Come scegliere il prato giusto per le nostre esigenze

Rita Paola Maietta
  • Giornalista Pubblicista

Un bel giardino non è composto soltanto da fiori, alberi e vegetali, ma anche dall’erba. Di seguito, ti spiegheremo come scegliere il prato giusto per le tue esigenze. 

Come scegliere il prato giusto per le nostre esigenze 1

Sia che tu abbia uno spazio esterno piccolo o grande, il prato giusto può fare la differenza. Il manto erboso di un giardino viene comunemente chiamato erba. In realtà, esistono diverse tipologie di erba per realizzare il prato dei tuoi sogni. Per ottenerlo, dunque, dovrai seminare il tipo di semente giusto.

In fase di progettazione del giardino, dovrai scegliere un’area da destinare al prato. Sarà il tuo scopo principale definire il tipo di semente da utilizzare: un prato che richieda bassa manutenzione, oppure molto verde o, ancora, resistente alla siccità. Ad esempio, se il tuo prato sarà soltanto ornamentale, potrai optare anche per una tipologia di erba molto delicata. Se il tuo prato, servirà soprattutto per far divertire i tuoi bambini il tipo di erba sarà necessariamente diversa.

Quindi, prima di procedere alla realizzazione del tuo prato, dovrai conoscere i tipi di erba e prati utilizzabili, considerando le caratteristiche delle specie. Ovviamente, dovrai prendere in considerazione anche altri parametri ovvero: il clima ed il terreno. 

Dopo aver seminato e aver visto nascere e crescere l’erba, questa verrà mantenuta. Bisognerà capire quando tagliare, irrigare e mantenere al meglio il proprio prato. Ma andiamo con ordine.

Come scegliere il prato giusto per le nostre esigenze 2

Come scegliere il prato giusto per le nostre esigenze: criteri da seguire

Come hai potuto leggere più sopra, esistono dei criteri per poter scegliere a priori la tipologia di prato perfetta per il proprio giardino.

Il primo riguarda l’uso che si farà del prato. Deve essere un prato fiorito oppure sportivo? Ti servirà per il tempo libero o per un fine ornamentale? Lo vuoi classico o rustico? Un prato vissuto deve prevedere un’erba in grado di poter resistere anche allo stress dovuto ad esempio, al calpestio.

In secondo luogo, dovrai considerare l’esposizione del tuo giardino, ed il clima a cui è soggetto. Ad esempio, se il tuo giardino è in ombra, dovrai utilizzare un’erba speciale per l’ombra. Nel caso in cui, invece, il tuo giardino è molto esposto al sole, troverai l’erba perfetta per la siccità. Se vivi in un luogo molto freddo, dovrai seminare un’erba molto resistente.

Il terzo criterio che dovrai necessariamente considerare è la manutenzione che tu vuoi e puoi dare al tuo prato. Alcune tipologie, infatti, richiedono di essere falciati più di altri. Altri, invece, richiedono di essere irrigati frequentemente e, altri ancora di essere concimati più di altri.

Come scegliere il prato giusto per le nostre esigenze 3

Come scegliere il prato giusto per le nostre esigenze: tipi di sementi

Le sementi per il tuo prato si dividono generalmente in microterme e macroterme. Approfondiamole entrambe.

Le microterme crescono attivamente sia in primavera che in autunno e, per questo motivo, possono creare un prato uniforme e compatto anche in presenza di climi freddi o umidi. Tra le microterme spiccano: l’agrostis, la festuca rubra e la festuca aundinacea.

Le macroterme si adattano perfettamente a climi caldi o miti e crescono bene soltanto a temperature tra i 25 e 35°C. Resistono bene ai parassiti ma meno agli insetti. Tra le macroterme spiccano: la gramigna, la Zoysia japonica e il Paspalum.

Come scegliere il prato giusto per le nostre esigenze 4

Come scegliere il prato giusto per le nostre esigenze: tipi di prato

Prato rustico

Grossolano e dal punto di vista estetico, non molto ordinato. Puoi optare per questa tipologia di prato se la tua è una casa di campagna e, in generale, se vuoi mantenere un aspetto naturale al tuo spazio esterno. Resiste bene ed è anche in grado di rinforzare pendii, scarpate e punti di terreno che potrebbero essere a rischio frana.

E’ indicato se hai bisogno di un prato resistente e che richieda poche cure, perfetto anche se hai bambini. Infatti, resiste bene sia alle erbacce che ai climi secchi. Lo puoi realizzare con sementi quali laliun perenne, festuca rubra, poa pratensis.

Prato inglese

Puoi ottenere il prato inglese con microterme graminacee. Il prato inglese si sposa bene con i climi umidi, ma non troppo caldi. E’ il prato ornamentale per eccellenza ma, ovviamente, è quello che richiede più cure, sia da punto di vista della potatura che dal punto di vista della falciatura. Puoi sceglierlo se hai uno spazio esterno non troppo grande a meno che non disponi di un impianto di irrigazione molto funzionale.

Caratterizzato da un verde intenso, si presenta soffice e deve essere sempre ordinato grazie a tagli regolari. Si può realizzare con la Festuca arundinacea e la Poa pratensis.

Prato di gramigna

Perfetto per i climi più caldi perché più resistente di un prato inglese. Resta verde anche in estate, crescendo vigorosamente e velocemente. Resiste bene anche al calpestio.

Prato sportivo

Composto da un mix di erbe particolari, selezionate ad hoc, resiste bene al calpestio prolungato. Non solo per i campi sportivi ma, i prati sportivi si possono usare anche negli spazi esterni delle case private.

Come scegliere il prato giusto per le nostre esigenze 5

Come scegliere il prato giusto per le nostre esigenze: foto e immagini

Hai già capito come scegliere il prato giusto per il tuo giardino? Ti lasciamo ancora qualche idea.