Tarassaco officinalis proprietà


tarassaco-foto

Il Tarassaco officinalis è una pianta erbacea perenne largamente usata in fitoterapia per i suoi numerosi principi attivi, in particolare come coadiuvante nelle diete dimagranti.

fiore-dente-di-leone-tarassaco


Caratteristiche e coltivazione

Erbacea perenne, chiamata anche dente di leone, diffusa un po’ ovunque con radice a fittone, foglie riunite in una rosetta basale a margini frastagliati fiori gialli all’apice di steli eretti e sottili.

Il tarassaco è una pianta che si sviluppa spontaneamente e la cui coltivazione non ha bisogno di nessun intervento particolare.

tarassaco

Raccolta del tarassaco

Il rizoma del tarassaco va raccolto prima della fioritura ossia tra febbraio e marzo o tra settembre e ottobre.

fiori-tarassaco

Conservazione del tarassaco

Dopo la raccolta il tarassaco va pulito dal terriccio. I rizomi tagliati in pezzi si fanno essiccare al sole o nel forno a temperatura bassa.

Quando i pezzetti saranno raffreddati andranno conservati  in barattoli di vetro a chiusura ermetica posti in luoghi asciutti.

semi-dente-di-leone-tarassaco

Proprietà fitoterapiche del Tarassaco noto come soffione

Le proprietà del tarassaco sono utili per:

  • combattere la ritenzione idrica;
  • depurare l’organismo;
  • bruciare i depositi di grassi;
  • stimolare la funzionalità del fegato, dei reni e dell’intestino; infatti il tarassaco è utilizzato come lassativo naturale.

L’azione diuretica del Tarassaco officinalis é dovuta fondamentalmente ai flavonoidi contenuti nelle radici.

La presenza della taraxina un principio amaro stimola la produzione della bile, decongestiona il fegato e brucia i grassi.

stelo--dente-di-leone-tarassaco

Controindicazioni del tarassaco

Per le sue proprietà è sconsigliato a chi soffre di ulcera o gastrite. Evitare l’uso di tarassaco se si assumano farmaci diuretici o FANS.

infiorescenza-dente-di-leone-tarassaco

Calorie del tarassaco

100 grammi tarassaco officinalis o dente di leone apporta circa 36 Calorie

coltivazione-dente-di-leone-tarassaco

Usi del tarassaco

Le parti della pianta vengono impiegate nella preparazione di decotti, infusi e tisane. Ottimi anche i boccioli di tarassaco fresco conservati sott’aceto.

In erboristeria lo si trova sotto forma di compresse o capsule e tintura madre.

Tarassaco nel linguaggio dei fiori

Il dente di leone o tarassaco assume il significato di fiducia o speranza.

Galleria foto del tarassaco

LauraB
  • Redattore specializzato in Casa e Giardinaggio
  • Scrittore e Blogger
Google News

Commenti: Vedi tutto

  • mario - - Rispondi

    Vorrei sapere dove trovo il "rizoma" nel tarassaco.se possibile anche in foto.

    grazie

    • LauraB - - Rispondi

      Il Tarassaco o dente di leone è una piantina rustica che si presenta una radice a fittone di forma cilindrica chiamata rizoma (simile ad una carota) che consumata anche lessa all'insalata svolge un'ottima azione depurativa e drenante, E' facilmente riconoscibile per le foglie dentellate e tenere (buone anche nell'insalata) disposte a formare una rosetta centrale dal cui interno si sviluppano steli erbacei alti circa 40 cm che portano fiori gialli simili a marghrite e che a maturazione diventano i classici soffioni. Il rizoma del Tarassaco va raccolto prima della fioritura nel periodo settembre – novembre e anche in febbraio. Si trova ovunque in giardino, lungo i bordi delle strade, nei campi e in montagna. Per la raccolta preferire luoghi lontano da fonti d'pquinamento.
      Saluti LauraB

Lascia una risposta