Delonix regia – Albero di fuoco

Albero di fuoco-Delonix regia

La Delonix regia, nota come Flamboyant, o Albero di Fuoco, è una pianta ornamentale spettacolare che con la sua vistosa fioritura estiva  accende i giardini di un bel colore rosso fuoco.

Caratteristiche generali della Delonix regia

La Delonix regia è una pianta esotica della famiglia delle Fabaceae, originaria del Madagascar dove cresce spontanea anche lungo i litorali costieri. E’ ampiamente coltivata come ornamentale in tutti i paesi tropicali e nelle aree caratterizzate da un clima caldo. In Italia è presente all’aperto nelle regioni meridionali, In Puglia e nelle isole della Sicilia.

Delonix regia

In pieno sviluppo vegetativo la Delonix regia può raggiungerei 10 metri di altezza. Ha un robusto e profondo apparato radicale che la tiene ben salda al suolo. Il tronco, liscio e grigiastro, si ramifica dando vita ad una chioma spettacolare, larga ed espansa, simile ad un grande ombrello parasole composto da un ricco fogliame di colore verde brillante.


Leggi anche: Pianta del caffè d’appartamento – Coffea arabica

Le foglie sono grandi e bipennate, lunghe dai 40 ai 50 cm, e compaiono solitamente dopo i fiori. Ogni foglia è divisa in 8-12 paia di foglioline secondarie, a loro volta ulteriormente suddivise 7-11 paia di foglioline. Il fogliame scompare durante l’inverno e viene ricacciato nella stagione primaverile.

Delonix regia-fiore

I fiori, spettacolari ed abbondantissimi sono raggruppati in gruppi nella parte terminale dei rami. Ciascun fiore ha il calice stellato composto; da 5 sepali lanceolati, piatti di colore verde-rossastri; 5 petali fortemente spatolati di cui quattro uniformemente colorati di rosso o arancione mentre il centrale, leggermente arrotondato, presenta delle screziature bianche o gialle. Dal centro del fiore sporgono  10 stami rossi ricurvi verso l’alto. L0imollinazione è entomogama e avviene ad opera degli insetti, soprattutto farfalle.

I frutti sono baccelli piatti, lunghi da 30 a 60 cm, che man mano che maturano diventano gialli e poi marroni. Persistono sui rami per lungo tempo, talvolta fino alla fioritura successiva. A maturazione completa i baccelli si aprono a metà liberando i semi in essi contenuti.

Delonix regia- frutto

I semi sono dischi piatti e scuri rivestiti da un tegumento esterno molto resistente.

Fioritura

La Delonix regia fiorisce in primavera prima della comparsa delle foglie. La fioritura è prolungata e persistente solo se il clima è adeguato alle esigenze della pianta.

Delonix-regia-Flamboyant


Potrebbe interessarti: Color Tortora: Arredare casa con stile

Coltivazione della Delonix regia – Albero di fuoco

Esposizione

E’ una pianta che va coltivata in un luogo molto luminoso, soleggiato per molte ore del giorno e al riparo dei venti forti. Ama il caldo e soffre molto alle temperature inferiori ai 10° C.  ma i terreni leggeri, sabbiosi, anche salini. non sopporta il ristagno idrico e le gelate. In inverno perde tutte le foglie, ed è molto suscettibile agli abbassamenti improvvisi di temperatura ed a condizioni di elevata umidità.

Terreno

Come la maggior parte delle piante esotiche anche l’albero di fuoco predilige un terreno misto, a medio impasto, morbido e drenante.


Hai problemi con le piante? Iscriviti al gruppo

Annaffiature

E ‘ una pianta che ama il terreno leggermente umido ma privo di ristagni idrici pertanto va annaffiata regolarmente soprattutto durante i periodi di siccità prolungata e in estate.

Concimazione

Ama  il terreno fertile, ricco di nutrienti che va concimato ogni 2 mesi, dall’inizio della primavera fino all’autunno con un buon fertilizzante granulare ricco di azoto (N), potassio )K) e fosforo (P) e anche microelementi utili alla sua crescita e alla produzione dei fiori. Si può arricchire il terreno una volta al mese con un prodotto liquido specifico per piante da fiore, diluito nell’acqua delle annaffiature.

Delonix-fiori

Delonix regia: coltivazione in vaso

Nelle regioni con clima invernale rigido la pianta va coltivata in vaso per poi poterla riparare non appena la temperatura ambientale inizia a diminuire. Se le dimensioni del vaso e della stessa pianta lo consentono si può riparala anche in appartamento, dietro una finestra ben soleggiata. Se perde le foglie non bisogna preoccuparsi perchè verranno ricacciate quelle nuove.

Il vaso deve avere dimensioni adeguate allo sviluppo della pianta. Va utilizzato come materiale drenante del fondo argilla espansa ricoperta da uno strato di terriccio fertile e leggero meglio se misto a 1/3 di torba e a 1/3 di sabbia.

Dopo l’invaso la pianta va posta in ina zona del balcone o del terrazzo ben soleggiata e al riparo dai venti freddi.

Le annaffiature vanno effettuate per mantenere il terreno umido e mai intriso d’acqua e le concimazioni vanno praticate per tutto il periodo vegetativo, dalla primavera all’autunno, con somministrazioni mensili di un fertilizzante bilanciato e completo disciolto nell’acqua delle annaffiature.

Nelle regioni con inverni rigidi la pianta va spostata in un luogo riparato o in serra.

La fioritura della Delonix coltivata in vaso è un evento raro e per poter ammirare i primi fiori generalmente bisogna aspettare 10 anni. Solitamente al posto dei fiori compaiono dei corpuscoli sferici e pelosi seguiti poi da piccoli baccelli contenenti piccoli semi.

rinvaso

Rinvaso

La pianta va rinvasata ogni anno, a inizio primavera. Si utilizza un contenitore un contenitore più grande e si sostituisce il terreno con uno fresco, fertile e ben drenato con l’aggiunta di argilla espansa.  La pianta va collocata nel nuovo vaso con tutto il pane di terra e si colmano tutti i vuoti d’aria. Dopo l’invasatura si annaffia abbondantemente e si rimette la pianta al suo posto.

Moltiplicazione della Delonix regia – Albero di fuoco

La riproduzione avviene per  seme in primavera o in autunno e per via vegetativa mediante margotta in luglio o per talea in agosto.

Semina

Per accelerare la germinazione, i semi vanno prima scarificati o scorticati delicatamente con un taglierino ben affilato, facendo molta attenzione a non danneggiare i tessuti interni e poi messi in ammollo in acqua tiepida per 12 -24 ore, prima della semina.

I semi,non appena avranno raddoppiato di volume e avranno mutato il loro colore da marrone scuro in rosso vinaccio vanno messi a a germinare ad una profondità di 2 cm, in un terriccio misto composto dal 30% di torba nera e perlite e 10% di fertilizzante organico. Dopo la semina, il substrato va mantenuto costantemente umido fino alla comparsa dei germogli che vanno  lasciati irrobustire e solo quando le nuove piantine saranno abbastanza agevoli da maneggiare (alte circa 15 cm), potranno essere trasferite in contenitori singoli e curate in essi almeno 1 anno prima della messa a dimora definitiva. Le piante di Delonix produrranno i fiori dopo 2-3 anni e spesso con tonalità di colore diverso dalla pianta madre.

Propagazione per talea

E’ una tecnica di moltiplicazione vegetativa che viene praticata in autunno e che consente di ottenere piante già cresciute nel più breve tempo possibile.

Utilizzando delle cesoie ben affilate e disinfettate si prelevano talee di 40-50 cm di lunghezza dai rami robusti e semilegnosi aventi il diametro di  1-2 cm di diametro. Le estremità dei tagli vanno trattate con di fitormoni al fine di favorire la radicazione. Le talee vanno interrate in un substrato poroso composto da una miscela di torba nera, perlite o fibra di cocco mantenuto appena umido. Il contenitore va posto in  un luogo ombreggiato, fino alla comparsa di nuove gemme fogliari.

Impianto o messa a dimora

La Delonix regia va emessa a dimora in primavera nel terreno lavorato a fondo, ricco di nutrienti e ben drenato sul fondo della buca con sabbia. Dopo l’impianto, la pianta per almeno 2-3 anni, va  sorretta da un tutore.

Delonix-Flamboyant-potatura

Potatura

La Delonix regia va potato dopo il periodo di fioritura per dare armonia di forma alla chioma e per eliminare i rami danneggiati o secchi. I tagli vanno fatti obliquamente per facilitare lo sgrondo dell’acqua delle piogge ed evitare il rischio di pericolose infezioni fungine.

Parassiti e malattie della Delonix regia

Come tante altre Fabaceae anche la Delonix soffre il marciume delle radici a causa dei ristagni idrici nel terreno. Tra i parassiti animali è sensibile invece agli attacchi della mosca bianca e del ragnetto rosso che colonizzano particolarmente le foglie.

Cure e trattamenti

Nelle zone con clima freddo la pianta di Delonix regia necessita di qualche protezione invernale: si copre la chioma con teli di tessuto non tessuto e si protegge l’apparato radicale con una pacciamatura basale di foglie secche o paglia.

Le  mosche bianche vanno combattute con prodotti fitosanitari specifici a base di piretrine mentre i ragnetti rossi assicurando un buon arieggiamento della chioma.

Delonix regia-usi

Usi

La Delonix regia viene molto utilizzata nei giardini, nei viali, ma anche come pianta ornamentale da interno se cresciuta come un bonsai.

Nelle zone tropicali la pianta viene coltivata per realizzare siepi di separazioni e soprattutto per le alberature di strade soleggiate mentre i semi vengono utilizzati dagli indigeni per realizzare monili e braccialetti.

Proprietà medicinali della Delonix regia

La presenza di vari metaboliti nelle foglie e nelle radici conferisce all’albero di fuoco ampie proprietà medicinali. L’infuso preparato con alcune foglie o fiori viene usato per il trattamento di infezioni respiratorie, come tosse, raffreddore, bronchite o mal di gola.

La Delonix regia è velenosa?

Le foglie contengono acido cianidrico mentre  i semi e i baccelli contengono tannini, sostanze tossiche anche per i cani. L’ ingestione dei semi causa vomito e diarrea, sintomi che scompaiono nell’arco di 24 ore.

Delonix regia

Curiosità

La Delonix regia fu classificata da Linneo come Poinciana regia. Il nome generico deriva dai termini greci δηλος  che significa, evidente, e óνυξ che significa  artiglio , in riferimento alla forma dei  petali dei fiori. L’epiteto specifico regia deriva dall’aggettivo latino che significa regale e si riferisce alla maestosità della pianta.

Galleria foto Delonix regia – albero di fuoco – Flamboyant

Laura Bennet
  • Laureata in scienze biologiche
  • Insegnante di ruolo
  • Autore specializzato in Botanica, Biologia e Cucina
Suggerisci una modifica