Eritrina semina della pianta corallo

Laura Bennet
  • Dott. in scienze biologiche

Quando seminare l’eritrina? Come si effettua la moltiplicazione dell’eritrina o albero corallo con i semi? Quando maturano e si raccolgono i semi per la riproduzione?

Eritrina semina

L’Eritrina o meglio conosciuta come albero corallo è una pianta spettacolare, molto decorativa per l’abbondanza di fogliame lucido color verde prato e per le splendide infiorescenze a grappolo color rosso corallo.

L’eritrina è una pianta di facile coltivazione se curata adeguatamente secondo la scheda Eritrina coltivazione.

Oltre alla propagazione per talea, l’Eritrina può essere moltiplicata mediante seme.

foto-albero-corallo

Semina dell’Eritrina

Gli esemplari ottenuti con questa tecnica di moltiplicazione anche se non identici alla pianta madre (causa la variabilità genetica, sono ugualmente bellissimi e decorativi (la tonalità del colore dei fiori potrebbe essere più carica o leggermente sfumata).

Maturazione e raccolta dei semi

I semi di questa pianta appartenente alla famiglia delle Fabaceae sono contenuti all’interno di grandi baccelli scuri che maturano nel periodo luglio-agosto.

A maturazione avvenuta, i baccelli vanno raccolti dalla pianta e sbaccellati per prelevare i semi coriacei di colore rosso cupo che ricordano i fagioli.

Semi Eritrina

Si selezionano i semi, scegliendo ovviamente quelli integri e privi di muffe (capaci di germinare) e conservati in una scatola, riposta in un luogo fresco, buio e privo di umidità.

Come e quando seminare l’eritrina

In primavera, il periodo giusto della semina, si mettono i semi a bagno in acqua tiepida per alcune ore prima di seminarli, per facilitarne la germinazione.

Vanno eliminati i semi vuoti o secchi che galleggiano.

I semi vanno messi poi a germinare in terreno fertile, umido e soffice, a distanza di circa 30 cm l’uno dall’altro.

La germinazione avverrà nel giro di 15 – 20 giorni.

albero-corallo-fiore

Quando le nuove piante di Eritrina avranno raggiunto i 30 cm di altezza, si trasferiscono in singoli vasi e qui allevate per almeno due anni e solo tale periodo andranno messe a dimora in piena terra, in un un luogo soleggiato.