Gaura – Fiore di orchidea coltivazione


Gaura

La Gaura, chiamata anche Fior di Orchidea, per i suoi bellissimi fiori simili a mini orchidee, è una pianta ornamentale ideale per creare splendide macchie di colore bianco, rosa o fucsia nei giardini rocciosi e in quelli costieri.

Facile da coltivare, permette di avere ogni anno, senza grossa fatica, importanti fioriture colorate. Può essere coltivata anche in vaso ed in questo caso ha bisogno di essere posta in un vaso con una base drenante, ad esempio argilla espansa.

Gaura-lindheimeri-coltivazione


Generalità della Gaura

La più conosciuta è la Gaura lindheimeri, e si tratta di una pianta perenne a portamento arbustivo, originaria dell’America del Nord ed appartenente alla famiglia delle Onagraceae.

Ideale per chi ama le piante esotiche e vuole creare macchie di colore nel giardino della casa al mare o nel giardino roccioso senza avere l’assillo delle annaffiature o perchè manca l’impianto d’irrigazione, ecco una bellissima pianta che sopporta molto bene la siccità, caratterizzata anche da una persistente e prolungata fioritura estivo-autunnale.

fusti sottili, leggermente flessibili, di colore rosso-marrone e lunghi circa 1 metro, sono ricoperti da piccole foglie, di colore verde-rossastro.

Gaura

I fiori bianchi, rosati e fucsia, raccolti in copiose spighe sono molto persistenti.

Dopo la fioritura sulla pianta compaiono dei baccelli allungati simili a quelli dell’oleandro, contenenti all’interno tanti piccoli semi capaci di germinare.

Fioritura: la Gaura fiorisce copiosamente per tutta l’estate fino all’autunno inoltrato.

Gaura

Coltivazione della Gaura lindheimeri

  • Esposizione: ama i luoghi soleggiati e riparati dai venti. Non teme il freddo e sopportare abbastanza bene anche temperature di molto al di sotto dello zero anche se la parte aerea dissecca.
  • Terreno: anche se si sviluppa bene in qualunque tipo di terreno, predilige quelli sciolti e ben drenati.
  • Annaffiature: dalla primavera in poi annaffiare regolarmente e solo quando il terreno è completamente asciutto. E’ una pianta che tollera anche periodi di prolungata siccità e non tollera i ristagni idrici.
  • Concimazione: dalla ripresa vegetativa in poi somministrare, ogni 20 giorni, del concime per piante da fiore, ricco in azoto e potassio, diluito nelle all’acqua delle annaffiature oppure quello granulare a lenta cessione.

Gaura

Moltiplicazione della Gaura

La propagazione della Gaura avviene per autosemina, semina e per divisione dei cespi.

Semina della Gaura

La Gaura dopo la fioritura  produce dei piccoli semi germinativi, racchiusi all’interno di piccoli baccelli allungati. A maturazione i  baccelli si aprono e, proprio in questo periodo, che i semi vanno raccolti e conservati fino al momento della semina che di solito si effettua a fine in inverno in semenzaio protetto. In primavera avanzata, le nuove piantine potranno essere impiantate direttamente in piena terra.

Talea di Gaura

Le talee di Gaura si effettuano invece in autunno mettendole a radicare in un miscuglio di sabbia e torba in parti uguali.

Divisione dei cespi

Sempre in autunno è possibile moltiplicare la Gaura mediante questa facile tecnica di divisione dei cespi. Basta estrarre la pianta dal vaso o dal terreno e dividere il cespo in più porzioni provviste di radici. I cespi vanno impiantati al momento e annaffiati abbondantemente, evitando però il ristagno idrico che provocherebbe in poco tempo il marciume delle radici. Nelle zone con minime notturne molto basse è consigliabile mettere i cespi momentaneamente in vaso in attesa della bella stagione.

Impianto della Gaura

La messa a dimora degli esemplari giovani si effettua in primavera; in autunno è possibile impiantare direttamente in terra quelli forti e robusti.

Gaura-lindheimeri

Potatura della Gaura

Per l’armonia della forma, in primavera cimare i fusti troppo lunghi. Per ottenere un cespuglio più fitto e compatto, con nuovi getti basali, è bene potare i rametti, con cesoie ben affilate e disinfettate, a 20 cm dal terreno all’inizio dell’inverno.

Acari-parassiti

Parassiti e malattie

La Gaura è una pianta resistente alle malattie fungine; teme, invece, l’attacco degli afidi o acari che di solito aggrediscono i fiori ancora in boccio.

Pacciamatura-foto

Cure e trattamenti

Le piante allevate in vaso vanno riparate d’inverno, quelle in piena terra richiedono una leggera pacciamatura basale di paglia o foglie secche.

Trattamenti antiparassitari solo se necessari anche con un antiparassitario all’aglio.

Galleria foto Gaura

LauraB
  • Redattore specializzato in Casa e Giardinaggio
  • Scrittore e Blogger
Google News
Il meglio di Casaegiardino.it

Ricevi gratuitamente la newsletter con le migliori guide ed articoli esclusivi.

Commenti: Vedi tutto

  • Francesca - - Rispondi

    La Gaura bellissima pianta e straordinari fiori che sembrano farfalle che volano, da sola o abbinata alla Verbena bonariensis garantiranno un super giardino estivo.

Lascia una risposta