Origano proprietà e usi


Perchè l’origano fa bene? Quando usarlo in fitoterapia? Quali parti consumare? Come utilizzarlo? Quali sono le controindicazioni?

origano essiccazione


Origano proprietà e usi

L’Origanum vulgare è un’erba aromatica arbustiva largamente usata in cucina per aromatizzare pietanze, ma non tutti sono a conoscenza che, questa preziosa erba aromatica o officinale, di facile coltivazione anche in vaso, possiede tante di quelle proprietà benefiche da essere a ragion veduta ritenuta come l’aloe vera, “la pianta della salute”.

origano-raccolta

Proprietà fitoterapiche dell’origano vulgare

L’origano, Origanum vulgare, pianta erbacea officinale, della famiglia delle Lamiaceae originaria dell’Europa e delle regioni centrali e meridionali dell’Asia, deve le sue molteplici proprietà benefiche all’elevato contenuto di due preziose sostanze: timolo e carcaverolo (fenoli).

origano-mazzetto

Il timolo presente in maggiore percentuale, soprattutto nelle foglie, possiede proprietà tossifughe, anticatarrali, antimicotiche, balsamiche ed antisettiche. Esso viene impiegato come disinfettante del cavo orale e componente delle paste dentifricie. Il secondo, invece, attenua i dolori articolari le mestruazione dolorose.

Il timolo e il carcaverolo insieme combattono il meteorismo addominale e l’erisimo ovvero l’afonia o raceudine.

origano vulgare

Parti eduli dell’origano

Dell’origano si possono consumare le foglie e le infiorescenze raccolte dal mese di giugno in poi.

Dopo l’essiccazione all’aria o al forno va conservato in barattoli di latta o di vetro al riparo della luce e in un luogo privo di umidità.

infuso

Usi dell’origano in fitoterapia

Il suo olio essenziale viene usato in aromoterapia per la preparazione dei suffumigi: basta mescolarlo con acqua bollente e bicarbonato in caso di raffreddore e di naso chiuso.

Gli infusi di origano sono un toccasana contro la tosse, il mal di gola,  le infiammazioni delle vie respiratorie e le emicranie. Come spezia, aggiunta alle pietanze, facilita la digestione e l’eliminazione dei gas intestinali.

origano-pianta-aromatica

Controindicazioni

L’uso dell’origano va evitato da chi soffre di gastrite, di ulcera peptica e dalle donne in gravidanza.

E’ irritante per pelle e mucose; ecco perchè non va spalmato sulla pelle o mangiato da solo puro.

Calorie dell’origano e valori nutrizionali

100 g di Origanum vulgare, Origano, apportano 265 Calorie, 4,3 g di Lipidi, 25 mg di Sodio, 9 g di Proteine, 69 g di Glucidi.

Galleria foto Origano

LauraB
  • Redattore specializzato in Casa e Giardinaggio
  • Scrittore e Blogger
Google News

Il meglio di Casaegiardino.it

Ricevi gratuitamente la newsletter con le migliori guide ed articoli esclusivi.

Commenti: Vedi tutto

Lascia una risposta