Cipresso di Hinoki – Chamaecyparis obtusa


Obtusa


La Chamaecyparis obtusa nana gracilis è una conifera nana coltivata a scopo ornamentale nei giardini e soprattutto in vaso come pianta sempreverde sui balconi o le terrazze della propria casa.


Caratteristiche generali Obtusa nana – Cipresso di Hinoki

La Obtusa nana gracilis è una conifera della Famiglia delle Cupressaceae originaria del Giappone dove viene coltivata, per la sua crescita molto lenta anche come bonsai.

Si tratta di una pianta dal portamento arboreo flessibile con forma conica-globosa e sommità piatta. In pieno sviluppo vegetativo, 30-35 anni, forma un folto cespuglio alto circa 1,50 metri che si estende in larghezza per 2,5 metri. La pianta di Obtusa nana gracilis dura all’incirca 50 anni.


Leggi anche: Conifere nane da balcone

Ha rami rivestiti da una corteccia filamentosa di colore marrone-rossastro e da un folto fogliame di colore verde brillante.

Le foglie sono squamiformi piccole e piatte di color verde verde sulla pagina superiore e con una specie di Y bianco -crema su quella inferiore. In primavera-estate il fogliame della Obtusa nana tende al giallo mentre durante l’inverno vira al bronzo.

Obtusa-infiorescenze

I fiori sono riunite in infiorescenze di colore brunastro-giallo o rossastro.

I frutti sono piccole pigne di colore arancio-marrone, molto decorative che persistono sui rami per circa 2 ani prima di aprirsi.

Cipresso Hinoki- Obtusa-frutti

Fioritura

La fioritura avviene in primavera, tra marzo-aprile.

Obtusa-nana.gracilis

Coltivazione della Obtusa – Chamaecyparis

Esposizione

Predilige un’esposizione soleggiata al riapro dei forti venti, ma si accontenta anche della mezz’ombra. Anche se tollera bene il caldo, in estate è consigliabile riparala nelle ore più clade del giorno dai raggi diretti del sole. Sopporta temperature invernali rigide fino ai – 25°C. Non teme l’inquinamento.

Terreno

La Obtusa anche se cresce bene in qualunque tipo di terreno, predilige quello fresco, umido, ricco di sostanza organica, ben drenato e con valori di pH da neutro a tendenzialmente acido.

Annaffiature

La pianta coltivata in piena terra anche se generalmente si accontenta dell’acqua piovana, va comunque irrigata nei periodi di prolungata siccità, specialmente durante i mesi estivi facendo comunque attenzione ai ristagni idrici che, come è noto, sono la causa primaria del marciume delle radici.


Potrebbe interessarti: Cryptomeria coltivazione

Concimazione

In primavera e autunno concimare la base della pianta con fertilizzante organico specifico per piante acidofile o per conifere.

Obtusa-coltivazione in vaso

Cipresso di Hinoki: coltivazione in vaso

E’ una confera a crescita lenta che ben si adatta ad essere coltivata come elemento singolo in un  vaso dal diametro di 30 cm o in gruppo in fioriere lunghe 1 metro, riempiti con terreno fresco, soffici e e tendenzialmente acido. Si annaffia regolarmente ma senza eccessi e si concima con un fertilizzante specifico per conifere. Sui balconi molto assolati e molo caldi in estate, il vaso va posto all’ombra parziale per evitare che la sommità della pianta venga scottata dai raggi solari delle ore più clade del giorno. Si può usare anche un doppio vaso a protezione delle radici dal freddo e dal caldo.

Rinvaso-pianta

Rinvaso

Il Cipresso di Hinoki va rinvasato ogni 2 anni o quando le radici più lunghe fuoriescono dai fori del drenaggio dell’acqua delle annaffiature.

Moltiplicazione della Obtusa nana

La riproduzione avviene per seme e per talea semilegnosa.

La semina e la propagazione per talea si effettuano in primavera utilizzando del terriccio soffice, leggermente acido, ricco di sostanze organiche e molto drenato. Dopo la germinazione dei semi l’attecchimento delle radici, le nuove piante vanno fatte irrobustire, successivamente ripicchettate  in vasi singoli e solo dopo 2 anni si procede con la loro messa a dimora definitiva, in piena terra o in vasi dalle dimensioni adeguate.

Impianto o messa a dimora

Per realizzare bordure nelle aiuole le piante di Obtusa vanno impiantate nel terreno ben drenante a distanza di 60 cm. Una volta messa a dimora, vanno annaffiate regolarmente ed abbondantemente fino al loro attecchimento; poi le innaffiature vanno via via diradate e praticate solo quando necessario. In una fioriera lunga 1 metro si possono impiantare 4 piante al massimo.

Abbinamenti

La Obtusa nana può essere abbinata anche ad altre piante come: Deutzia gracilis, Iperico, varietà di Spirea, Nandina, ecc.

Potatura

La potatura della Obtusa nana gracilis si effettua in primavera, nel mese di marzo e va praticata solo  per recidere rametti secchi o per diradare i rami che si accavallano evitando che la scrsa areazione possa essere causa di pericolose infestazioni parassitarie o fungine.

Metcalfa-pruinosa

Parassiti e malattie della Obtusa

E’ una pianta che teme teme il marciume delle radici se il terreno di coltivazione non è drenante.

Tra i parassiti animali viene attaccato dalla Metcalfa un insetto fitomizo che si nutre della linfa delle piante.

E’ soggetta alla clorosi ferrica che si manifesta con decolorazione delle foglie quando il terreno è povero di nutrienti o è troppo calcareo. In questo caso se non si interviene in tempo la pianta rallenta la fotosintesi e inizia a deperire.

Cure e trattamenti

La Obtusa nana è una pianta rustica che non necessita di cure particolari.

Il marciume radicale va tenuto a bada evitando i ristagni idrici del terreno e riducendo gli apporti idrici.

Per contrastare la Metcalfa bisogna trattare il fogliame con prodotti a base di nitrato potassico o insetticidi specifici per questo parassita.

La clorosi ferrica va prevenuta invece evitando il terreno calcareo e utilizzando periodicamente un rinverdente a base di chelati di ferro.

Abbinamenti

La Obtusa nana può essere abbinata anche ad altre piante tipo: Deutzia, Iperico, varietà di Spirea, Nandina, ecc.

Varietà di Obtusa – Chamaecyparis

Chamaecyparis lawsoniana

Noto come Cipresso della California, il cipresso di Lawson è una pianta sempreverde originaria delle coste occidentali degli Stati Uniti dove supera anche i 50 metri di altezza. La pianta ha un portamento colonnare con rami decombenti e foglie squamiformi di colore verde gradevolmente aromatiche. Produce piccoli coni di colore rosso intenso che divengono poi giallastri per la produzione del polline. In Italia questa specie è diffusa come ornamentale.

Chamaecyparis lawsoniana Ellwoodii

E’ una conifera sempreverde di medie dimensioni, alata fino a 3 metri. Ha portamento verticale con chioma ovoidale, foglie aghiformi ricurve di colore verde intenso e macchie argento-blu nella parte inferiore. Se coltivata in vaso va regolarmente annaffiata e concimata almeno una volta l’anno con dello stallatico maturo.

Chamaecyparis pisifera Boulevard

E’ una conifera di medie dimensioni che  raggiunge i 50 cm di altezza non prima dei 10 anni di vita. Ha la chioma conica e foglie piumose di colore grigio-blu  o blu-argentato, che virano al viola durante l’inverno. E’ una conifera rustica che teme i terreni calcarei e l’esposizione al pieno sole. Va potata leggermente per mantenere una forma compatta e regolare. La pianta di Chamaecyparis Pisifera ‘Boulevard’ è perfetta per la coltivazione in vaso.

Usi

Le piante di Obtusa vengono coltivate per l’elegante portamento della chioma come coprisuolo, come esemplare singolo o nelle bordure delle aiuole dei giardini privati, dei parchi pubblici, anche come pianta di arredo delle rotatorie urbane per la resistenza allo smog e ad altre forme di inquinamento. La Chamaecyparis nana gracilis è una pianta rustica, spesso impiegata nella realizzazione di siepi e perfetta da coltivare in vaso sul balcone o sul terrazzo della propria casa.

Il Cipresso di Hinoki è velenoso?

Non è una pianta velenosa ma il contatto con il fogliame può aggravare le allergie cutanee.

Curiosità

La pianta di Obtusa, inserita nella lista delle Conifere nane da balcone, per la sua somiglianza al Cipresso viene chiamata comunemente falso cipresso.

LauraB

Commenti: Vedi tutto