Curio – Curio ficoides Mount Everest


Curio-ficoides

Il Curio ficoides Mount Everest, conosciuto anche come Senecio ficoides. è una pianta ornamentale succulenta adatta ad essere coltivata in vaso e in piena terra anche nei giardini costieri per la sua resistenza alla salsedine.

Curio ficoides-Senecio ficoides

 


Caratteristiche generali del Curio ficoides Mount Everest

La pianta di Curio ficoides Mount Everest, nome scientifico Senecio ficoides, è una pianta succulenta della famiglia delle Asteraceae (Compositae), originaria del sud Africa e diffusa allo stato spontaneo in tutte le zone a clima caldo temperato del Mediterraneo, Asia, Australia, Nuova Zelanda, Nord America e dell’ Europa, Italia compresa.

La pianta perenne e molto decorativa, nel pieno sviluppo vegetativo raggiunge anche il metro di altezza. La radice è fascicolata e robusta. La parte aerea è composta da numerosi steli eretti di consistenza carnosa.

Le foglie, carnose e coriacee hanno forma ellittico-lanceolata piatta a margini lisci ed apice a punta. Sono di colore grigio-blu colore che viene loro conferito dalla pruina che le ricopre. Se vengono strofinate tra le dita, si asporta la pruina e appaiono verdi e con pagina percorsa da tante nervature parallele convergenti negli apici. i

Curio ficoides- foglia

I fiori, portati sulle estremità apicali degli steli o a livello delle ascelle fogliari, sono capolini di colore bianco -crema o bianco verdastro.

I semi sono piccoli e scuri.

Fioritura

Il Curio ficoides fiorisce in autunno e i in inverno.

Curio ficoides-coltivazione

 

Coltivazione del Curio ficoides

Esposizione

E’ una pianta che si sviluppa abbastanza bene anche all’ombra della chioma di degli alberi, ma prospera al meglio se coltivata in un un luogo caldo e in pieno sole per molte ore del giorno. Tollera bene la salsedine e i venti salmastri. Non teme il freddo e resiste anche alle temperature inferiori ai -2 /-10° C per pochi giorni. Non tollera invece l’ambiente troppo umido e gli inverni piovosi.

Terreno

E’ una pianta succulenta che predilige un substrato sciolto, ricco, ben drenato con pH leggermente acido a leggermente alcalino. Cresce bene anche nei terreni poveri e ghiaiosi.

Annaffiature

Il Curio è una pianta dei climi tropicali quindi ama il terreno appena umido e non fradicio. Va annaffiato com parsimonia dalla dalla primavera all’autunno. In inverno, invece, le annaffiature vanno praticate raramente e solo nel caso in cui la pianta viene coltivata in vaso in quanto è abbastanza resistente alla siccità. Gli eccessi idrici provocano il marciume delle radici e la perdita delle foglie.

Concime-granulare

Concimazione

La pianta va concimata con un fertilizzante specifico per piante grasse. Si può somministrare 1 volta al mese quello liquido opportunamente diluito nell’acqua delle annaffiature o distribuire ai piedi del cespo, ogni 3 mesi, quello granulare a lenta cessione.

Curio ficoides: coltivazione in vaso

Questa bellissima pianta ornamentale si adatta alla coltivazione in vaso solo se adeguato alle dimensioni della radice e della parte aerea, preferibilmente di terracotta per evitare il rischio di ristagni idrici. Come terriccio va utilizzato quello soffice e ben drenato specifico per piante grasse. Come materiale drenante di fondo è ottima l’argilla espansa.

Curio ficoides-pianta succulenta

Rinvaso

Il rinvaso  va fatto ogni anno, in primavera.durante la stagione primaverile. E’ necessario usare un contenitore più ampio e profondo per permettere alla pianta di sviluppare il suo apparato radicale.

Ecco come procedere:

  1. si estrae delicatamente la pianta dal terreno per non danneggiare la radice;
  2. con un coltellino ben affilato si eliminano eventuali radici secche o marce;
  3. si coprono i fori di drenaggio con pezzi di coccio;
  4. si mette sul fondo del vaso del materiale drenante;
  5. si aggiungono 4-5 cm di terreno adatto e poi inserisce la pianta;
  6. si aggiunge terreno fino al colletto e lo si compatta tutto intorno con le mani;
  7. si copre la superficie del terreno con ghiaia o argilla espansa;
  8. si nebulizza il terreno con acqua preferibilmente piovana;
  9. si rimette il vaso nello stesso posto di prima:
  10. a distanza di 2-3 giorni si annaffia.

Curio ficoides-moltiplicazione

Moltiplicazione del Curio ficoides

La pianta si riproduce per seme e ancora più facilmente e più velocemente per talea.

Moltiplicazione per seme

I semi vengono seminati in una pentola contenente terreno specifico, integrato con sabbia e mantenuto umido, coperto, e al calore di 15-20° C fino alla germinazione che generalmente avviene in circa 2 settimane. Non appena si vedono le prime foglioline, si toglie la copertura e si lasciano irrobustire le nuove piantine e quando sono facili da maneggiare si trapiantano singolarmente in vasi ed esposte alla luce diretta fino al momento della messa a dimora definitiva.

Propagazione per talea

Nuovi esemplari di Curio ficoides  si possono ottenere anche per talea di steli, all’inizio dell’autunno o all’inizio della primavera

  • Si tagliano, con un coltello ben affilato e disinfettato steli forti e sani a livello di un nodo provvisto di un ciuffo di foglie;
  • le talee si prelevate, si mettono a  radicare, in un cassone contenete un miscuglio di torba e sabbia in parti uguali, mantenuto umido, coperto da una pellicola trasparente e alla temperatura di 18- 20° C .

A radicazione avvenuta si rimuove la copertura; si lasciano irrobustire le nuove piante e solo quando le radici saranno ben sviluppate  potranno essere trasferite in vasi singoli o a dimora definitiva.

Potatura

La pianta di Curio ficoides Mount Everest va potata solo per conservare l’armonia di forma alla chioma. Si recidono del tutto i rametti secchi e si accorciano quelli troppo lunghi che hanno un aspetto disordinato (si possono utilizzare come talle). I rametti potati emetteranno nuovi ciufi di foglie.

Curio ficoides-Vaso

Impianto o messa a dimora

Le piante di Curio ficoides si mettono a dimora quando il pericolo delle gelate notturne è del tutto scongiurato e il periodo varia a seconda del clima del luogo.

Abbinamenti

In piena terra il Curio ficoides si abbina perfettamente con altre piante grasse o succulente e in particolar modo con il Sedum preferibilmente a fiori gialli e, se si vuole realizzare un aiuola dal design cromatico contrastante l’accostamento ideale è con la Protea.

protea-coltivazione

Parassiti e malattie del Curio

E’ una pianta sensibile agli attacchi:

  • degli afidi, minuscoli parassiti che si annidano lungo gli steli se nelle ascelle fogliari;
  • del ragnetto rosso, un piccolo acaro la cui presenza viene evidenziata da ragnatele filiformi tese fra gli steli;
  • della mosca bianca, un aleurodide molto diffuso nei luoghi caldi, umidi, poco ventilati e  difficile da debellare.

Tra le malattie fungine soffre la Ruggine e il marciume delle radici.

Cure e trattamenti

Le infestazioni di mosca bianca vanno prevenute con trappole cromotropiche oppure con l’impiego di insetti antagonisti come l’Encarsia formosa. Attacchi massicci di afidi e di infestazioni fungine sono utili i trattamenti con specifici antiparassitari e  antifungini.

Usi

Le piante di Curio vengono utilizzate in giardinaggio nei giardini rocciosi. ghiaiosi, come bordature e nella realizzazione di aiuole sempreverdi resistenti alla siccità. Negli ultimi anni Il Curio ficoides viene utilizzato come portainnesto di altre piante succulente.

Senecio ficoides

Il Curio ficoides è una pianta velenosa?

E’ una pianta che come la portulaca e altre piante succulente è commestibile pertanto non rientra nella lista delle piante pericolose per l’uomo e gli animali domestici.

Curiosità

Il Curio ficoides o Senecio ficoides, fu descritto per la prima volta nel 1753 da Carlo Linneo come Cacalia ficoides ed è conosciuta in altri paesi anche come Kleinia ficoides. L’epiteto specifico ficoides sembra alludere alla somiglianza dei fiori simili a fichi.

Un’altra pianta succulenta molto decorativa che appartiene alla stessa famiglia del Curio è il: Senecio rowleyanus o pianta del Rosario.

Galleria foto Curio ficoides- Senecio ficoides

LauraB
  • Redattore specializzato in Casa e Giardinaggio
  • Scrittore e Blogger
Google News
Il meglio di Casaegiardino.it

Ricevi gratuitamente la newsletter con le migliori guide ed articoli esclusivi.

Commenti: Vedi tutto

Lascia una risposta