Conifere nane da balcone


Come abbellire il balcone o terrazzo della propria casa esposto al sole o all’ombra con le conifere nane sempreverdi caratterizzate da una crescita lenta, eleganti nel portamento, nella forma e il colore del fogliame, resistenti alla siccità ma anche al gelo invernale. 

Obtusa



Conifere nane per balcone al sole

Ginepro Old Gold – Juniperus Old Gold

Juniperus chinensis è la più diffusa conifera a portamento espanso, coltivato in piena terra nei giardini come coprisuolo. La varietà  “Old Gold” è particolarmente decorativa e ideale per la coltivazione in vaso.  Ha fogliame di colore bronzo e giallo, raggiunge un’altezza di circa 1,2 metri ed è resistente al vento e al freddo. Va rinvaso ogni anno e concimato regolarmente con un fertilizzante per piante verdi.

Podocarpus

Podocarpus

Noto come Pino nano da vaso coltivato sotto forma di bonsai.  Ha fitti rami a portamento eretto o inclinato con foglie lanceolate ed oblunghe di colore verde. Produce piccoli frutti rossi o violacei. Va coltivato in luogo soleggiato e annaffiato 2/3 volte alla settimana.


Leggi anche: Cipresso di Hinoki – Chamaecyparis obtusa

Pino-Mugo

Pino mugo

Pinus mugo varietà Gnom, una varietà innestata molto decorativa caratterizzata da una crescita molto lenta e che viene coltivata anche a bonsai. Forma un piccolo arbusto sempreverde  dal comportamento compatto con rami ricoperti da folti ciuffi aghiformi e lunghi. In primavera produce infiorescenze di colore giallo-crema seguite poi da piccole pigne che persistono sui rami anche per 2 anni o più prima di aprirsi. Va esposto al sole, concimato regolarmente da Marzo a Ottobre e annaffiato quando il terriccio è completamente asciutto. Si rinvasa in primavera.

Conifere per balcone all’ombra

Per i balconi o le terrazze esposte all’ombra la scelta è vasta per accrescimento e colore del fogliame.

Tasso-Taxus

Tasso nano

Il Tasso, Taxus, la varietà dorata del Giappone è perfetto per la coltivazione all’ombra e adatto a formare una bassa copertura delle ringhiere dei balconi. Va annaffiato con moderazione e rinvasato fino a quando le dimensioni del vaso lo consentono dopodiché va trasferito a dimora in piena terra.

Abete-argentato-rami


Potrebbe interessarti: Piante del mese di Novembre

Picea pungens glauca

Conosciuto anche come abete argentato o abete blu è una conifera dalla chioma sempreverde globosa con fusto ramificato rivestito da una corteccia rugosa di colore marrone chiaro. I rami sono ricoperti da spessi e lunghi aghi di colore verde-azzurro o argenteo. resiste alle temperature rigide dell’inverno fino a -30° C. va regolarmente concimato con un concime specifico per piante verdi e annaffiato solo quando il terreno è completamente asciutto.

Pinus-pino

Pinus maximinoi

Conosciuto come come pino a foglia sottile, è una specie di conifera della famiglia delle Pinaceae diffuso allo stato selvatico in America Meridionale fino ad altitudini di 1.500-2.400 metri. Ha rami sottili avvolti da manicotti ricchi di aghi lunghi e flessibili, di colore verde glauco.

Cipresso Goldcrest -cipresso della California

Cipresso nano

Il Cipresso Goldcrest è una pianta ornamentale sempreverde adatta ad essere coltivata in vaso. Si presenta con una forma stretta e allungata, molto elegante. Ha piccole foglie con forma triangolare affusolata disposte a formare tanti piccoli ventagli che in primavera appaiono di colore giallo oro-verde. In autunno le fronde virano di colore e con la loro vivace ed intenso arancio intenso.

Conifere nane da mezz’ombra

Obtusa nana

È una conifera nana che supera il metro e mezzo di altezza dopo circa 25 anni. Ha rami appiattiti con foglie squamiformi di colore verde intenso. Non necessita di cure particolari, tantomeno di potature. Resiste bene sia al caldo che al freddo anche a temperature fino a -30° C ma non sopporta i ristagni idrici. E’ perfetta per le zone a mezz’ombra.

Abbinamenti

Le conifere nane possono essere accostate anche a piante da fiore perenni o annuali che fioriscono copiosamente durante l’arco dell’anno.

In primavera possono essere accostati a piante di Tulipani, Narcisi e Iris oppure intervallate con piante di Forsythia o Camelia.

In estate è possibile abbinarle con Plumbago, Surfinia o i colori vivaci della Calibrachoa. Nei mesi autunnali saranno valorizzate con Echinacea, Anemone e i vari tipi di Heuchera.

In inverno saranno perfette con piante di Ciclamino o di Erica nelle tonalità del bianco, rosa, rosso e porpora.

Come scegliere le conifere nane: guida all’acquisto

Per l’acquisto di conifere in vaso sane e vigorose bisogna prestare attenzione al momento dell’acquisto. Vediamo cosa fare.

  1. Bisogna prestare attenzione soprattutto allo stato chioma che deve essere folta dalla base fino alla sommità.
  2. Il colore di tutte le foglie deve essere omogeneo,privo di ingiallimenti o di zone necrotiche,
  3. Il piede della pianta deve essere integro, senza ferite, non ginocchiato.
  4. Il pane di terra che avvolge la radice deve essere compatto.
  5. Le radici devono essere completamente ricoperte dal terreno e imbrigliate in esso. Se estraendo la pianta dal vaso il terriccio si separa dalla radice si tratta sicuramente di una pianta invasata da poco e in questo caso è preferibile non acquistarla perché la pianta non è stabilizzata, l’attecchimento incerto e il rischio di perderla è enorme.

Conifere nane: coltivazione in vaso

Esposizione

Varia a seconda della varietà scelta: conifera per il pieno sole, per l’ombra parziale o totale. Per quanto riguarda la temperatura bisogna fare attenzione solo a ripararle dal caldo eccessivo dei mesi estivi soprattutto nelle ore più calde del giorno. Non temono invece il vento e le basse temperature. Sui terrazzi o balconi privati una rotazione delle conifere durante i periodi di maggior rischio potrebbe dar vita a un giardino mobile di grande effetto visivo.

Terreno

Le Conifere nane prediligono un terreno fertile e acido. Il terreno di coltivazione ottimale è un miscuglio di terriccio, sabbia e torba in parti uguali..

Annaffiature

Le piante vanno annaffiate con moderazione per mantenere umido il terreno evitando gli eccessi idrici che sono la causa del marciume delle radici. In inverno è preferibile togliere anche il sottovaso. eliminate il sottovaso nelle mezze stagioni e in inverno così da non favorire ristagni per il riassorbimento dell’acqua in eccesso. Pacciamate con corteccia di pino e non rimuovete gli aghi caduti, anzi gettate nel vaso quelli raccolti a terra, formeranno un tappeto acidificante e in grado di inibire la crescita di malerbe.

Concimazione

Le conifere nane vanno concimate almeno una volta l’anno con un fertilizzante liquido, equilibrato in azoto (N), fosforo (P) e potassio (K) arricchito in zolfo (S), ferro (Fe) e rame (Cu). Il concime va opportunamente diluito nell’acqua delle annaffiature e distribuito lontano dal fusto della pianta, verso la zona periferica del vaso.

Rinvaso-pianta

Rinvaso

Va fatto quando le radici fuoriescono dai fori del drenaggio del vaso o il terreno  a disposizione si è ridotto di volume, la pianta come si dice in giardinaggio “ ha mangiato” tutta la terra e al suo posto ci sono solo radici.

Quando il terreno è completamente asciutto, si estrae la pianta dal vaso e si trasferisce in un altro di dimensioni più grandi dopo aver reciso le radici più vecchie, lasciando quelle nuove e vitali.

Si utilizza nuovo terriccio fresco e fertile e si copre la pianta fino al colletto.

Si compatta il terreno intorno al tronco e solo dopo 2-3 giorni si annaffia, sempre con moderazione.

Consigli

Per mantenere inalterato il pH del terreno è bene effettuare una pacciamatura sulla superficie del terreno utilizzando cortecce o aghi di pino oppure di tanto in tanto aggiungere all’acqua delle annaffiature un po’ di aceto o succo di limone.

Podocarpus-vaso

Cure

Eliminare le erbe infestanti che spuntano nel terreno. In estate e in inverno l’apparato radicale delle Conifere nane va protetto con un doppio vaso di terracotta.

Galleria foto Conifere

LauraB

Commenti: Vedi tutto