Infuso di carciofi

Infuso di carciofi

Sommario

L'infuso di carciofi  ha tra le tante utilità quelle di depurare l’organismo e combattere la stipsi intestinale. Grazie all’alto contenuto di cinarina il carciofo ha funzione lassativa, stimola la motilità intestinale riduce il gonfiore addominale. 

Tempo di preparazione:
5 minuti
Tempo di cottura:
10 minuti
Quantità:
4

Ingredienti Ricetta

  • Foglie di carciofo 100 gr
  • Acqua 500 ml

Il carciofo grazie alle sue straordinarie proprietà diuretiche può essere assunto anche sotto forma di infuso per godere a pieno di tutte le qualità benefiche contenute nelle sue foglie. Le foglie di carciofo, infatti, esercitano una forte azione anche epatoprotettiva e la loro assunzione sotto forma di tisana, estratti o tintura madre le rende un ottimo rimedio per prevenire molte malattie, in particolare quelle legate al fegato per regolare il flusso biliare.

La ricetta che vi proponiamo vede le foglie di carciofo in infusione per estrarre al meglio flavonidi, vitamine e sali minerali: l’assunzione regolare è un vero toccasana per l’organismo e il suo corretto funzionamento.

Nell’uso comune in cucina si utilizza soprattutto il fiore. In campo medico e fitoterapico invece la parte che ha più interesse è la foglia, che viene utilizzata per preparare infusi e decotti al carciofo. L’infuso di carciofi  ha tra le altre utilità quelle di depurare l’organismo e combattere la stipsi intestinale.

Grazie all’alto contenuto di cinarina il carciofo ha funzione lassativa, stimola la motilità intestinale riduce il gonfiore addominale ed è perfetto per trattamenti detox. Vediamo come preparare questo sano e salutare Infuso di carciofi nella nostra ricetta passo passo!


Leggi anche: Tisana e decotto al carciofo: benefici fegato e intestino, preparazione e abbinamenti

Procedimento dell’Infuso di carciofi

  1. Il procedimento è molto semplice e si prepara come qualsiasi altro infuso. In una pentola mettere dell’acqua e portare sul fuoco a pieno bollore e dopo aver ripulito con cura il carciofo e selezionate le foglie tenere, lasciar bollire per 3/4 minuti e lasciare in infusione per altri 5 minuti. Trascorso il tempo di riposo, filtrare con un colino a maglie fitte e bere 2/3 tazze al dì lontano dai pasti.
    Infuso-di-carciofi
  2. Se non gradite il sapore delle foglie di carciofo, potete addolcire la bevanda con dolcificanti naturali come la stevia o il miele che più gradite. E’ sufficiente un cucchiaino per tazza e il sapore sarà sicuramente più gradevole. Si sconsiglia l’aggiunta di zuccheri per quei soggetti che soffrono già di diabete, in quel caso è più salutare consumare la bevanda al naturale gustandone il suo sapore autentico. Se invece gradite un tocco di freschezza potete aggiungere direttamente in tazza una fettina di limone e qualche fogliolina di menta. Questa aggiunta consentirà di aromatizzare la bevanda sostituendo così il dolcificante. Bere una buona tazza di infuso di carciofo richiede un po’ di tempo in più alla tradizionale bustina da infusione, ma bastano davvero pochi minuti per ottenere una bevanda naturale, benefica e detox utile all’organismo grazie alle sue mille proprietà naturali che aiutano a depurarsi in maniera sana e naturale.
    Infuso-di-carciofi

Infuso di carciofi: foto e immagini

Laura Bennet
  • Laureata in scienze biologiche
  • Insegnante di ruolo
  • Autore specializzato in Botanica, Biologia e Cucina
Suggerisci una modifica