Canapa acquatica – Eupatorium cannabinum


Eupatorium-cannabinum coltivazione

La canapa acquatica è una pianta rustica che viene coltivata anche a scopo ornamentale in vaso e in piena terra nelle aiuole miste e come bordura a laghetti e vasche artificiali.

Eupatorium-fiori


Caratteristiche generali Eupatorium cannabinum – Canapa acquatica

La canapa acquatica, nome scientifico Eupatorium cannabinum, è una pianta erbacea perenne della famiglia delle Asteraceae o Compositae originaria dell’America centro-meridionale diffusa allo stato spontaneo in Australia, in Asia e Africa settentrionale, in Europa occidentale e nella nostra Penisola nei boschi, in luoghi paludosi, lungo le rive dei torrenti, nei terreni alluvionali, collinari e montani fino a 1300 di altitudine.

La Canapa acquatica è provvista di una robusta radice rizomatosa strisciante con varie radici secondarie o avventizie. La parte aerea, a portamento cespuglioso, è formata da numerosi steli eretti cilindrici e cavi alti mediamente più di 1 metro che tendono ad espandersi fino a 1,2 metri di larghezza. Gli steli sono ramificati e ricoperti da una fitta peluria increspata solo nella parte alta. Anche la consistenza e il colore variano infatti sono legnosi e scuri nella parte basale, erbacei e rossastri nella parte apicale.

Le foglie che rivestono i rametti per tutta la loro lunghezza hanno forma diversa: quelle basali sono semplici, hanno forma lanceolata e sono lunghe circa 15 mm mentre quelle intermedie ed apicali  lunghe circa 4 cm, sono composte e divisi in 3-5 segmenti lanceolati (lacinie) opposti e brevemente picciolati. Tutte le foglie hanno i margini crenati, gli apici e le basi appuntiti. Anche le foglie sono leggermente tomentose.

I fiori, ermafroditi e dal leggero odore di vaniglia sono raggruppati in dense infiorescenze a corimbo di 10 cm di diametro, di colore rosa chiaro o porpora talvolta anche bianche. Ogni capolino è formato da 4 -6 fiori della stessa dimensione (lunghi circa 10 mm) aventi forma tubolare con fauce divisa in cinque lobi e, sono inseriti su un ricettacolo nudo circondato da circa 10 brattee squamose verdi di forma ovale o oblunga con il margine lievemente arrossato. L’impollinazione è entomofila e avviene soprattutto tramite api e farfalle.

Il seme è un achenio di forma ovale -oblunga a 5 coste, con superficie rugosa, dotato di pappo composto da diverse setole cenerine – biancastre molto lunghe (fino a 5 mm). I semi grazie alla leggerezza del pappo vengono disseminati dal vento anche a diversi metri di distanza dai luoghi di produzione.

Fioritura della canapa acquatica: l’Eupatorium fiorisce da luglio a settembre, nei luoghi con clima mite la fioritura si prolunga anche fino all’autunno inoltrato.

Canapa acquatica – Eupatorium cannabinum

Coltivazione della Canapa acquatica

Esposizione: è una pianta che si sviluppa rigogliosa nelle zone soleggiate o parzialmente ombreggiate. Ama il clima mite ma resiste anche alle temperature rigide dell’inverno.

Terreno: ama il terreno argilloso, ricco di sostanza organica, sabbioso e ben drenato a pH acido, neutro ed alcalino.

Annaffiature: la pianta adulta allevata direttamente a dimora si accontenta delle piogge quindi necessita di apporti idrici saltuari nel periodo della ripresa vegetativa fino ad inizio dell’autunno. Le piante di Eupatorium di pochi anni di vita e specialmente se coltivate in vaso vanno regolarmente annaffiate da marzo a ottobre evitando però di inzuppare il terreno. In inverno le annaffiature vanno sospese.

Concimazione: per un corretto sviluppo e per stimolare la produzione dei fiori la pianta va concimata  1 volta al mese, a partire da marzo fino a novembre, con concime specifico per piante da fiore, liquido o granulare a lenta cessione.

Moltiplicazione canapa acquatica – Eupatorium

La pianta si riproduce per seme ma può essere propagata anche per divisone del rizoma.

Moltiplicazione per seme

La semina si effettua in autunno stratificando i semi freschi in semenzaio freddo contenente un substrato specifico. A germinazione avvenuta il semenzaio va posto in un luogo riparto ma luminoso e solo nella primavera successiva le nuove piante potranno essere messe a dimora definitiva.

Impianto

Le piante di Eupatorium si impiantano in primavera in un terreno soffice e ben lavorato arricchito di stallatico ben maturo. Per ottenere un buon risultato le piante vanno messe a distanza di circa40 cm l’una dall’altra o 3 -5 piantine al metro quadro 2.

Potatura

La pianta va potata in autunno dopo la fioritura recidendo al suolo i rami secchi e gli steli appassiti re per stimolare la ripresa vegetativa nella primavera successiva si accorciano quelli più fragili e quelli più vecchi. Gli attrezzi utilizzati per la potatura devono essere ben affilati e disinfettati alla fiamma o con la candeggina.

Parassiti e malattie Eupatorium – Canapa acquatica

E’ una pianta resistente agli attacchi dei comuni parassiti animali quali afidi e cocciniglie e raramente soffre malattie fungine.

Usi Eupatorium

Tutte le specie diverse di Eupatorium e la stessa Canapa acquatica vengono impiegate a scopo ornamentale in tutti i tipi di giardini privati anche quelli di campagna e nei parchi pubblici.

La Canapa acquatica è una specie officinale tossica conosciuta ed utilizzata fin dall’antichità nella medicina popolare per le sue proprietà toniche, diuretiche colagoghe e digestive. In fitoterapia si utilizzano le foglie e le sommità fiorite per la preparazione di tisane diuretiche utili a combattere la ritenzione idrica. Per uso esterno può essere impiegata come vulneraria (vulnerario ogni medicamento ad uso esterno con ottime proprietà rigeneranti e risananti) per preparare un decotto da applicare su ferite, ulcerazioni cutanee, eruzioni ed eczemi della pelle.

Tossicità

La Canapa acquatica anche se è una pianta officinale con diverse proprietà benefiche è tossica  tossica per l’alto contenuto di un composto organico chiamato eupatorina un sostanza cancerogena che causa gravi danni al fegato.

Eupatorium-cannabinum

Varietà di Eupatorium

  • Eupatorium rugosum Rubrum, una perenne a portamento arbustivo alta circa 1 metro con foglie verdi che in autunno diventano brunate. Predilige i luoghi semiombrosi, i terreni freschi e fertili; nel periodo della fioritura che va da Agosto a Ottobre produce fiori bianchi;
  • Eupatorium capillifolium, è una perenne adatta per la mezzombra, con  fogliame minuto e soffice ama il terreno fresco, ricco come esposizione preferisce Mezzombra il fiore è biancastro appartiene alla famiglia delle Asteraceae il suo periodo di fioritura è Luglio – Ottobre raggiunge un’altezza massima di 80 cm – 130 cm;
  • Eupatorium capillifolium Elegant feather, è una pianta cespugliosa simile all’Erica arborea,  adatta per le zone a mezzombra, i terreni freschi e in condizioni ambientali ottimali raggiunge anche i 2 metri di altezza. Può essere coltivata direttamente a dimora o in vasi larghi e profondi.  Questa specie è composta da steli colonnari ricoperti da piccolissime foglie di colore verde brillante e durante il periodo della fioritura produce fiori bianchi;
  • Eupatorium capillifolium, è un’asteracea perenne alta mediamente 90 cm, con numerosi steli eretti ricoperti da minuti foglie soffici e verdi.  Nel periodo della fioritura, tra  Luglio e produce capolini di fiori biancastri;
  • Eupatorium coelestinum, è una pianta perenne a portamento cespuglioso che ama il terreno fresco e l’esposizione parzialmente soleggiata. Nel pieno sviluppo raggiunge il metro di altezza e produce fiori blu chiaro da Agosto a Ottobre;
  • Eupatorium fistulosum, Eutrochium fistulosum f. albidum, è un’asteracea perenne, che predilige terreno fresco, ricco di sostanza organica e l’esposizione a mezzombra. Tra luglio e settembre produce vistosi capolini composti da fiori bianchi. Nel pieno sviluppo la pianta raggiunge un’altezza massima di 180 cm – 210 cm;
  • Eupatorium maculatum Purple Bush, è una perenne con fogliame vede scuro che da Agosto a Ottobre produce fiori di colore porpora. Raggiunge un’altezza massima di 170 cm – 190 cm.

Abbinamenti

Tutte le varietà di Eupatorium si accostano perfettamente con Astilbe, Hemerocallis, Lysimachia, Lythrum, Macleaya, Persicaria, Vernonia.

Curiosità

Il nome generico Eupatorium deriva da Mitriade Eupatore, re del Ponto, che sfrutto le sue proprietà officinali a scopo terapeutico. Il nome specifico cannabinum deriva, invece, dalla somiglianza di questa pianta con la canapa comune Cannabis sativa.

Nei paesi anglosassoni la canapa acquatica o Eupatorium cannabinum è conosciuta come Hemp agrimony o anche Holy rope e in Italia semplicemente come Canapa da fiore.

Galleria foto Eupatorium

LauraB
  • Redattore specializzato in Casa e Giardinaggio
  • Scrittore e Blogger

Google News


Il meglio di Casaegiardino.it

Ricevi gratuitamente la newsletter con le migliori guide ed articoli esclusivi.

Commenti: Vedi tutto

Lascia una risposta