Campanula Portens Portenschlagiana

campanula-portens-foto

La Campanula portens è una splendida pianta da fiore che abbellisce con la sua copiosa fioritura le aiuole, i muretti dei giardini, le fioriere poste sui balconi, sui terrazzi e sulle finestre.

campanula-poscharskyana-foto

Caratteristiche generali della Campanula Portenschlagiana

La campanula portens, Campanula muralis o Campanula Portenschlagiana, originaria dell’Europa, del nord America e dell’Asia, è una pianta erbacea perenne a portamento cespuglioso.

La parte aerea della pianta è composta da tanti rametti esili e flessibili ricoperti da un gran numero di foglie cuoriformi di colore verde scuro.

fiori-di-Campanula portenschlagiana


Leggi anche: Campanula rapunculus – Raponzolo

Nel periodo della fioritura, sui rametti, a diverse altezza, compaiono piccoli fiori campanulati di colore viola che regalano splendide macchie di colore.

foto-campanula-portens-pianta

Fioritura

La Campanula portens fiorisce abbondantemente nel periodo primavera-estate.

campanule-portenschlagiana

Coltivazione della Campanula portens

Esposizione

E’ una pianta che ama i luoghi asciutti e soleggiati  ma si sviluppa bene anche in posizioni ombrose e semiombrose come ad esempio sotto gli alberi o a ridosso di muretti. Predilige temperatura tra i 13 e i 17 gradi ma resiste ben fino a 7 °C.

Terreno

E’ una pianta rustica che non richiede terreni specifici, si sviluppa bene anche nel comune terriccio da giardino, purché ben drenato, non torboso o tantomeno acido.

Annaffiature

La Campanula Portenschlagiana è una piantina che non teme la siccità e generalmente va annaffiata quando il terreno è completamente asciutto oppure in media ogni 10-15 giorni.
Le irrigazioni vanno praticate anche tenendo conto dell’esposizione e del clima: nelle regioni italiane del Centro-Nord, coltivata all’ombra o a mezz’ombra in piena terra, le piante vanno annaffiate solo nei periodi di prolungata siccità evitando di inzuppare il terreno per evitare marciumi radicali o del colletto; nelle regioni meridionali le piante coltivate in pieno sole vanno invece irrigate con maggiore frequenza. In entrami i casi gli apporti idrici dovranno essere moderati per evitare i marciumi radicali o dei colletti.


Potrebbe interessarti: Fumaria officinale – Fumaria officinalis

Concimazione

Per stimolare la fioritura somministrare una volta al mese del concime liquido specifico per piante da fiore dopo averlo diluito con l’acqua delle annaffiature. In autunno, prima dell’arrivo del freddo,  distribuire un’abbondante quantità di stallatico maturo o pellettato in maniera che le intemperie contribuiscano a scioglierlo facilitando la penetrazione negli strati più profondi.

Campanula portens: coltivazione in vaso

E’ una pianta che per la sua copiosa e prolungata fioritura viene largamente coltivata come ornamentale da vaso sui balconi e sulle terrazze esposti al sole o a mezzombra.  In caso di coltivazione in vaso si ricorda che va utilizzato un  miscuglio in parti uguali di terra da giardino e terriccio per piante fiorite, con un po’ di ghiaia fine da utilizzare come materiale da drenaggio sul fondo. Per avere piante rigogliose e fioriture prolungate il terreno va arricchito, da marzo ad ottobre, con somministrazioni di concime con un alto tenore di potassio e con poco azoto in forma liquida o granulare a lenta cessione.


Hai problemi con le piante? Iscriviti al gruppo

Rinvaso

Le piante di campanula portens vanno rinvasate ogni due anni facendo attenzione a non danneggiare le radici, che avvizziscono e marciscono con estrema facilità. Il vaso deve essere più grande del precedente eil terriccio nuovo e fresco.

fiori-campanula-portenschlagiana

Moltiplicazione della Campanula Portenschlagiana

La campanula portens si propaga per seme in autunno o in primavera e per divisione dei cespi in autunno.

Semina

La semina si effettua in primavera (o in autunno) ponendo i semi in un miscuglio di sabbia e torba in parti uguali o nel terreno composto da tre parti di terriccio fertile e da un parte di sabbia grossolana. I semi vanno fatti aderire ben bene al terreno che va mantenuto sempre umido fino alla germinazione.

Il contenitore va posto in una zona ombreggiata con temperatura non inferiore ai 15°C, coperto con un foglio di plastica trasparente.

A germinazione avvenuta, dopo circa 3 mesi, si elimina il foglio di plastica e si sposta il contenitore in un luogo più luminoso e ben aerato.

Quando le piante saranno abbastanza grandi vanno trapiantate in piena terra o in vasi singoli e trattate come piante adulte.

Moltiplicazione per divisione dei cespi

E’ una tecnica di riproduzione agamica che viene fatta in autunno. A  differenza delle piante ottenute da seme i nuovi esemplari sono identici alla pianta madre.

Si sceglie la pianta più sviluppata e dopo averla estratta dal terreno , con molta delicatezza, si divide in più parti separando le radici e si interra ciascuna porzione al momento stesso in una buca aventi dimensioni adeguate. Dopo l’impianto si annaffia abbondantemente con acqua a temperatura ambiente per favorire l’attecchimento.

Impianto o messa a dimora

Le nuove piantine di Campanula portens si impiantano in piena terra in tarda primavera, nel terreno lavorato in profondità, mescolato a una buona quantità di stallatico maturo e a qualche manciata di sabbia di fiume, fine e grossolana.

Le piantine vanno impiantate a distanza di 20- 40 cm una dall’altra, facendo molta attenzione a non danneggiare le delicate e sensibili radici. Dopo l’impianto si irrigano abbondantemente per almeno 2 settimane evitando però i ristagni idrici.

fiore-Campanula portenschlagiana

Potatura

La Campanula portens va potata al fine di contenerne l’eccessivo sviluppo specialmente se coltivata  in spazi ridotti. Per favorire l’emissione dei fiori è bene eliminare manualmente quelli appassiti e a fine stagione lasciarne essiccare solo alcuni se si desidera raccogliere i semi maturi da utilizzare per ottenere nuove piante con la semina nella primavera successiva.

Parassiti e malattie della Campanula Portenschlagiana

La Campanula portens è una pianta molto resistente alle malattie virali o batteriche. Le foglie molto tenere e i peduncoli dei fiori possono essere attaccati dagli afidi dei minuscoli parassiti ghiotti della linfa elaborata e dalle lumache che divorano le sue foglie e i germogli più teneri. Tra le malattie fungine soffre la Ruggine e il marciume delle radici se il terreno di coltivazione non è drenante.

campanula-portens

Cure e trattamenti

E’ una pianta a bassa manutenzione, necessita solo di essere liberata dalle erbe infestanti che crescono nelle sue vicinanze per evitare che queste sottraggono i nutrienti di cui ha bisogna per la crescita e per la fioritura. Per contrastare il marciume radicale è buona norma svuotare il sottovaso e quando si praticano le annaffiature è importante evitare di bagnare le foglie specialmente quelle basali per evitare la comparsa della ruggine. I trattamenti fitosanitari possono essere praticati nebulizzando la chioma con antiparassitari ecologici naturali come l’antiparassitario all’aglio o all’ortica molto efficaci contro gli afidi.

Varietà di Campanula

Esistono molte specie di Campanule adatte ad essere coltivate nei giardini rocciosi, nelle bordure e in vaso.

Campanula garganica

E’ pianta erbacea perenne sempreverde a portamento tappezzante alta 15 cm. Forma un cespuglio di foglie verdi reniformi che in estate contrastano con l’azzurro dei fiori a campanella.
E’ una specie che si adatta bene sia in zone soleggiate che in mezz’ombra, in terreni freschi e ben drenati.

Campanula muralis

Una cultivar alta 10/15 cm adatta ad essere coltivata nei giardini rocciosi. E’ perfetta come tappezzante di muretti esposti al pieno sole e apprezzata anche come pianta ornamentale nei cesti appesi. La Campanula  muralis produce dei bellissimi fiori color viola e blu da maggio ad agosto. Nella realizzazione di bordure le piante di Campanula muralis vanno distanziate tra loro 30-35 cm.

Campanula-Carpatica

Campanula carpatica

La Campanula dei Carpazi  è una piccola pianta cespitosa alta non più di 20 cm. Ha steli erbacei sottili con foglie cordiformi di colore verde brillante. In estate, tra giugno e luglio, produce fiori campanulati di colore blu. Può essere coltivata in tutti i tipi di terreno  ben drenati, tra le rocce , nelle bordure e sui muretti.

Campanula punctata

Una varietà che in pieno sviluppo vegetativo forma un folto cuscino di foglie morbide e pelosette di colore verde brunastro su cui spiccano da maggio a luglio steli con fiori tubolari bianchi o rosa rivolti verso il basso. E’ una pianta che in autunno rifiorisce ed è adatta anche per le bordure.

Campanula rotundifolia

Chiamata anche campanula soldanella è una pianta erbacea alta dai 10 ai 40 cm. Ha steli eretti con foglie reniformi di colore verde scuro e fiori penduli campanulati con petali di colore bianco, azzurro, blu o rosa che sbocciano in piena estate. E’ perfetta per abbellire aiuole e realizzare bordure in tutti i tipi di giardino.

Campanula glomerata

E’ una pianta erbacea molto vigorosa, alta 10-70 cm. Ha steli eretti e foglie  verde scuro. A giugno-luglio produce fiori campanulati con petali viola o rosa rosa carico, riuniti in spighe. Può essere coltivata anche alla mezz’ombra e come coprisuolo nel giardino roccioso.

Campanula-glomerata

Campanula lactiflora

Una varietà cespugliosa alta 100-120 cm. Ha una robusta radice rizomatosa, steli eretti con foglie lanceolate, rugose, verde chiaro. In estate, da giugno ad agosto, produce fiori campanulati e penduli, riuniti in racemi terminali, di colore tenue, blu violetto o lilla. Predilige il terreno fresco e ricco e l’esposizione soleggiata o alla mezz’ombra.  La Campanula lactiflora è utilizzata per aiuole.

Campanula latifolia

Una rizomatosa cespugliosa, alta 60-120 cm. Ha steli eretti con foglie ovali.  Da giugno ad agosto portano infiorescenze con fiori a campana rivolti verso l’esterno. E’ adatta ad essere coltivata nei  suoli calcarei e in zone ombreggiate.

Campanula-persicifolia

Campanula persicifolia

Una specie con radici fibrose che danno vita in breve tempo a un folto cuscino di foglie di colore verde scuro. In estate, steli rigidi e non ramificati, portano recano fiori campanulati con petali blu rivolti verso l’esterno.

Campanula takesimana

Una pianta a crescita rapida che in breve tempo forma un folto cespuglio alto 50-75 cm con lunghe foglie verdi e lucide e con fiori campanulati penduli rosa con punteggiature porpora all’interno. bianche che sbocciano a profusione da luglio a settembre. Va coltivata ala sole o alla mezz’ombra nel terreno fresco, ben drenato e ricco di sostanza organica.

Campanula portens-Usi
Usi

dato che fioriscono in continuazione e si allargano nel vaso a creare una sorta di cuscino verde o fiorito, si possono utilizzare anche nelle vasche contenenti arbusti che si spogliano alla base, dove mascherano il piede senza competere con il cespuglio (l’apparato radicale è molto ridotto). Le campanule sono perfette anche per tutti quei rampicanti che desiderano avere il piede all’ombra.

La Campanula Portens è velenosa?

E’ una pianta che a differenza di alcune varietà di campanula che sono commestibili come la Campanula Rapunculus o raperonzolo, è invece tossica e va maneggiata con cura in quanto può causare dermatiti da contatto.

Campanula: linguaggio dei fiori

Nel linguaggio dei fiori questa pianta simboleggia la perseveranza e la speranza.

Galleria foto piante di Campanula

Laura Bennet
  • Laureata in scienze biologiche
  • Insegnante di ruolo
  • Autore specializzato in Botanica, Biologia e Cucina
Suggerisci una modifica