Come scegliere gli attrezzi per la cura dei bonsai

Sapevi che esistono degli attrezzi speciali per curare i bonsai? In questo articolo, te ne offriremo una piccola dettagliata panoramica.

Come scegliere gli attrezzi per la cura dei bonsai 1

La coltivazione del bonsai appassiona sempre più persone nel mondo e ciò accade anche in Italia. Prima di iniziare la coltivazione di questa pianta molto particolare, è necessario sapere che esistono degli attrezzi specifici per la sua cura.

Perché ciò accade? Perché il bonsai è notoriamente una pianta parecchio delicata, che ha bisogno di cure speciali. Si tratta di piccoli arbusti che devono crescere e proliferare in un ambiente ristretto e rispettare alcune regole stilistiche. Se verranno utilizzati gli attrezzi giusti, il bonsai crescerà nel modo corretto.

In commercio esistono dei kit specifici destinati alla cura del bonsai. Il loro acquisto potrebbe rappresentare un vero e proprio investimento per iniziare. Infatti, se si vogliono attrezzi qualitativamente validi, bisogna prepararsi a spendere anche parecchi soldini.


Leggi anche: 9 attrezzi da giardino indispensabili

Del resto, il bonsai è una pianta delicata: se gli strumenti acquistati dovessero non essere  validi potrebbero danneggiare la pianta. Oppure, in ogni caso, potresti utilizzare gli attrezzi per poco tempo e poi doverli sostituire. Stando a questo ragionamento, dunque, meglio spendere un po’ in più anche per avere efficacia dall’attrezzo. Inoltre, meglio puntare sulla qualità, appunto, piuttosto che sulla quantità.

Gli attrezzi migliori migliori provengono di solito dal Giappone. Altri, con un buon rapporto qualità prezzo provengono dalla Cina. Inizia con pochi strumenti e poi aggiungi elementi alla collezione, piano piano.

Infatti, ci sono svariate operazioni che puoi compiere sul bonsai. La più importante è la potatura. Soltanto facendo pratica potrai acquisire manualità e maturare nuove idee da far prendere vita sul tuo bonsai. Di conseguenza, avrai bisogno di strumenti nuovi.

Generalmente, gli attrezzi si differenziano tra loro per il materiale in cui sono realizzati ovvero: acciaio comune (o carbonio) e acciaio inox. Il primo è più economico ma con elevate prestazioni di taglio. Tra i punti a suo sfavore: teme la corrosione. Problema a cui si può ovviare pulendo sempre correttamente gli strumenti. Per quanto riguarda l’acciaio inox, invece, quest’ultimo non si arrugginisce. Per contro, ha un prezzo più alto.


Potrebbe interessarti: Pianta del caffè d’appartamento – Coffea arabica

Dopo questa premessa, è giunto il momento di entrare nel vivo per valutare quali sono gli strumenti più utili per la cura di un bonsai.

Come scegliere gli attrezzi per la cura dei bonsai 2

Gli attrezzi da bonsai per iniziare

Come scegliere gli attrezzi per la cura dei bonsai 4


Hai problemi con le piante? Iscriviti al gruppo

Per poter iniziare a prenderti cura del tuo bonsai, ci sono alcuni attrezzi di cui non puoi fare a meno. In primo luogo, le forbici. Queste ultime non devono essere delle forbici qualunque. Infatti, devono essere caratterizzate da manici lunghi e lame strette. La loro funzione sarà quella di tagliare i rametti e le foglie. Un altro paio di forbici, invece, più robuste e meno sottili, serviranno per recidere le radici.

Oltre alle forbici, sarà utile un tronchese. La sua funzione sarà quella di potare i rami. La tipologia verso cui dovresti orientarti è quella con taglio concavo. Il perché è da rintracciare nel fatto che permette di tagliare il ramo nettamente, vicino al tronco.

Così la ferita si può rimarginare con velocità. Inoltre, per una potatura perfetta, ti potrà servire anche un tronchese a taglio sferico. Quest’ultimo, sarà in grado di svuotare il legno parzialmente, facilitando la formazione della cicatrice, riempendo il vuoto velocemente. E, dunque, addio rigonfiamenti.

Gli attrezzi da bonsai più specifici

Come scegliere gli attrezzi per la cura dei bonsai 3

Dopo esserti procurato le forbici e le tronchesi, e aver iniziato a prenderci la mano con le potature, potrai passare ad attrezzi più specifici.

In particolare, potrai usare del filo metallico. Quest’ultimo si può acquistare sia in alluminio che in rame (prima di applicarlo deve essere ricotto). Il suo scopo è quello di far crescere il bonsai in modo lineare. Certo, quello nudo e crudo non è molto bello da vedere. Per tagliare il filo metallico ti servirà una pinza per Jin che serve anche a correggere la piegatura del filo.

In aggiunta, potrai aggiungere un rastrellino, la cui funzione è quella di ripulire il terreno. Di questo strumento, sulle prime, puoi anche farne a meno, servendoti di una forchetta. Una spazzola specifica, invece, ti servirà per poter pulire il tronco ed evitare che il muschio ci cresca sopra.

Ultimo ma non ultimo elemento utile: la pasta cicatrizzante. In commercio ne esistono tantissime e sono diverse per rigidità e colore. La pasta è utile sia alle conifere quanto alle latifoglie. Attenzione ad utilizzarla sempre con le dita umide e metterla sulla parte della pianta che ne ha bisogno.

Naturalmente, dovrai prenderti cura anche degli attrezzi del tuo bonsai. A tal proposito, non dovrebbe mancare una pietra per affilarli.

Come scegliere gli attrezzi per la cura dei bonsai – foto e immagini

Ora che gli attrezzi per la cura del bonsai non hanno più segreti per te, non ti resta che metterti alla ricerca di quelli migliori per le tue piante.

Rita Paola Maietta
  • Giornalista Pubblicista dal 2010
  • Laurea Magistrale in Scienze della Comunicazione
  • Master in Comunicazione, specializzazione in Design, Arredamento, Lifestyle
Suggerisci una modifica