Idrovaso – vaso idroponico


idrovaso-vaso-idroponicoLe piante coltivate con la tecnica dell’idrocoltura hanno bisogno di idrovasi, 0 vasi idroponici con particolari caratteristiche.


L’idrovaso è generalmente composto da un vaso interno e un sottovaso esterno al primo, entrambi realizzati in materiale plastico trasparente o colorato con un indicatore di livello per l’acqua che consente di annaffiare le piante solo quando è effettivamente necessario e secondo il colore assunto dalle radici come accade per la phalaenopsis un ‘elegante varietà di orchidea.

Dopo aver posto la pianta da coltivare nel vaso idroponico, l’apparato radicale viene ricoperto con un substrato di argilla espansa per consentire all’acqua delle annaffiature di risalire per capillarità e assicurare il giusto grado di umidità anche alle radici che si sono sviluppate più in superficie.


Leggi anche: Idrocoltura o coltura idroponica

Le sostanze nutritive e solo quelle specifiche per l’idrocoltura, vanno somministrate quando il livello dell’acqua è al livello minimo: in generale si pratica un buco nel substrato, si inserisce il nutriente e poi lo si irrora con l’acqua. Le forme e le dimensioni degli idrovasi sono varie.
L’uso degli idrovasi consente di annaffiare le piante per lunghi periodi, anche un mese, garantendo in tal modo la sopravvivenza della pianta anche quando si è in vacanza.

Laura Bennet
  • Scrittore e Blogger

Commenti: Vedi tutto

Iscriviti alla Newsletter

Ricevi gli aggiornamenti su speciali, guide e novità riguardo il mondo della casa e giardinaggio. Aggiornati dai nostri esperti di botanica e dell'arredo casa.