I computer per l’irrigazione

Automatizzare l’impianto di irrigazione è una cosa semplice e veloce e vi consente di poter comandare ogni azione, attraverso un computer. Si potrà programmare l’orario, il quantitativo d’acqua e la durata. Una vera comodità per chi ha il giardino. 

come-scegliere-il-sistema-di-irrigazione-interna-6

I computer per irrigazione disponibili sul mercato sono innumerevoli, dalle caratteristiche diverse e dalle prestazioni le più svariate. Si parte dal piccolo computer da collegare direttamente al rubinetto, fino a giungere a delle piccole centraline elettroniche, che possono gestire più elettrovalvole interrate in contemporanea.

Catalogo OBI irrigazione 3Come fare la scelta giusta

La scelta dipende sostanzialmente da due fattori e, in particolare, dall’estensione dell’area da irrigare e dalla disponibilità economica. Se il giardino è di piccole dimensioni, un piccolo computerino dotato al suo interno di una elettrovalvola è più che sufficiente, visto che dovrà gestire un numero limitato di irrigatori pop-up.


Leggi anche: Irrigazione del giardino

 

Se invece si tratta di una vasta estensione, che necessita di più linee di irrigazione, la soluzione migliore è rappresentata dalla centralina elettronica da collegare alle elettrovalvole collocate in un pozzetto interrato, anch’esso disponibile in varie fogge e misure presso i negozi specializzati.

come-scegliere-il-sistema-di-irrigazione-interna-8

I vantaggi di una centralina elettronica

Il vantaggio di quest’ultima soluzione è rappresentato dal fatto che le elettrovalvole vengono alimentate direttamente dalla centralina elettronica e, inoltre, che  non vanno rimosse dal terreno durante la brutta stagione, anche in caso di gelate. Basta infatti avere l’accortezza di realizzare una sorta di pacciamatura sulle elettrovalvole, direttamente nel pozzetto ispezionabile, per evitare che il gelo le possa danneggiare.

come-scegliere-il-sistema-di-irrigazione-interna-5Computer da collegare al rubinetto

I computerini da avvitare direttamente al rubinetto, sono invece più delicati sotto questo aspetto e vanno rimossi all’arrivo dell’inverno, meglio prima del rischio di una eventuale gelata, altrimenti si corre il rischio che vengano irrimediabilmente danneggiati, in quanto, essendo di plastica, si spaccheranno.

Funzionano a pile, ma ne sono disponibili anche alcuni modelli ad energia solare. Il rischio che in caso di esaurimento della batteria possa rimanere l’elettrovalvola aperta non sussiste, perché in questo caso questa si chiuderà automaticamente interrompendo l’erogazione dell’acqua.


Potrebbe interessarti: Innaffiare risparmiando acqua

IrrigazioneI computer per l’irrigazione: immagini e foto

Automatizzare il proprio impianto di irrigazione, è forse une delle migliori scelte che si possono fare. Non solo consente di non dover più irrigare manualmente, ma è anche una scelta utile per evitare lo spreco di acqua.

Nicola Spisso
  • Laureando in Ingegneria Edile - Architettura
  • Web e Graphic Designer professionista
  • Master in digitale presso Google conseguito nel 2016
  • Autore specializzato in architettura e design d'interni
Suggerisci una modifica