Gelsomino giallo – Gelsemium sempervirens


Gelsemium-gelsomino giall


Caratteristiche generali del Gelsemium sempervirens o gelsomino giallo

Il Gelsemium sempervirens, chiamato comunemente gelsomino giallo o gelsomino della Carolina (per la sua provenienza), è una pianta sempreverde appartenente alla famiglia Loganiaceae, caratterizzata da un sviluppo rapido e vigoroso. Coltivato in piena terra può superare anche i 2 metri di altezza.

Gelsomino-giallo-foto

Il gelsomino giallo presenta una robusta radice rizomatosa gonfia e legnosa.

I fusti lunghi e sottili, sono ricoperti da foglie carnose, opposte e lanceolate di colore verde scuro.

Tra le foglie, durante il periodo della fioritura, compaiono grappoli di fiori tubulari, molto profumati e di colore giallo, simili a quelli dell’oleandro giallo del Perù.

Frutti-baccelli-Gelsomino-giallo

I frutti simili a quelli dell’oleandro contengono numerosi semi alati che vengono disseminati dal vento.

Semi-alati

Fioritura: i fiori sbocciano nel periodo primavera – estate.

Gelsomino- Gelsomino della Carolina

Coltivazione del gelsomino giallo

Esposizione: predilige i luoghi semiombreggiati e riparati dal vento. Non teme il freddo e può essere coltivato all’aperto tutto l’anno.

Terreno: cresce forte e vigoroso nei terreni ricchi di sostanza organica e ben drenati.

Innaffiature: va annaffiato quando il terreno è completamente asciutto.

Letame

Concimazione: dalla ripresa vegetativa e per tutto il periodo della fioritura (primavera avanzata), somministrare una volta al mese del concime liquido specifico per piante da fiore, opportunamente diluito all’acqua delle innaffiature.

In autunno-inverno interrare ai piedi della pianta dello stallatico maturo.

Gelsomino-giallo

Moltiplicazione del gelsomino giallo

In primavera per seme e in estate per talea di giovani fusti. Le talee vanno messe a radicare in un miscuglio di sabbia e torba. Le nuove piantine vanno allevate poi in singoli contenitori almeno per un anno.

Gelsomino-Gelsemium

Impianto del Gelsomino giallo

Questa bellissima e vigorosa pianta rampicante si impianta in piena terra verso la fine di febbraio.

Frutti-baccelli-Gelsomino-giallo

Potatura del gelsomino giallo

Per favorire lo sviluppo di nuovi getti accorciare i fusti subito dopo la fioritura.

Afidi

Parassiti e malattie

Il gelsomino della Carolina teme l’attacco degli afidi, delle cocciniglie e della mosca bianca.

Curiosità

Anche se tutte le parti di questa pianta sono tossiche (contengono gli alcaloidi stricnoidi Gelsemina e Gelseminina), la radice del gelsomino giallo viene utilizzata nella medicina omeopatica come calmante e antidolorifico.

E’ consigliata  per la cura della cefalea, dell’influenza e di alcune malattie infettive.

Altre varietà di gelsomino

Gelsomino Jasminum polyanthum

Rincospermum

Gelsomino giallo

Gelsomino del Madagascar Stephanotis

Gelsomino Jasminum nudiflorum

Galleria foto gelsomino

Commenti: Vedi tutto

Lascia una risposta