Come abbinare le piante giuste sul proprio balcone

Vuoi rendere più green il tuo balcone? Scopri come abbinare le piante giuste per trasformarlo in un luogo speciale.

Come abbinare le piante giuste sul proprio balcone 1

Il balcone può costituire uno spazio alternativo al giardino. Proprio lì potrai dare libero sfogo al tuo pollice verde. Per la coltivazione di piante in balcone dovrai tenere conto delle caratteristiche strutturali, ed ambientali dello spazio di cui disponi.

Prima di tutto, dovrai valutare l’esposizione al sole. Il sole, infatti, è fondamentale per far crescere le tue piante, soprattutto in un ecosistema artificiale come un balcone. Un orientamento ideale potrebbe essere ad Est/Sud Est per il sole mattutino e Ovest/Sud Ovest per il pomeriggio. Il sole caldo di Mezzogiorno andrebbe evitato, per non danneggiare le piante. A ciò, si può comunque ovviare con pergolati o tendaggi. Attenzione anche ad eventuali ombre proiettate dagli edifici vicini.


Leggi anche: Arredare il balcone con Ikea

Non dimenticare anche di considerare il vento. Questo elemento naturale potrebbe danneggiare le tue piante spezzandole. Per ovviare al problema esistono delle pareti vetrate oppure delle siepi.

Considera, ovviamente, anche la portata del tuo balcone. I vasi più pesanti andranno posizionati sulle strutture portanti. Inoltre, i contenitori ed il materiale per terriccio dovrebbe essere il più leggero possibile. Il pavimento del balcone, inoltre, dovrebbe essere controllato in quanto ad impermeabilizzazione.

Dopo aver considerato questi fattori, tieni a mente che, gli accostamenti tra le piante rispettano non solo i gusti personali, ma anche quelli colturali di ciascuna specie. L’espressione più alta dell’abbinamento tra piante è la bordura inglese, una vera e propria scienza che, in UK differenzia i giardinieri bravi da quelli che non lo sono.

Naturalmente, ci sono delle piante che stanno bene insieme rispetto ad altre. Vediamo qualche regola da seguire.

Come abbinare le piante giuste sul proprio balcone 2

Come abbinare le piante giuste sul proprio balcone: piante tra cui scegliere

Se scegli dei piccoli arbusti, diventeranno il punto focale del tuo balcone. Essi necessiteranno di contenitori di grandi dimensioni. I sempreverdi sono una scelta sicura perché apparentemente, non mutano. Le caducifoglie (es. acero), invece, faranno mutare l’ambientazione del tuo balcone nel corso dei mesi.

Puoi scegliere anche alberi da frutta nani. Essi necessitano di concime e di una buona esposizione. Otterrai ottimi effetti decorativi. Non dimenticare le rose anche se, in generale, le piante più indicate sono i rampicanti per la loro capacità di svilupparsi verso l’alto. Ricordati di utilizzare delle varietà a sviluppo contenuto. Un accorgimento che ti eviterà rinvasi e potature continue. Le piante erbacee e bulbose rifiniranno i dettagli del tuo balcone.


Potrebbe interessarti: 10 varietà di fiori da piantare ad ottobre sul balcone

Come abbinare le piante giuste sul proprio balcone 3

Come abbinare le piante giuste sul proprio balcone: colori differenti ma forme simili

Tra i segreti spesso utilizzati dai garden designer c’è quello di abbinare colori diversi ma forme simili. Questo effetto, si può agevolmente ottenere grazie ad alberi sempreverdi o dal fogliame molto fitto purché di varietà differenti. Tra una pianta e l’altra usane altre dai colori diversi. Un esempio su tutti è l’Allium. Grazie a questa pianta raffinata, dallo scapo sottile, le altre e i fiori sembreranno sospese. I contrasti di forme e colori, valgono sempre, sia su grandi terrazzi che in balconi piccini.


Hai problemi con le piante? Iscriviti al gruppo

Forme e volumi contrastanti creeranno un altro abbinamento perfetto sul tuo balcone. Ricordati di avvicinare i verdi e le fioriture, creando un insieme morbido ma scomposto. Immagina fogliami tutti diversi.

Per quanto riguarda i colori, un abbinamento molto particolare, è quello a masse di colori. In pratica, bisogna disporre le varie colorazioni o, secondo schemi ben organizzati oppure liberi al fine di ottenere un effetto molto particolare.

Come abbinare le piante giuste sul proprio balcone 4

Come abbinare le piante giuste sul proprio balcone: giochi di altezze

Tra le regole base nell’abbinamento delle piante sul tuo balcone c’è quella di rispettare le altezze. Il che significa che le piante più alte vanno dietro mentre quelle più basse davanti. Se gli alberelli sono pochi, la bordura sembrerà più profonda perché la visuale sarà più libera.

Le piante sul fondo devono essere disposte in modo ben compatto, senza rubare la scena a chi farà da capofila. Inoltre, bisognerà fare in modo che le fioriture dovranno susseguirsi: dovrebbero sbocciare prima le file davanti e poi, lentamente, quelle in fondo. Del resto, sono proprio le foglie a dare compattezza all’insieme. Sono le foglie che si vedono tutto l’anno e che possono essere non solo di colore verde, ma anche rosso e grigio, a seconda della stagione.

Nelle file davanti potrai disporre piante perenni, annuali o bulbose ma comunque ben fiorite o che colpiscono l’occhio. Se le bulbose vengono spesso divise, le annuali potrebbero morire una volta andate a seme.

Come abbinare le piante giuste sul proprio balcone 5

Come abbinare le piante giuste sul proprio balcone: foto e immagini

Come abbinerai le piante sul tuo balcone? Speriamo di esserti stati d’aiuto, intanto, trova ancora qualche ispirazione dalla nostra galleria di immagini.

Rita Paola Maietta
  • Giornalista Pubblicista dal 2010
  • Laurea Magistrale in Scienze della Comunicazione
  • Master in Comunicazione, specializzazione in Design, Arredamento, Lifestyle
Suggerisci una modifica
Iscriviti alla Newsletter

Ricevi gli aggiornamenti su speciali, guide e novità riguardo il mondo della casa e giardinaggio. Aggiornati dai nostri esperti di botanica e dell'arredo casa.