Gerbera coltivazione e cure


Gerbere-fiori

Le gerbere, piantine da fiore molto decorative e molto diffuse in floricoltura per la semplice eleganza dei suoi fiori simili a margherite.

margherita-gerbera


Caratteristiche della Gerbera

La gerbera è una pianta erbacea da fiore, originaria dell’Africa meridionale, che appartiene alla famiglia delle Compositae o Asteraceae.

La pianta presenta una robusta radice rizomatosa fittonante da cui si originano foglie e steli.

Gli steli sono cilindri e alti mediamente 30 cm anche se nelle varietà di gerbera nana talvolta non superano i 15 centimetri di altezza.

gerbera-fiore-foglie

Le foglie, generalmente disposte a rosette sugli steli, quelle basali sono lobate mentre quelli poste più in alto sono lanceolate e con margini leggermente più frastagliati. Le foglie sono setose al tatto per la presenza di una sottile ma fitta peluria bianca.

gerbera

Gli steli verdi e tubulari, lunghi mediamente 40 cm, sono ricoperti da una sottile peluria bianca.

I fiori delle gerbera sono infiorescenze a capolino simili ai fiori della margherita. Hanno la corolla semplice o doppia formata da petali lunghi e appuntiti (ligule) disposti in più file concentriche intorno a un bottone centrale rosso, arancione, giallo e talvolta come, nella Calendula, anche brunastro.

gerbera

I fiori delle gerbere stupendi nelle loro diverse tonalità di bianco, rosa, rosso, giallo, arancio e violetto, sono molto resistenti e quelli recisi, tenuti in acqua, durano per più giorni.

Gerbera-fiori-doppi

Fioritura delle gerbere: le gerbere fioriscono nel periodo primavera – estate.

Gerbera-fioritura

Coltivazione delle gerbere

Esposizione: le gerbere sono piante che per dare abbondanti fioriture necessitano di posizioni soleggiate o al massimo semiombrose. Temono il freddo e le correnti d’aria.

Terreno: predilige i terreni leggeri e ben drenati. Il substrato ottimale per la coltivazione della gerbera deve essere acido, sciolto e arricchito con una buona percentuale di sabbia perfacilitare lo sgrondo dell’acqua.

Annaffiature: è una pianta che va annaffiata moderatamente e solo quando il terreno  è completamente asciutto.
Le innaffiature devono essere costanti dalla primavera fino all’inizio dell’autunno e vanno intervallate ogni 8-10 giorni, a seconda del grado di umidità del terreno e alla temperatura.

Quando si irriga la pianta, bisogna fare attenzione a non bagnare le foglie per evitare che esse possano essere attaccate dall’oidio o mal bianco. Si consiglia anche di evitare i ristagni idrici.

Concimazione: la gerbera è una pianta da fiore avida di nutrienti e pertanto va concimata ogni 15 giorni durante tutto il periodo vegetativo utilizzando un concime liquido ricco di macro e microelementi opportunamente diluito nell’acqua delle innaffiature.

gerbera

Moltiplicazione Gerbera

La pianta si moltiplica per semina in semenzaio, per divisione dei cespi e per talea.

gerbera-fiore

Moltiplicazione per seme

E’ la tecnica di propagazione più praticata perchè facile e sicura.

La semina si effettua in febbraio-marzo piantando i semi in un vaso o in un apposito semenzaio contenente un terreno composto da torba e sabbia in parti uguali. I semi si stratificano sul terreno e poi si compattano con l’aiuto di una paletta da giardinaggio. Dopo la semina si copre il semenzaio  con un foglio di plastica o una lastra di vetro e poi lo si colloca in un luogo ombreggiato a temperatura costante di circa 20°Ce  fino alla comparsa dei germogli, il terreno va tenuto costantemente umido fino.  A germinazione avvenuta si scopre il semenzaio e si pone in una posizione più luminosa.

Quando le piantine saranno abbastanza forti e vigorose da poter essere manipolate potranno essere  trapiantate in vasi singoli o in piena terra ee trattate come piante adulte

Gerbere-impianto

Propagazione per divisone dei cespi

La moltiplicazione della gerbera per divisione del cespo è una tecnica che non è viene molto utilizzata perchè dà origine ad esemplari fragili che tendono morire in breve tempo.

gerbera-fiore

Propagazione della gerbera per talea

Anche la moltiplicazione per talea viene poco praticata in quanto alla talea si preferisce la moltiplicazione per seme.

Malattie e Parassiti

La gerbera è una pianta erbacea sensibile  alle malattie fungine e agli attacchi parassitari.

Tra le malattie fungine teme il marciume radicale  causato dai ristagni idrici nel terreno o nel sottovaso. Il marciume dalle radici in breve tempo si propaga alla parte aerea della pianta che  rammollisce, dissecca e poi muore.

Tra i parassiti bisogna fare attenzione all’attacco degli afidi, microscopi animaletti verdastri o bruni che formano vistose colonie sugli steli e sotto la pagina inferiore delle foglie.

afidi-neri

Cure e trattamenti

Per favorire la fioritura bisogna recidere i fiori appassiti e per scongiurare  infestazioni da malattie fungine asportate manualmente le foglie secche o danneggiate. Si consiglia un controllo periodico del grado di umidità e di effettuare trattamenti antiparassitari solo se necessari anche facendo ricorso ad un  aficida biologico.

Usi delle gerbere

gerbere

I fiori recisi vengono utilizzati per i bouquets delle spose e per realizzare composizioni sobrie ed eleganti atte ad abbellire le chiese e le sale ricevimento nel giorno del matrimonio.

foto-gerbera

Linguaggio dei fiori

Nel linguaggio dei fiori la gerbera ha un significato diverso in relazione al colore del fiore per ogni colore: le gerbere gialle simboleggiano il lusso, quelle arancioni simboleggiano l’allegria, quelle rosa significano amore, quelle rosse, come le rose, dichiarano un amore passionale.

gerbere-significato

Gerbera velenosa?

La gerbera non è una pianta velenosa per l’uomo, non è tossica neanche per gli animali domestici quali cani e gatti.

Gerbera-varietà

Varietà

Tra le tante specie spontanee e le varie cultivar ibride senza dubbio la Gerbera più diffusa e coltivata in tutte le regioni italiane è:

la La gerbera jamesonii, conosciuta anche margherita del Transvaal e margherita di Barberton, viene coltivata soprattutto per la sua bellissima fioritura. Questa specie, alta mediamente 40 cm,  produce grandi fiori molto decorativi con un capolino di circa 12 cm di diametro formata da lunghi petali ligulati il cui colore varia a seconda della varietà e può essere: rosa, rosso, arancione o bianco crema. La Gerbera jamesonii è facile da coltivare in vaso e in piena terra nelle regioni con clima mite.

Gerbera jamesonii

Curiosità

La Gerbera è stata introdotta nel nostro Paese intorno agli anni 30 da un famoso floricoltore tedesco.  Per la coltivazione delle gerbere a fiori grandi come la gerbera jamesonii bisogna aspettare il 1950 anno in cui furono introdotte nuove cultivar. La gerbera jamesonii fa parte delle piante che depurano l’aria efficaci soprattutto nell’assorbimento della trielina.

I fiori di gerbera, come quelli dei tulipani, si aprono al mattino con la luce del giorno e si chiudono al tramonto, ma sono molto sensibili anche alla luce artificiale.

Galleria foto Gerbere



Il meglio di Casaegiardino.it

Ricevi gratuitamente la newsletter con le migliori guide ed articoli esclusivi.

Commenti: Vedi tutto

  • concetta - - Rispondi

    Volevo sapere come mi devo comportare per l’innaffiamento delle gerbere in vaso. Grazie

    • LauraB - - Rispondi

      La Gerbera è una pianta ornamentale che predilige il terreno costantemente umido. In estate si annaffia da 3 a 4 volte a settimana mentre in inverno solo quando il terreno è asciutto. Per evitare il marciume delle radici è consigliabile dopo ogni annaffiatura svuotare il sottovaso.

Lascia una risposta