Herniaria glabra – Erniaria


Herniaria-tappezzante


La Herniaria glabra o Erniaria è una pianta officinale perenne sempreverde ideale come tappezzante nel giardino roccioso, facile da coltivare in vaso e anche nei panieri sospesi.


Caratteristiche generali Hernaria glabra – Erniaria

La Erniaria,nome scientifico Herniaria glabra, è una pianta erbacea perenne della famiglia delle Caryophyllaceae  originaria dell’Eurasia e dell’Africa del nord, diffusa nelle aree erbose collinari e nei boschi. In Italia vegeta un po’ ovunque: lungo i bordi delle strade, i sentieri rocciosi ed erbosi,   si trova nei luoghi erbosi soleggiati, nelle zone aride; nella sabbia; nelle scarpate ferroviarie, tra le pietre delle strade e tra le rocce.


Leggi anche: Liquirizia coltivazione

E’ una pianta erbacea annuale o talvolta perenne di colore verde giallastro con radice sottile e  numerosi fusti tomentosi, lunghi fino a 20 cm, che strisciano sul terreno.

Le foglie, opposte a due a due a inserite livello dei nodi dei rametti, tramite un breve picciolo,  sono ellittico-oblunghe, con base  ristretta e apice normalmente ottuso. Le foglie, lunghe un centimetro, hanno le pagini o lamine lucide di colore verde e sono normalmente glabre.

I fiori sono infiorescenze formate da 5-12 piccoli glomeruli sferici di colore verde-giallo gradevolmente profumati, privi di corolla e provvisti di un calice formato da cinque sepali ovali concavi. L’impollinazione avviene ad opera degli insetti ovvero è entomofila o entomogama.

I frutti sono acheni ovoidali lisci racchiusi all’interno dei  lobi del calice , dotati di ottima capacità di germinazione e possono essere utilizzati per la semina.

Fioritura

La Erniaria fiorisce in estate, da luglio a settembre.

Herniaria glabra – Erniaria

Coltivazione della Herniaria

Esposizione

E’ una pianta che per potersi sviluppare al meglio necessita di un’esposizione in pieno sole. Non teme il freddo e resiste alla temperatura minima di -15 °C.

Terreno

Si adatta a qualunque tipo di terreno da sabbioso a sasso purchè ben drenato e moderatamente ricco di sostanza organica.

Annaffiature

Le piantine giovani in via di sviluppo vanno irrigate frequentemente nelle prime fasi della crescita e con minore frequenza quando l’attecchimento è definitivo.

Concimazione

In primavera fornire un concime liquido specifico per piante verdi, opportunamente diluito nell’acqua delle annaffiature.

Erniaria: coltivazione in vaso

E’ una pianta tappezzante adatta anche alla coltivazione in vaso purchè abbastanza largo riempito con terriccio universale misto ad una manciata di sabbia. Dopo l’impianto si mette il vaso in pieno sole e si annaffia spesso per mantenere il terreno sempre umido.

Rinvaso

Non necessita di rinvaso.

Moltiplicazione della Herniaria

Si riproduce per seme in primavera, da marzo a maggio, oppure a fine estate -autunno, da settembre a ottobre.

La semina si effettua direttamente a dimora, in primavera quando le temperature si mantengono intorno ai 18-22°C.  coprendo appena i semi. Si mantiene il letto di semina all’ombra fino a germogliamento avvenuto. Quando le piantine possono essere maneggiate si ripicchettano o semplicemente si diradano mantenendo 15-20 cm di distanza tra le piante. Nelle zone a clima mite si può seminare a fine estate.

Impianto o messa a dimora

Le piantine di Herniaria si mettono a dimora in buche soffici, ben lavorate e drenate distanti tra loro circa 30 cm. Per ottenere tappeti verdi folti e lucenti occorrono 9 -10 piante per metro quadro.

Abbinamenti

Le piante di Erniaria si possono abbinare a piante che amano i terreni freschi ed umidi come Hosta, Felci e piante di Primula.

Raccolta delle piante di Herniaria

Tutte le parti della pianta vengono utilizzate. La raccolta  va fatta in piena fioritura, da luglio a settembre, estirpandole dal terreno con tutte le radici. Si eliminano le parti secche o danneggiate; si puliscono le radici eliminando la terra residua che le ricopre; si sciacquano sotto il getto dell’acqua corrente e poi si asciugano tamponandole  con un canovaccio pulito e infine si mettono ad essiccare.

Conservazione

Le piante di Erniaria si mettono ad  essiccare all’aria in un luogo ombreggiato e ventilato al riparo dell’umidità della notte, disposte in un unico strato, le une accanto alle altre e riparate. A completa essiccazione  si conservano quindi in sacchetti di carta o di tela.

Parassiti e malattie della Herniaria

Le piante di Herniaria sono molto rustiche e resistenti agli attacchi degli afidi e di altri parassiti animali.

Tra le malattie fungine teme solo il marciume delle radici se il terreno è troppo compatto e scarsamente permeabile all’acqua.

Cure e trattamenti

L’Erniaria è una pianta che non necessita di cure particolari ma va ripulita di tanto in tanto dalle erbe infestanti che le crescono intorno. Non ha bisogno di trattamenti fitosanitari.

Herniaria-hirsuta

Varietà di Herniaria

Herniaria hirsuta

E’ una pianta erbacea della famiglia delle Caryophyllaceae originaria dell’Eurasia e del Nord Africa nota nei paesi anglosassoni con il nome comune di rupturewort peloso. E’ una specie  annuale che forma piccoli cespugli di steli prostrati lunghi fino a 20 cm ricoperti da piccole foglie tomentose di colore verde chiaro lunghe circa 1 centimetro. In estate, tra le ascelle delle foglie compaiono infiorescenze verdastre formate da piccoli fiori. Ciascun fiore contiene da tre a otto sepali verdi pelosi e senza petali. Il frutto è un minuscolo achenio contenente un seme.

Usi in giardinaggio

Ideale com tappezzante per il giardino roccioso, come copertura di vialetti lastricati in pietra e come ricadente in vasi sospesi.

Proprietà della Hernaria

La Erniaria glabra è una pianta officinale che per per le sue proprietà spasmolitiche, antisettiche, diuretiche, astringenti e depurative viene largamente utilizzata nella medicina popolare per la cura delle affezioni delle vie urinarie, della gotta, per i reumatismi e per depurare il sangue. In omeopatia trova largo impiego nel trattamento della cistite cronica, nell’uretrite e nella minzione dolorosa.

Herniaria-glabra

Nome inglese della Herniaria

In Inghilterra questa modesta pianta officinale e chiamata: Rupturewort.

Curiosità

L’Herniaria è stata classificata da Carlo Linneo e il nome fa riferimento alla sua capacità di guarire l’ernia proprietà attribuita da un’antica credenza popolare. In Marocco, questa pianta è utilizzata in Marocco come rimedio naturale per calcoli renali.

Galleria foto piante tappezzanti

LauraB
  • Redattore specializzato in Casa e Giardinaggio
  • Scrittore e Blogger
Google News

Commenti: Vedi tutto

Lascia una risposta