Eucomis – Giglio ananas


Eucomis-Giglio autunnale


Lo Eucomis, chiamato comunemente Giglio ananas, è una bulbosa coltivata a scopo ornamentale per la bellezza del fogliame e soprattutto per i suoi caratteristici fiori raccolti in lunghe infiorescenze che sbocciano nel periodo estivo-autunnale.


Caratteristiche generali Eucomis

Il genere Eucomis comprende numerose specie di bulbose della famiglia delle Hyacinthaceae originarie del Sud Africa diffuse allo stato selvatico nelle foreste, nelle praterie, nelle paludi e lungo le rive dei fiumi. Alcune specie di piccole dimensioni o nane crescono prevalentemente su colline o altri luoghi esposti; le specie più grandi invece si sviluppano soprattutto nei luoghi umidi e meno esposti.

I bulbi sono molto grandi con un diametro che va dai 7 ai 12 cm. Direttamente dai bulbi si origina una rosetta di lunghe foglie basali a spada, carnose, ondulate e lucide, di colore verde chiaro. In autunno le foglie seccano lasciando i bulbi completamente spogli fino alla primavera seguente.


Leggi anche: Asfodelo coltivazione

I fiori degli Eucomis, portati da alti fusti eretti, spessi e carnosi che spuntano dal centro della rosetta di foglie basali, sono riuniti in grandi infiorescenze a pannocchie, sormontate da un ciuffetto di piccole foglie o brattee verdi, simili a quelle di un ananas, aspetto che giustifica il nome comune di Giglio ananas.

La corolla dei fiori è composta da 6 petali il cui colore varia a seconda della specie dal bianco puro al giallo, dal verde alle più svariate tonalità di rosa. I fiori leggermente profumati attraggono numerose farfalle. In alcune specie anche le brattee che sormontano le infiorescenze sono spesso rossastre. Le infiorescenze diventano verdi nel processo della produzione dei frutti.

I frutti che compaiono dopo la fioritura sono piccole bacche che maturano in autunno.

Fioritura

Le piante di Eucomis fioriscono nel periodo estivo-autunnale.

Eucomis-coltivazione

Coltivazione Eucomis

Esposizione

Le piante di Eucomis prediligono l’esposizione al sole, Se coltivate all’ombra producono solo foglie a discapito dei fiori. Non temono il freddo e possono essere coltivate anche nelle ragioni con clima invernale rigido se i bulbi vengono protetti o tolti da terreno. Resistono per brevi periodi anche a temperature fino ai -5° C. a patto che il periodo freddo non sia troppo prolungato. In ogni caso se viviamo in zone con inverni rigidi, ricordiamoci di piantare l’Eucomic a buona profondità, circa 15-20 cm al di sotto del terreno.

Terreno

Come le altre specie di bulbose gli Eucomis sono piante che vanno messi a dimora in un terreno soffice, ricco di sostanza organica e ben drenato. Il substrato ottimale è un miscuglio composto da terriccio universale, sabbia e un poco di stallatico maturo.

Annaffiature

Necessitano di regolari annaffiature dal momento in cui iniziano a spuntare le prime foglie e durante il periodo della fioritura. In estate vanno intensificate se il caldo è torrido. Le annaffiature vanno sospese in autunno stagione in cui le foglie seccano completamente e i bulbi entrano in riposo vegetativo.

Concimazione

Sono piante che per svilupparsi necessitano di un terreno ricco di nutrienti pertanto, prima di metterli a dimora, si consiglia di di mescolare al terriccio una buona quantità di stallatico maturo. Dalla primavera, stagione in cui riprendono a vegetare, sono utili somministrazioni periodiche, ogni 15 giorni, di un concime liquido specifico per piante da fiore, diluito nell’acqua delle annaffiature. In alternativa si può distribuire sul terreno un concime granulare per piante da fiore, specialmente nel periodo in cui iniziano a formarsi i boccioli delle infiorescenze.

Eucomis: coltivazione in vaso

Sono piante ornamentali facili da coltivare anche in vaso sui balconi, sulle terrazze, cortili e patii. Il vaso deve essere largo e profondo, 40 cm di diametro e profondo non meno di 50 cm. Su fondo del vaso va messo del materiale drenante pochi cm di terriccio, poi il bulbo ricoperto da almeno 10 cm di terreno. Per ogni vaso si possono impiantare dai 2 ai 3 bulbi. Dopo l’impianto, il vaso  va posto in una zona soleggiata e riparata dal vento.

Rinvaso

Le piante di Eucomis si rinvasano in autunno, generalmente ogni 2- 3 anni. Si utilizza un vaso più grande del precedente e nuovo terriccio fresco e fertile.

Eucomis-fiore

Moltiplicazione degli Eucomis

Le piante si riproducono per seme in primavera e per via agamica si possono ottenere nuovi esemplari per talea di foglia, in estate, per divisone dei bulbi (bulbilli), in autunno.

Moltiplicazione per seme

La semina si effettua distribuendo i semi in cassette o contenitori profondi con un substrato specifico e molto fertile mantenuto umido fino alla germinazione che di solito richiede almeno 1 mese. Si lasciano ingrossare i bulbilli che si andranno a formare e solo dopo il terzo anno d’età potranno essere impiantati a dimora definitiva. Le nuove piante di Eucomis ottenute da seme generalmente producono fiori dal quarto anno di vita.

Propagazione per talea di foglia

E’ una tecnica molto utilizzata in quanto consente di ottenere piante geneticamente uguali a quelle originali in tempi più rapidi.

Si riempie un contenitore o cassetta con terriccio fresco, sciolto e fertile.

Si preleva, durante il periodo vegetativo, una foglia vigorosa e la si divide in più parti larghe circa 5/6 cm.

Si mette ogni parte a contatto con il substrato che mantenuto costantemente umido con vaporizzazioni giornaliere.

Il contenitore dovrà essere sistemato in un ambiente con un alto tasso di umidità ma riparato. i bulbilli inizieranno a formarsi  dopo circa 1-2 mesi. Anche in questo caso i nuovi bulbi vanno fatti ingrandire prima di metterli a dimora definitiva.

Propagazione per divisione dei bulbi

E’ una tecnica molto utilizzata per la riproduzione delle bulbose in tempi abbastanza rapidi.

Si disotterrano i bulbi e si separano quelli che si sono originati intorno al bulbo madre e si interrano subito sempre nel terriccio fresco e fertile ad una profondità di almeno 20 cm.

Impianto o messa a dimora

L’impianto in piena terra dei bulbi di Eucomis si effettua in primavera, tra marzo-aprile. Dopo aver lavorato a fondo il terreno ,si mescola con una buona dose di letame ben maturo e poi si interrano i bulbi  in buche profonde 20/30 cm, distanti le une dalle altre 20 cm.

Abbinamenti

Gli Eucomis sono piante eleganti e decorative isolate, in gruppi e perfette se abbinate a piante di Gladioli o con alcune specie di Begonia.

Potatura

Gli Eucomis non si potano ma vanno ripuliti solo dalle foglie secche o danneggiate per evitare che marcendo possano essere veicolo di infezioni fungine.

Eucomis-pianta ananas

Eucomis: Parassiti e malattie

Sono piante rustiche che raramente soffrono gli attacchi degli afidi o delle cocciniglie. Come le altre bulbose temono in particolar modo il marciume e le muffe, patologie favorite da un clima umido, piogge abbondanti, terreno non drenante, dai ristagni idrici o da eccessive annaffiature.

Cure e trattamenti

Nelle regioni meridionali i bulbi di Eucomis possono essere lasciati e dimora ma vanno comunque protetti  dal freddo o dalle eventuali gelate con una buona pacciamatura di paglia o di foglie secche. Nelle zone in cui le temperature invernali sono rigide ed inferiori ai -5° C invece è opportuno disotterrarli, ripulirli da terreno, farli asciugare all’aria e successivamente conservarli n un luogo asciutto e buio, in una scatola o sacchetto contenente segatura, perlite o torba. Per i bulbi coltivati in vaso sarà sufficiente un ricovero invernale in luogo protetto fino alla primavera.

Varietà e specie di Eucomis

Eucomis amaryllidifolia

Una bellissima bulbosa con foglie spatolate a margini ondulati di colore verde intenso. In estate-autunno produce vistose infiorescenze composte da numerosi fiori verdi con sfumature gialle.  delicate sfumature gialle, sormontata da brattee di foglie lucenti. E’ adatta alla coltivazione nelle in zone caratterizzate da un clima mite.

Eucomis bicolor

Una delle specie di dimensioni contenute che produce infiorescenze formate da fiori bianchi con sfumature lilla portate da steli eretti che sovrastano la rosetta di piccole foglie dalla forma lanceolata.

Eucomis-autumnalis

Eucomis autumnalis

Una specie che in pieno sviluppo vegetativo, circa 5 anni, raggiunge i 50 cm di altezza. le foglie sono di colore verde brillante che contrasta con il colore bianco della infiorescenza. L’infiorescenza è sormontata da piccole foglie di colore verde scuro. E’ una specie rustica adatta ad essere coltivata in piena terra nelle aiuole del giardino e anche in vaso.

Eucomis humilis

CE’ una bulbosa rustica che presenta delle foglie verdi con sfumature. La pagina fogliare  ha una vistosa venatura nella parte centrale e margini ondulati. L’infiorescenza è formata da numerosi piccoli fiori profumati di colore verde o bianco talvolta con sfumature viola. Le brattee del ciuffo hanno gli apici rossastri. E’ adatta alla coltivazione sia in ambienti umidi sia in zone rocciose.

Eucomis comosa

Una specie spontanea originaria dell’Africa del Sud alta circa 60 cm. Ha foglie basali spatolate a margini lievemente ondulati.

La pagina fogliare superiore è di colore verde intenso quella inferiore invece è rossastra. Durante il periodo della fioritura produce vistose infiorescenze composte da numerosi fiori di colore verde chiaro o viola. L’infiorescenza è sormontata da piccole foglie di colore verde chiaro.

Eucomis-comosa

Usi

Le diverse specie di Eucomis vengono utilizzate a scopo ornamentale in piena terra nei giardini privati. Sono le bulbose preferite anche dagli architetti paesaggistici che le impiegano soprattutto come bordure di vasche, laghetti e stagni. In vaso vengono coltivate  perchè eleganti, spettacolari e perchè facili da gestire.

Nei luoghi di origine i bulbi vengono usati nella medicina tradizionale per la preparazione di decotti efficaci nell’alleviare dolori di varia natura, mal di schiena, coliche, mal di stomaco e dolori da parto. I bulbi contengono infatti flavonoidi con azione antinfiammatoria e antispasmodica.

L’Eucomis è velenoso?

I  bulbi degli Eucomis sono tossici, soprattutto quelli dell’ Eucomis autumnalis.

Linguaggio dei fiori

L’Eucomis nel linguaggio dei fiori,, proprio come l’Ananas, è il simbolo della perfezione.

Curiosità

Il nome del genere Eucomis deriva dal greco Eu (buono, bello) e comé  (capello, coda) ed è riferito alla forma a stella dei fiori e al ciuffo di foglie situato sull’infiorescenza.

Il genere introdotto in Europa nel 1800 viene chiamato comunemente pianta ananas o giglio ananas.

Nome Inglese Eucomis

In Inghilterra questa deliziosa e spettacolare bulbosa viene chiamata Pineapple Lilly.

Galleria foto Eucomis – Giglio ananas

 

LauraB

Commenti: Vedi tutto