Chionanto della Virginia – Albero della neve


chionanto-fioritura

Il Chionanto della Virginia è un bellissimo albero ornamentale apprezzato per i suoi caratteristici fiori penduli con petali simili a fiocchi di neve.

Chionanthus virginicus


Caratteristiche del Chionanthus virginicus – Chionanto della Virginia

Il Chionanthus virginicus conosciuto comunemente come Albero o fiore di neve è una pianta da fiore della famiglia delle Oleaceae  originaria dell’America del nord molto diffusa in Virginia.

Si tratta di un arbusto o albero deciduo alto mediamente circa 4 metri provvisto di un robusto e profondo apparato radicale. La parte aerea è composta da un tronco corto ed eretto ricoperto da una corteccia liscia di colore grigio chiaro. Negli esemplari giovani la corteccia è marrone chiaro e si sfalda in lamine molto sottili.

La chioma larga e tondeggiante è formata da numerosi rami variamente ramificati ricoperti da grandi foglie di colore verde scuro.

Le foglie del Chionanthus virginicus sono ellittiche- lanceolate con margini interi. In autunno le foglie, prima di cadere, assumono un bellissimo colore giallo carico.

Le piante del Chionanto o albero della neve sono principalmente dioiche e i fiori maschili sono leggermente più appariscenti di quelli femminili.

chionanthus-virginicus-foglie

I fiori del Chionanthus virginicus profumatissimi e sono riuniti in dense e vistose pannocchie sugli apici dei rami. La corolla dei fiori è composta da petali  nastriformi penduli di colore bianco.

chionanto-fiore

I petali, come quelli del Viburno palla di neve o Viburno opulus, quando cadono sul terreno creano un manto bianco come la neve caduta da poco.

I frutti che compaiono dopo la fioritura sulle piante femminili, sono bacche o drupe simili alle olive che, in autunno proprio quando il fogliame incomincia a cadere, maturano assumendo un bel colore blu – nerastro.

Fioritura del Chionanthus: le piante impollinate dagli insetti fioriscono in primavera tra maggio – giugno e talvolta la fioritura si protrae fino alla fine di Luglio.

chionantus-viriginicus

Coltivazione Chionanto della Virginia – Albero della neve

  • Esposizione: è un albero che per dare copiose fioriture predilige i luoghi luminosi e soleggiati per molte ore al giorno. Non teme il freddo ma è suscettibile al gelo.
  • Terreno: il Chionanthus è una pianta che cresce forte e rigogliosa in qualunque tipo di terreno anche se preferisce quelli freschi, umidi, ricchi di sostanza organica, ben drenati e acidi.
  • Annaffiature: è un albero che si accontenta delle piogge ma va comunque annaffiato nei periodi di prolungata siccità soprattutto nel periodo della ripresa vegetativa, in estate soprattutto in coincidenza con la fioritura.
  • Concimazione: in estate somministrare ai piedi dell’arbusto del concime granulare a lento rilascio ricco in azoto (N), potassio (K), fosforo (P) e una buona percentuale di microelementi utili al corretto sviluppo delle parti vegetative.

albero-neve-chionanto-della-virginia

Moltiplicazione Chionanthus – Albero della neve

La pianta nei luoghi di origine si riproduce riproduce per seme. I semi del Chionanthus sono semi dotati di doppia dormienza e per poter germinare necessitano di due vernalizzazioni (stratificazione al freddo) alternate ad un periodo di caldo. In alternativa a questa tecnica o assieme si posso usare ormoni quali le gibberelline (GA3).

Propagazione agamica

Questo bellissimo albero può essere propagato per via agamica mediante talea o per margotta e, in entrambi i casi, la radicazione richiederà almeno 2 anni.

Un altro metodo di propagazione molto utilizzato dai coltivatori è l’innesto di rami sul Frassino un albero della stessa famiglia molto longevo e resistente ai parassiti, alle malattie fungine, alle intemperie e alle avversità climatiche.

chionanto-potatura

Impianto o messa a dimora

Il chionanto nato da seme o da talea e margotta va messo a dimora dopo il terzo anno di vita soprattutto nelle regioni settentrionali caratterizzate da un clima molto rigido. Per ottenere  un buon risultato sarà sufficiente impiantare una piantina per ogni metro quadrato.

Coltivazione in vaso del Chionanto

Questo bellissimo albero ornamentale cresce molto lentamente e pertanto può essere facilmente coltivato in un vaso molto capiente e profondo fino a quando le sue dimensioni lo consentono. Il terreno anche in questo caso deve avere una tessitura forte con pH acido e ben drenato. Ogni anno basta rinnovare il terreno asportando in superficie 3 cm di quello vecchio.

Potatura del Chionanto della Virginia

Si tratta di un albero caratterizzato da una crescita molto lenta e quindi non va potato anche perchè i fiori vengono prodotti dalle gemme laterali situate in cima ai rami formatesi l’anno precedente.

chionanthus-virginicus-fiori-foglie

Parassiti e malattie del Chionanto della Virginia

Si tratta di un albero rustico molto resistente alle malattie fungine come l’oidio, agli attacchi di parassiti animali come gli afidi e la cocciniglia. In tarda primavera è suscettibile all’attacco della comune forbicina  (forficula) un insetto onnivoro, ma prevalentemente fitofago, che con i suoi cerci che ricordano una pinza o una forbice erode vistosamente le foglie.

Utilizzi del Chionanto

Come pianta ornamentale resistente all’inquinamento, il Chionanto può essere coltivato nei parchi pubblici ed anche lungo le rive dei fiumi e dei laghetti artificiali.

I frutti invece possono essere conservati in salamoia come le olive.

Usi fitoterapici

Fin dai tempi antichi al Chionanto vengono riconosciute benefiche proprietà per la salute e il benessere del nostro organismo. Gli Indiani utilizzavano le parti commestibili (radici) per la preparazione di infuse e tisane decongestionanti del cavo orale, come gengiviti ed afte di varia natura e anche per la cura di affezioni epatiche e renali.

Chionanthus-retusus

Varietà di Chionanto

Un altro albero molto simile ed appartenente sempre alla stessa famiglia ma proveniente dalla Cina è il Chionanthus retusus, una specie più delicata e meno rustica che raggiunge un’altezza massima di 2 metri. A differenza del Chionanthus virginicus questa specie teme il gelo dell’inverno, ha un tronco più snello con corteccia esfoliante di colore marrone. La chioma, larga non più di 2 metri,  è leggera e meno frondosa.

Le profumatissime infiorescenze, sempre di colore bianco, sono più rade e meno pendule. I frutti, drupe bluastre riunite in grappoli, costituiscono un’ottima fonte di cibo per gli uccelli ed altri animali selvatici. Il Chionanthus retusus  si coltiva in un luogo riparato dal vento e, per la sua scarsa resistenza al freddo, in inverno va protetto con teli traspiranti.

Curiosità sul Chionanto

Il nome del Chionanthus deriva dal greco, chion (neve) e anthos (un fiore) che fa riferimento ai fiori bianchi e significa fiore di neve. Il Chionanthus retusus è soprannominato chinese fringe tree è comunemente chiamato albero delle frange. 

Galleria foto Chionanthus – Albero della neve

LauraB
  • Redattore specializzato in Casa e Giardinaggio
  • Scrittore e Blogger

Google News


Il meglio di Casaegiardino.it

Ricevi gratuitamente la newsletter con le migliori guide ed articoli esclusivi.

Commenti: Vedi tutto

Lascia una risposta