Gelsomino Jasminum nudiflorum


gelsomino-jasminium-nudiflorum

Il gelsomino, Jasminum nudiflorum, conosciuto come gelsomino d’inverno o gelsomino di San Giuseppe è una pianta arbustiva molto decorativa e resistente al freddo, coltivata nei giardini e in vaso a scopo ornamentale.

Gelsomino-d'inverno


Caratteristiche generali del gelsomino nudiflorum

Il gelsomino d’inverno è pianta arbustiva della famiglia delle Oleaceae originaria della Cina coltivato un po’ ovunque per la sua elevata resistenza al freddo e alla siccità

La pianta del Gelsomino d’inverno è dotata di una robusta e profonda radice fascicolata da cui si diramano numerose radici più sottili e corte.

La parte aerea del Gelsomino nudiflorum ha un portamento strisciante o ricadente a seconda del tipo di allevamento e generalmente supera i 2 metri di altezza.

L’arbusto è composto da un fitto intreccio di rametti lunghi, legnosi alla base e di colore marrone grigiastro. Man mano che i rametti si diramano diventano più sottili, sono più flessibili e il loro colore è verde brillante.

Le foglie che compaiono dopo la fioritura, sono caduche opposte, di colore verde chiaro con forma pennata. Ciascuna foglia è composta da tre foglioline ovate e lucide lunghe circa 3 cm.

Fiore-Gelsomino d’inverno

I fiori gialli e copiosi simili a piccole stelle regalano un tocco di colore al triste giardino d’inverno.

I fiori del gelsomino di San Giuseppe sono profumati e hanno la corolla formata da sei petali lobati di colore giallo carico con gola centrale leggermente più scura.

Gelsomino.d’inverno-fioritura

Fioritura: questa varieta di gelsomino fiorisce in inverno dal mese di gennaio in poi e la sua fioritura persiste anche più di un mese.

Gelsomino-di-San-Giuseppe

Coltivazione del gelsomino Jasminum nudiflorum

Esposizione: il gelsomino di San Giuseppe per poter fiorire copiosamente va collocato in zone soleggiate del giardino riparate dai venti freddi anche se tollera bene le basse temperature e il gelo dell’inverno se si tratta di un esemplare già cresciuto. Il gelsomino nudiflorum di pochi anni va riparato dal gelo durante il periodo di freddo intenso.

Terreno: si adatta a qualsiasi tipo di terreno anche quello comune da giardino ma i substrato di coltivazione ottimale è quello ricco, fertile e soprattutto ben drenato.

Annaffiature: è una pianta poco esigente di acqua,  generalmente si accontenta dell’acqua piovana ma va comunque irrigato abbondantemente nei periodi di prolungata siccità.

Concime

Concimazione: anche per quanto riguarda le concimazioni non ha particolari esigenze infatti basta interrare, in autunno, alla base della pianta dello stallatico maturo oppure del concime organico granulare a lenta cessione ricco di elementi nutritivi indispensabili alla sua ripresa vegetativa.

fiore-jasminum

Impianto del gelsomino nudiflorum

Al momento dell’impianto scavare una buca il doppio delle dimensioni del pane di terra che avvolge le sue radici e per evitare il marciume delle radici si consiglia di mettere sul fondo della buca del materiale drenante come la sabbia grossolana o del comune pietrisco.

Gelsomino-d'inverno-potatura

Potatura del Gelsomino d’inverno

La potatura si effettua dopo la fioritura per dare armonia di forma alla pianta e per favorire la formazione di nuovi rametti floreaali.

Utilizzando delle cesoie ben affilate e disinfettate si recidono con un taglio molto energico i rami vecchi e più lignificati mentre si accorciano di poco quelli troppo lunghi e quelli che crescono in modo disordinato formando grovigli sterili.  La potatura generalmente va praticata ad intervalli di cinque o sei anni o semplicemente quando la pianta stessa cresce in maniera stentata e p eo produce pochi fiori.

Se il gelsomino ha parecchi anni di vita per ringiovanirlo e per farlo rinvigorire la potatura può essere effettuata in maniera più aggressiva recidendo tutti i rametti a circa  20 cm circa dalla base.

Gelsomino-d'inverno-rami

Moltiplicazione del gelsomino d’inverno

Il gelsomino nudiflorum si moltiplica per talea all’inizio dell’autunno oppure per seme a fine estate e ancora meglio per propaggine in autunno.

Moltiplicazione per talea

Le talee di rametti lunghe 15 cm e si mettono a radicare in un miscuglio di torba e sabbia in parti uguali vanno tenute in luoghi protetti almeno per 2 anni e una volta messe a dimora in piena terra vanno trattate come la pianta madre.

Moltiplicazione per seme

La semina del gelsomino d’inverno si effettua in semenzai protetti o in luoghi riparati a fine estate – inizio autunno.

Moltiplicazione per propaggine

Si tratta di una propagazione agamica di successo e che assicura piante identiche a quella madre.   Si sceglie il ramo più giovani, più lungo e flessibili e si interra in una piccola buca scavata alla base della pianta.
Sul ramo scelto si pratica un taglio a V sulla parte da interrare e nello stesso tempo si asportano le foglie (si lasciano solo quelle apicali).
Si interra il rametto , si chiude la buca e la parte apicale si lega ad un paletto di supporto. Per tutto il periodo necessario alla radicazione si innaffia costantemente la parte del fusto interrato.

Le piantine di gelsomino ottenute in questo modo possono essere prelevate e messe a dimora nell’anno successivo.

Gelsomino-nudiflorum

Rinvaso del gelsomino Jasminum nudiflorum

Gli esemplari allevati in vaso trasferiti in contenitori più grandi del precedente quando le radici fuoriescono dai fori di drenaggio dell’acqua delle annaffiature.

rinvaso

Parassiti e malattie del gelsomino d’inverno

Il gelsomino anche se mostra resistenza alle comuni malattie fungine come tante altre piante ornamentali teme l’attacco degli afidi che attaccano quasi sempre gli apici vegetativi più teneri e le cocciniglie che infestano i rami e foglie.

Muffa-grigia

Cure e trattamenti

Eliminazione degli steli secchi o danneggiati e trattamenti anti-aficidi specifici solo se necessari.

Nelle zone caratterizzate da estati eccessivamente calde si consiglia di allevare il gelsomino di San Giuseppe in luoghi semiobreggiati.

gelsomino-giallo-gelsomino d’inverno

Nelle zone con clima invernale molto rigido il gelsomino va riparato dal gelo notturno e dal peso della neve con un telo traspirante.

Fiori-jasminum-nudiflorum

Usi del gelsomino nudiflorum

I fiori di questa bellissima pianta rustica e longeva vengono utilizzati per l’estrazione di essenze profumate impiegate in prodotti di bellezza, profumi e saponi.

Gelsomino d’inverno usi

Linguaggio dei fiori

Il gelsomino d’inverno nel linguaggio dei fiori è il simbolo dell’amore e della felicità.

Gelsomino-giallo

Varietà di gelsomino

Curiosità

Le origini del gelsomino d’inverno sono antichissime e, come riportato in alcuni testi, sembra che la sua diffusione e la sua coltivazione su scala mondiale sia da attribuire al l famoso navigatore Vasco de Gama.

Secondo antiche credenze popolari il gelsomino ha il potere di estirpare invidia e gelosia alle persone che ne soffrono e che coltivarlo nel giardino di casa o semplicemente in vaso su balconi e terrazze aiuterebbe ad diventare più responsabili e più consapevoli delle proprie azioni.

Il nome latino della pianta non è casuale ma è legato alla sua peculiare caratteristica di produrre i fiori su rami nudi privi di foglie. Come già detto il gelsomino appartiene alla famiglia delle Oleaceae, la stessa dell’olivo, del frassino e del  ligustro,ecc.

Galleria foto gelsomino

Il meglio di Casaegiardino.it

Ricevi gratuitamente la newsletter con le migliori guide ed articoli esclusivi.

Commenti: Vedi tutto

Lascia una risposta