Girasole – Helianthus annus coltivazione


Girasole


Caratteristiche generali del Girasole

Il girasole è una pianta appartenente alla famiglia delle Asteraceae coltivata a scopo ornamentale e per la produzione di un buonissimo olio vegetale che si ricava dai suoi semi.

La pianta di girasole è formata da un robusto apparato radicale fittonante, un fusto o culmo alto e dritto che raggiunge, a seconda della varietà, altezze anche superiori ai 2 metri.

girasole-foglie

Gli steli presentano grandi foglie di colore verde ricoperte da una leggera e fitta peluria.

I fiori, nella maggior parte dei casi, sono grandi margherite i cui petali (ligule) di colore giallo intenso fanno da corona ad un vistoso bottone centrale di colore marrone scuro che racchiude i veri fiori del girasole.

girasole-fiore

I fiori si schiudono in maniera scalare,partendo dal centro. I frutti sono acheni, particolari semi ricchi di olio.

I frutti sono acheni che circondano semi dotati di pappo.

Girasole-fioritura

Fioritura

I fiori grandi e decorativi fanno la loro comparsa sugli alti steli in piena estate e talvolta la fioritura si prolunga fino ad ottobre inoltrato.

girasole-helianthus-annus

Coltivazione del Girasole

Esposizione

E’ una pianta che ama i luoghi caldi e soleggiati per molte ore al giorno, infatti, è estremamente eliofila, cambia posizione per seguire il corso del sole (fenomeno noto come eliotropismo). Il girasole non tollera le temperature troppo rigide.

Terreno

E’ una pianta che pur adattandosi a qualunque tipo di suolo predilige quello ben lavorato, fertile, ben drenato e a pH leggermente acido.

Annaffiature

Necessita di costanti e frequenti irrigazioni  soprattutto durante i periodi di prolungata siccità  e in estate facendo attenzione ad evitare di bagnare il fogliame e ad evitare i ristagni idrici nel sottovaso per le piante coltivate in vaso.

Concimazione

Necessita come tante altre specie di piante da fiore di somministrazioni di concime organico o di concime granulare a lento rilascio con un adeguato apporto azoto (N), potassio (K) e fosforo (P). L’azoto serve a stimolare lo sviluppo fogliare e la formazione dei semi o acheni. Fosforo e potassio vanno distribuiti nel terreno al momento della preparazione del letto di semina.

Girasole-coltivazione in vaso

Girasole: coltivazione in vaso

Il girasole è una pianta che si presta facilmente anche ad essere coltivata in vaso.

  • Il vaso adatto deve avere un diametro di almeno 20 cm.
  • Il terreno deve essere fresco ricco di sostanza organica, ben drenato e a pH leggermente acido.
  • Per favorire lo sgrondo dell’acqua delle annaffiature si predispone uno strato di argilla espansa o altro materiale drenante sul fondo del vaso.
  • Si ricopre lo strato drenante con uno strato di materiale organico e terriccio.
  • Si invasa la pianta e si colmano gli spazi vuoti con l’aggiunta di altro terriccio fino a un paio di centimetri dal bordo.
  • Si annaffia abbondantemente.
  • Si pone il vaso in posizione soleggiata e al riparo dal vento.

Girasoli-foto

Moltiplicazione del Girasole

Il girasole si propaga per seme. I semi vengono raccolti quando il fiore sarà completamente secco e conservati in un luogo asciutto e al riparo della luce fino al momento della semina.

girasole-semina

Semina dei girasoli

La semina si effettua in primavera tra marzo ed aprile quando le temperature non scendono sotto i 15° C.

I semi vanno messi a dimora in buche profonde 5 centimetri distanti tra loro 80 – 100 cm.

La germinazione dei semi avviene all’incirca entro una decina di giorni.

Girasole-fiore

Trapianto dei girasoli

Se la semina si effettua un semenzaio, in questo caso, quando le nuove piantine di girasoli avranno raggiunto i 10 cm di altezza, si provvederà a diradarle e a trapiantarle in filari oppure in singoli vasi o in piena terra.

Direttamente a dimora si interrano in buche profonde circa 4-5 centimetri, distanziate tra di loro tra i 35 ed i 70 centimetri per favorire lo sviluppo delle radici. La distanza tra le piante dipende dalla varietà: per le piante giganti la distanza ottimale è di 70 cm mentre per la varietà più contenuta, sono sufficienti 35-40 cm di distanza tra una pianta e l’altra.

Abbinamenti

Nell’orto il girasole si abbinerà perfettamente con fagiolini, mais, zucche.

girasole-malattie

Malattie e parassiti del girasole

Il girasole soffre la ruggine e la muffa grigia.

La ruggine provoca solo l’ingiallimento delle foglie, mentre la muffa grigia è più temibile in quanto attacca tutta la pianta steli compresi e con la sua spessa patina grigiastra porta al totale avvizzimento.

girasole-foto

Tra i parassiti del girasole, invece, quelli più pericolosi sono i cosiddetti fitofagi, i quali si nutrono di tessuti e liquidi interni della pianta.

Sia le malattie fungine che i parassiti possono essere debellati attraverso appositi trattamenti.

girasole-cure

Cure e trattamenti

Le piante di girasole vanno liberate periodicamente dalle erbe infestanti e quelle più alte vanno sorrette con tutori per evitare che si possano piegare sotto il peso dei fiori o in caso di vento forte.

Per prevenire le malattie e sconfiggere i parassiti irrorare le piante con prodotti specifici.

Curiosità sul girasole

Il girasole è un fiore che sin dall’infanzia attira la nostra curiosità per diverse proprietà che lo riguardano.

E’ vero che il girasole segue il sole?

E’ un fenomeno che prende il nome di eliotropismo e si verifica durante la crescita della pianta

La sua attività di inseguimento del sole è originata dalle auxine, cellule motrici del pulvino, la parte flessibile dello stelo sotto il bocciolo.

Una volta adulta la pianta, in pratica dopo la fioritura, lo steso è ormai rigido e non segue più il sole, bloccandosi nella direzione dell’alba.

Quindi i girasoli sono eliotropici durante la crescita, fenomeno sempre meno percettibile man mano che il fusto si irrigidisce, fino ad avere che la maggior parte dei girasoli si bloccano nel punto in cui sorge il sole.

girasole-coltivazione

Proprietà dei girasoli e dei semi

Della pianta trovano impiego in campo alimentare e fitoterapico i semi di girasole per le importanti proprietà benefiche.

semi di girasole sono infatti ricchi di vitamine ed antiossidanti che aiutano di fatto a mantenere una pelle compatta, fresca ed elastica in quanto l’uso di creme anti età non è sufficiente a garantire un risultato efficace e durevole nel tempo.

Girasole-usi

Usi del girasole

I fiori recisi vengono impiegati nella preparazione di confezioni floreali miste oppure venduti in mazzi.

I semi di girasole vengono consumati come snack salato, decorticati e tostati.

Girasole-linguaggio fiori

Girasole nel linguaggio dei fiori

Il girasole nel linguaggio dei fiori è simbolo di allegria,  gioia, amore, successo e vittoria.Questo fiore fin dai tempi antichi è associato a messaggi di positività e felicità, perciò un mazzo di questi fiori è il regalo perfetto per la laurea, il superamento di un concorso, il raggiungimento di un traguardo importante o del successo nella vita quotidiana e sarà sempre apprezzato anche da chi ha bisogno di conforto e amicizia.

Curiosità

Alla famiglia del girasole fa parte anche il Topinambur.

Galleria foto del girasole

LauraB
  • Redattore specializzato in Casa e Giardinaggio
  • Scrittore e Blogger
Google News
Il meglio di Casaegiardino.it

Ricevi gratuitamente la newsletter con le migliori guide ed articoli esclusivi.

Commenti: Vedi tutto

Lascia una risposta