Erbe infestanti rimedi


Quali sono le erbacce che infestano il giardino, l’orto e il frutteto? Come riconoscerle? Quali rimedi adottare per evitare la loro disseminazione? Quali danni producono? Come difendere le piante ornamentali e le colture?

Erbe-infestanti


Cosa sono le erbe infestanti

Le erbe infestanti chiamate anche malerbe o semplicemente erbacce sono specie vegetali parassite che vivono a spese di altre piante.

Esse si trovano ovunque e con estrema facilità, crescono dove non dovrebbero: nei vasi, nel prato, lungo i vialetti, nelle aiuole, in giardino, nell’orto, nel frutteto e persino sui muri.

Parietaria-erbaccia

Tipi di erbe infestanti

Tra le malerbe possiamo annoverare piante perenni, che si riproducono in modo vegetativo, oppure che permangono nel terreno per diversi anni. Tra le più diffuse ricordiamo alcune specie molto comuni e conosciute.

Avena-selvatica

Gramigna e  vilucchio o convolvolo.

convolvolo-fiore

Cardo

Una pianta con steli spinosi e radice molto robusta. Cresce nei terreni aridi, lungo i bordi delle strade, nei terreni incolti e negli orti.

Cardo-foto

Calta o Caltha palustre: una piantina erbacea con foglie lucide cuoriformi e fiori simili a margherite di colore giallo intenso che fiorisce e si sviluppa in maniera vigorosa a partire dal mese di febbraio.

Calta-palustre
Tra le erbe infestanti troviamo diverse piante annuali che si riproducono per seme:

Amaranto-erba-infestante

Amaranto

Una dicotiledone infestante della famiglia delle Amarantacee che raggiunge anche il metro di altezza. In estate soffoca le radici delle piante di pomodoro e di mais. La pianta di Amaranto viene coltivata anche a scopo ornamentale.

Papavero-rosolaccio

Papavero

Noto anche come rosolaccio, infesta soprattutto o campi coltivati a grano. Cresce anche ai bordi delle strade e viene utilizzato anche come piante medicinale. Papavero.

Avena-selvatica

Avena selvatica

Un’erbacea cespitosa che tende ad espandersi in breve tempo ed infesta soprattutto i campi di frumento.

Veronica-fiore

Veronica

Un’erba strisciante che produce fiori celesti  chiamati “occhi della Madonna”. Cresce un po’ ovunque e spesso viene confusa con il Myosotis.

Stellaria-infestante

Stellaria

Una infestante che per il suo portamento tappezzante e viene coltivata anche come ornamentale. Fiorisce due volte l’anno in primavera e in autunno. Con i suoi esili e lunghi steli si attacca alle leguminose compromettendone la crescita. Soffoca le giovani piante di fave durante il periodo della fioritura. La  Stellaria viene coltivata anche in vaso e nei giardini rustici come pianta ornamentale.

Digitaria sanguinalis

Una pianta erbacea annuale della famiglia delle Graminaceae molto infestante che si sviluppa soprattutto nei prati. Presenta foglie lanceolate e in estate produce caratteristiche infiorescenze palmate composte da piccoli fiori insignificanti che producono molti semi, che germogliano l’anno successivo oppure rimangono nel terreno per alcuni anni e si risvegliano quando vengono riportati in superficie durante le lavorazioni del suolo. E’ un’infestante a rapida crescita che sottraendo dal terreno i nutrienti inibisce la crescita di altre di piante. In inverno secca e al suo posto restano  brutte chiazze di foglie secche. Si debella mediante l’estirpazione manuale  prima dell’emissione delle infiorescenze.

Setaria

Un’erbacea infestante che cresce in tutte le regioni d’Italia. E’ presente ovunque, nelle aree rurali, nei campi incolti o coltivati, negli orti, lungo i bordi delle strade, nelle aiuole dei parchi pubblici, nei giardini privati e praticamente su tutti i tipi di suoli da sabbiosi ad argillosi, ricchi in composti azotati ma poveri in humus, dal livello del mare alla fascia montana inferiore. Produce numerosi semi fertili.

Romice

Acetosa rumex, conosciuta anche come erba brusca, è una pianta spontanea commestibile diffusa su tutto il territorio italiano nei prati incolti, lungo i bordi delle strade di campagna, lungo i sentieri di montagna, anche nei giardini, nell’orto domestico, sopratutto nei terreni ricchi di azoto. Romice

Chenopodium album-usi

Farinaccio o Farinello

Il Chenopodium album, è una pianta erbacea rustica e perenne della famiglia delle Amaranthaceae, diffusa allo stato spontaneo in quasi tutte le zone del nostro pianeta. In Italia, come l’Amaranto, è facile trovarlo lungo i sentieri di campagna, negli orti, nei campi incolti e anche nei terreni aridi. Viene coltivato anche come pianta per uso alimentare per le sue proprietà organolettiche che ricordano quelle della quinoa una pianta erbacea appartenente alla stessa famiglia che produce infiorescenze rossastre. Farinaccio o Farinello

Piantaggine-infestante

Piantaggine

Una erbacea  a foglia larga diffusa ovunque: è una comunissima infestante che cresce nei prati, ai margini delle strade, intorno alle case di campagna, fra i ruderi, nelle vigne, nei pascoli, nei luoghi incolti, lungo le rive di fiumi e torrenti e nelle aiuole dei giardini. Vegeta molto bene nei luoghi umidi fino all’inverno inoltrato.

Ortica

Una infestante urticante diffusa in tutte le regioni italiane dal livello del mare fino.
L’ortica ha una robusta radice è rizomatosa, strisciante, provvista di numerose radichette. Steli eretti pubescenti ricoperti da foglie sono ovali-cuoriformi ricoperte da numerosi peli urticanti.I fiori sono piccoli e poco appariscenti, di colore verdastro, riuniti in lunghe spighette che compaiono da giugno a ottobre.

Amaranto-erba-infestante

Come si riproducono le erbacce o malerbe

La maggio parte delle erbe infestanti si riproducono per seme e la loro diffusione avviene per lo più per autosemina dopo la fioritura. Alcune per stolone ipogeo o mediante espansione delle radici rizomatose.

Acetosella-erbacciaDanni causati dalle erbe infestanti

Le erbacce  si accrescono con velocità sorprendente a discapito di tutte le piante con le quali entrano in concorrenza per le radiazioni solari, l’acqua e i nutrienti.

Le infestanti si alimentano a danno delle colture che per carenza di nutrienti rallentano la crescita, lo sviluppo, la fioritura e la produzione di frutti.

Occorre quindi un rimedio per evitare che le graminacee a foglia stretta e tutte le altre a foglia larga per evitare la loro diffusione e soprattutto che il loro sopravvento renda vano ogni sforzo necessario per coltivare con successo il tappeto erboso le piante ornamentali, le colture ortive, gli alberi da frutto e le piante aromatiche come il basilico, la salvia, la maggiorana, ecc.

erbe-infestanti

Lotta e rimedi per eliminare le erbacce o erbe infestanti

La lotta alle erbe infestanti può essere attuata manualmente o mediante l’utilizzo di prodotti chimici.

Tra i rimedi naturali più praticati citiamo la “falsa semina”. Con questa pratica le erbe infestanti ingannate si sviluppano  rapidamente e allo stesso modo potranno essere facilmente eliminate.

Le scerbature manuali vanno fatte almeno 2 volte al mese e per evitare che le radici rimangono nel terreno è consigliabile l’uso di un estirpatore di erbacce che facilita la rimozione profonda.

Artemisia-infestante

Se le scerbature manuali dovessero risultare insufficienti e la zona è vasta si può far ricorso a trattamenti chimici con prodotti  chimici specifici tipo Glyfin o simili diluiti in acqua come riportato nelle indicazioni allegate alla confezione.

Distribuire, il diserbante secondo le istruzioni allegate, sui vialetti, sui bordi del tappeto erboso e delle aiuole.

Galleria foto erbe infestanti

LauraB
  • Redattore specializzato in Casa e Giardinaggio
  • Scrittore e Blogger
Google News

Commenti: Vedi tutto

  • I ° G - - Rispondi

    Grazie per averci permesso di approfondire gli argomenti trattati nelle tecniche agronomiche svolte durante le lezioni di tecnologia. La I°G

Lascia una risposta