Cereo – Cereus peruvianus coltivazione


Cereus-Cereo

Il Cereus è una pianta succulenta ornamentale apprezzata per l’eleganza del suo portamento colonnare, per i suoi bellissimi fiori e per la facilità di coltivazione in vaso e nei giardini rocciosi.


Caratteristiche generali del Cereus

Il Cereus, chiamato anche CereoCactus peruvianus, è una pianta grassa originaria del sud America che appartiene alla grande famiglia delle Cactaceae.

Attualmente se ne contano circa 50 specie differenti per forma e dimensioni.

Cereus

La pianta anche se dotata di un apparato radicale molto ridotto, produce direttamente fusti carnosi di colore verde -blu percorsi da profonde costolature.

Cerus-cereo-spine

I fusti sono provvisti di spine, foglie modificate la cui funzione è limitare al massimo la perdita di acqua per evaporazione.

Cereus-cactus-peruvianus

Il Cereus è di facile coltivazione sia in vaso che in in piena terra dove può superare anche a 12 metri di altezza.

Cereus-fiore

Durante il periodo della fioritura su rami, a seconda della varietà, compaiono dei caratteristici fiori bianco – rosati, gialli o rossi che si aprono durante la notte.

Cereus-fiori

fiori a forma di imbuto emanano un gradevole odore dolciastro.

Ai fiori seguono i frutti, delle bacche succose e commestibili simili a quelli del fico d’India.

Cereo-frutti

Fioritura

Il Cereo fiorisce in estate a partire dalla fine del mese di maggio.

Cereo-Cereus-coltivazione

Coltivazione del Cereus

Esposizione

è una pianta che ama il clima caldo con temperature medie intorno ai 25° C e le posizioni in pieno Teme le temperature invernali di sotto dei 10 °C quindi in inverno nelle regioni settentrionali e centrali va riparato in una zona ventilata e con molta luce, possibilmente sempre in pieno sole. teme anche le correnti d’aria.

Terreno

Predilige terreno sciolto, ben drenato meglio se e misto a torba e a sabbia. Il substrato ottimale di coltivazione è quello specifico per cactacee , una composta sabbia grossolana o perlite in un rapporto 2:1 (due parti di composta, una di sabbia o perlite). Suggeriamo inoltre di crescerlo in un vaso di terracotta di notevoli dimensioni.

Annaffiature

Come le altre varietà di piante succulente non è molto esigente di acqua e va annaffiato raramente e solo quando il terreno è completamente asciutto tra la primavera e l’estate. Nel periodo autunno-inverno gli apporti di acqua vanno ridotti a minimo indispensabile per evitare che il terriccio secchi completamente.

Concime-granulare

Concimazione

Dalla ripresa vegetativa fino ad agosto somministrare ogni 20 giorni del concime arricchito di azoto (N), fosforo (P) e potassio i(K) e  una piccola quantità di ferro (Fe) in forma liquida  diluito nell’acqua di irrigazione. In alternativa distribuire pochi centimetri dal colletto della pianta del concime granulare a lento rilascio, ogni 2-3 mesi.

Cereo-fiori

Moltiplicazione del Cereo

Come quasi tutte le piante grasse o succulente, il Cereus si riproduce per seme e per talea.

Moltiplicazione per seme

La semina si effettua in primavera ponendo i semi in un terriccio composto in parti uguali da torba e sabbia. mantenuto umido fino alla comparsa dei germogli.

Moltiplicazione per talea

talea-cactacee

Tale tecnica di propagazione agamica è quella più seguita in quanto di sicuro successo e perchè assicura esemplari identici alla pianta originale. Le talee recise con coltelli ben affilati, prima di essere interrate vanno lasciate cicatrizzare all’aria almeno per una settimana.

Cereus-rinvaso

Rinvaso del Cereus

Il rinvaso del Cereus va fatto in primavera con una cadenza biennale e il vaso deve essere leggermente più grande del precedente e il terriccio nuovo e ricco di nutrienti.

Cactacee-potatura

Potatura del Cactus peruviano

La pianta allevata in piena terra non richiede alcuna potatura; quella allevata in vaso, se supera i 2 metri, può essere accorciata recidendo i rami con tagli obliqui, utilizzando un coltello ben affilato. I rami recisi possono essere interrati. Per recidere il Cereo avvolgere il fusto con carta da giornale per evitare di spezzare le spine.

Impianto e abbinamenti

Si mette a dimora nei giardini rocciosi o sabbiosi in tarda primavera quando il periodo delle gelate notturne è del tutto scongiurato. Di solito viene messo nel terreno con tutto il vaso in modo da poterlo ricoverare durante l’inverno in serra fredda o all’interno della propria casa. Il suo pregio ornamentale no viene minimamente sminuito se lo sia abbina ad altre specie di piante succulente come il Echinocactus grusonii o cuscino della suocera, l’Epiphyllum o lingua di suocera, ecc.

cocciniglia-neadi

Parassiti e malattie del Cereus peruvianus

Il Cereus teme gli attacchi della cocciniglia un parassita animale che forma cuscinetti cotonosi ben visibili sui rami spinosi e anche degli afidi. Tra le malattie fungine o crittogame soffre il marciume delle radici a causa dei ristagni idrici e se non si interviene in tempo, il marciume si propaga al colletto i danni saranno irreversibili.

Cereus-cereo

Cure e trattamenti

Il Cereus allevato in vaso va riparato dal freddo durante il periodo invernale. Per prevenire l’infestazione da parte delle cocciniglie è consigliabile trattarlo con l’antiparassitario specifico almeno una volta all’inizio della primavera.  Contro gli afidi si possono utilizzare anche prodotti biologici preparati in casa come l’antiparassitario all’aglio e l’antiparassitario all’ortica o con quello al piretro. I trattamenti vanno fatti in una giornata di sole e non ventosa. In caso di mancata fioritura, la pianta di Cereus va spostata in un luogo più caldo e luminoso. Periodicamente spolverizzare il Cereus con l’aria tiepide del fon oppure con le setole di un pennello facendo attenzione a non spezzare le spine.

Usi e proprietà

Il Cereus peruvianus è una pianta succulenta molto decorativa adatta ad arredare l’interno della casa, il giardino roccioso o sabbioso specialmente delle zone costiere in quanto ben sopporta i venti salmastri. Coltivato in vaso, in casa e in ufficio secondo alcune ricerche e studi, questa pianta, ha effetti positivi sulla nostra salute assorbe radiazioni e le onde elettromagnetiche diffuse da computer, televisioni e altri apparecchi domestici.

Galleria foto Cactacee

LauraB
  • Redattore specializzato in Casa e Giardinaggio
  • Scrittore e Blogger
Google News
Il meglio di Casaegiardino.it

Ricevi gratuitamente la newsletter con le migliori guide ed articoli esclusivi.

Commenti: Vedi tutto

Lascia una risposta