fiore più grande del mondo. Ecco perché oggi il fiore viene conosciuto universalmente con il nome di Rafflesia Arnoldii.

Fiore più grande del mondo caratteristiche e peculiarità

Fiore-più-grande-del-mondo-5

Le caratteristiche del fiore più grande del mondo sono uniche e realmente interessanti. In primo luogo, questo fiore può raggiungere il peso di circa 10 kg. Proprio così, può essere pesantissimo e avere un diametro di oltre un metro, pari a circa 120 centimetri.

Inoltre, il fiore è formato da 5 petali all’apparenza carnosi che vengono decorati da secrezioni biancastre. Il colore del fiore generalmente è rosso ma può essere anche tendente all’arancio in alcune situazioni. È interessante sapere come questo fiore nasca da un bocciolo color magenta che nei primi giorni di vita ha un’incredibile larghezza pari a circa 30 centimetri.

Tuttavia, nonostante le sue dimensioni imponenti, la Rafflesia Arnoldii non ha una vita lunga. Infatti, in media il suo ciclo vitale termina in una settimana. Questi fiori si riproducono attraverso l’impollinazione. Comunque, per far in modo che sbocci una nuova Rafflesia è fondamentale la vicinanza tra due fiori di generi opposti, dunque uno maschio e l’altro femmina.

Inoltre, la Rafflesia Arnoldii è conosciuta anche con il nome di “fiore cadavere”. Perché? Perché emana un odore nauseabondo di carne marcia. Questa è una sua peculiarità decisamente singolare. Alcuni ritengono che avvicinarsi a tale fiore sia impossibile senza una maschera appropriata. Altri invece, sono abituati e riescono anche a scattare foto nelle vicinanze del fiore!

Infine, è simpatico conoscere una piccola curiosità sul fiore più grande del mondo. Prendendo spunto da questo fiore, gli illustratori dei Pokemon, il famoso cartone animato per bambini, hanno disegnato Vileplume, un mostriciattolo appartenente al genere erba/veleno. Insomma, la Rafflesia Arnoldii ha superato i confini della realtà e le sue peculiarità sono approdate anche nel reame della fantasia!

Rafflesia Arnoldii crescita e parassitismo

Fiore più grande del mondo: parassitismo

La Rafflesia Arnoldii cresce in modo decisamente particolare. Questo fiore non è dotato di steli, di radici o di foglie. Dunque, come completa il suo ciclo vitale? Attraverso il parassitismo.

Il fiore più grande del mondo sfrutta delle piante rampicanti, generalmente quelle appartenenti al genere Tetrastigma, per poter ottenere i nutrienti necessari per sopravvivere. Tuttavia, proprio per questa ragione la vita della Rafflesia è molto breve.

Inoltre, una volta che la pianta è pronta per riprodursi, esce fuori dalla pianta che ha infestato. Il bocciolo per formarsi e sbocciare ha bisogno di circa 1 anno mentre il fiore vive appena 1 settimana. Insomma, la vita della Rafflesia è unica, dall’inizio alla fine!

Fiore più grande del mondo: foto e immagini

Ecco una raccolta di foto e immagini del fiore più grande del mondo. In questo modo, è possibile ammirare nei dettagli la maestosità della Rafflesia Arnoldii e le sue caratteristiche fantastiche.