Come realizzare una siepe spinosa per recintare il giardino

Sei alla ricerca di privacy per il tuo giardino? Puoi provare a realizzare una siepe spinosa per recintarlo e proteggerlo da attacchi esterni. Di seguito, ti spiegheremo come fare.

Come realizzare una siepe spinosa per recintare il giardino 1

Hai bisogno di privacy per il tuo spazio esterno? Sappi che puoi ottenere un risultato impeccabile non soltanto con i sistemi di sicurezza più avanzati e tecnologici ma anche con una bella siepe spinosa. Le piante su cui puntare sono tante: da bacche a cespuglio, arbustive e tanto altro.

Delimitare un giardino non è sempre una scelta semplice. Sicuramente servirà un cancello e, spesso, per delimitare la restante parte, un muro rappresenta l’opzione più veloce ed economica su cui ripiegare. Se si sceglie una siepe, in alcuni casi, bisognerà non solo mettere in preventivo dei costi più elevati e attendere del tempo, il tempo necessario affinché le piante crescano.


Leggi anche: Prugnolo selvatico – Prunus spinosa

Piante che possono appartenere a molte tipologie diverse tra cui spiccano, ovviamente, le spinose. Non sempre creare una siepe di questo tipo si traduce in un grande dispendio economico. In passato, costituivano l’unico modo possibile per delimitare il territorio.

In tempi moderni oltre a delimitare, la siepe ha anche una funzionalità estetica e paesaggistica. Non è escluso che una siepe possa diventare il luogo preferito da insetti ed animali selvatici di trovare un riparo.

Di seguito, ti illustreremo come realizzare una siepe spinosa per proteggere la privacy e la sicurezza del tuo giardino.

Come realizzare una siepe spinosa per recintare il giardino 2

Siepe spinosa: quali piante scegliere

Come realizzare una siepe spinosa per recintare il giardino 3

Le siepi che hanno la funzione di recinto devono essere realizzate con piante sempreverdi. Soltanto in questo modo potranno garantire la giusta copertura durante tutto il corso dell’anno. Puoi optare per una sola specie di pianta, ma anche per specie diverse. Devi soltanto fare attenzione al tipo di terreno e al clima in cui ti trovi. Come abbiamo scritto più su, le piante spinose assicurano una copertura maggiore.

Spesso la scelta ricade su: Berberis, Pyracantha, rose, se si vuole una siepe non tanto alta; al contrario, se la si vuole più alta puoi scegliere tra: Robinia e Gleditsia.


Potrebbe interessarti: Cleome coltivazione

Per quanto riguarda la Berberis si tratta di una pianta che predilige il pieno sole, anche se non disdegna la mezz’ombra. Se dovesse essere esposta in luoghi troppo poco soleggiati, le sue foglie potrebbero diventare gialle.

Per queste tipologie di piante il terreno giusto è caratterizzato da terriccio universale a cui viene aggiunta della sabbia o della pietra pomice. Lo scopo è far sì che il terreno diventi ben drenato. Come fertilizzante, lo stallatico potrebbe essere l’ideale. Inoltre, attenzione alle annaffiature che dovrebbero essere abbondanti, soprattutto quando fa molto caldo.

Tra le altre piante utili a realizzare una siepe spinosa spiccano: pyracantha, agrifoglio, biancospino, robinia e arancio trifogliato. Quest’ultima pianta è caratterizzata da spine lunghe ed appuntite che possono raggiungere anche i 5 cm di lunghezza. Per quanto riguarda l’altezza, invece, questa può arrivare fino a 7 metri. I fiori che produce sono bianchi tanto che oltre che per una siepe di protezione, l’arancio trifogliato è anche molto ornamentale.


Hai problemi con le piante? Iscriviti al gruppo

Siepe spinosa: caratteristiche essenziali

Come realizzare una siepe spinosa per recintare il giardino 4

Una siepe spinosa, per assolvere alla sua funzione, deve rispondere a tre caratteristiche fondamentali. La prima è che deve essere folta. Per diventarlo, dovrebbe essere piantata in modo tale da potersi sviluppare armonicamente e pienamente. Le piantine, insomma, non dovrebbero essere poste ne troppo lontane (ci sarebbero dei vuoti), ne troppo vicine (la siepe potrebbe svilupparsi più verso l’alto che altro).

Inoltre, la siepe dovrebbe essere profonda. Per ottenere questo effetto, le piante dovrebbero essere poste almeno su due file. Solo così le piante potrebbero sviluppare una fascia che si penetrerebbe soltanto con difficoltà.

Naturalmente, l’impenetrabilità della siepe si otterrà soltanto se questa è continua. Attenzione, dunque, non solo alla disposizione ma anche alla sostituzione delle piante che muoiono o seccano, lasciando alcune aree meno impervie o scoperte.

Siepe spinosa: la messa a dimora

Come realizzare una siepe spinosa per recintare il giardino 5

Se devi piantare la tua siepe spinosa da zero, il terreno di cui disponi deve essere lavorato. Dovresti trattarlo proprio come se fosse uno scasso di frutteto, servendoti se possibile di uno scavatore che ti garantirà uno scavo profondo almeno 40 centimetri. I sassi grandi dovrebbero essere eliminati. In questa sede, ti occuperai anche di verificare se ci sono o meno ristagni di acqua. Per quanto riguarda il concime, meglio servirti di quello organico ma a lenta cessione.

Le buche devono essere grandi almeno il doppio della zolla e, sul fondo, deve essere messo del drenaggio con i fertilizzanti di cui sopra. Per disporre le piante, prevedi tre file, con una distanza che varia a seconda della specie della pianta. Gli alberi o le piante spinose devono essere posizionate nella fila di mezzo. 

Come realizzare una siepe spinosa per recintare il giardino – foto e immagini

Ora che sai come realizzare una siepe spinosa a prova di intrusione, non ti resta che provare a mettere in pratica tutto ciò che hai letto in questo articolo. Prima, però, dai ancora un’occhiata alle immagini che abbiamo selezionato per te.

Rita Paola Maietta
  • Giornalista Pubblicista dal 2010
  • Laurea Magistrale in Scienze della Comunicazione
  • Master in Comunicazione, specializzazione in Design, Arredamento, Lifestyle
Suggerisci una modifica