Calathea musaica – Calathea musaica Network

Calathea musaica Network

La Calathea musaica Network è una pianta ornamentale apprezzata per le sue bellissime foglie e soprattutto perchè in grado di migliorare la qualità dell’aria che respiriamo assorbendo le sostanze nocive che inquinano la nostra casa.

Caratteristiche generali della Calathea musaica

La pianta di Calathea musaica Network è una pianta ornamentale d’appartamento della famiglia delle Marantaceae originaria del Sud America e dell’Africa meridionale, diffusa allo stato spontaneo nelle foreste tropicali e in tutti gli ambienti caldi, ombreggiati ad elevata umidità.

La pianta ben sviluppata forma un folto e compatto cespuglio alto fino a 50 cm composto da un fogliame perenne di alto pregio ornamentale e una robusta radice rizomatosa.


Leggi anche: Piante pericolose per i bambini

Le foglie sono espanse e con forma lanceolata, apice brevemente appuntito, margine intero o lievemente ondulato.

Calathea musaica-foglia

Sono foglie con due caratteristiche uniche: la prima riguarda la pagina fogliare che sul colore di fondo verde scuro presenta motivi a mosaico giallo verde verde e una marcata nervatura centrale di colore verde pallido; la seconda invece riguarda il loro portamento, infatti esse si abbassano durante le ore di luce e si sollevano verso l’alto la sera per un particolare fenomeno noto in botanica come nictinastia riferito al movimento periodico delle foglie agli stimoli luminosi. Inoltre le foglie quando si aprono all’alba e si chiudono la sera provocano un leggero fruscio.

Fioritura

La Calathea musaica fiorisce in estate ma in casa solo raramente.

Calathea musaica-pianta ornamentale

Coltivazione della Calathea musaica

Esposizione

La Calathea Musaica nei luoghi nativi cresce alla luce diffusa di altre piante cespugliose o ad alto fusto, pertanto in appartamento va posta in una zona della casa riparata dal sole diretto preferibilmente dietro una finestra con una tenda trasparente in modo da assicurarle una luce mediamente intensa e ripararla così  dai raggi diretti del sole che potrebbero provocare serie scottature alle foglie. E’ una pianta che sopporta bene le alte temperature purché l’ambiente abbia un giusto grado di umidità. In inverno va tenuta in una zona calda della casa al riparo delle correnti d’aria fredda e anche lontano dal calore irradiato dal termosifone o dal camino.


Potrebbe interessarti: Piante per la camera da letto

Terreno

Come tutte le altre varietà di Calathea anche questa specie predilige il terreno sciolto, umido ma non fradicio, ricco di sostanza organica e ben drenato. Il substrato ottimale per la pianta coltivata in vaso è un miscuglio composto da una parte di terriccio per orchidee (quello con i pezzetti di corteccia e lo sfagno sminuzzato) e una parte di terriccio universale, dando così origine ad un substrato soffice e ricco.

Annaffiature

Questa pianta come del resto tutte le altre varietà della stessa Famiglia va annaffiata regolarmente poichè ama il terreno umido facendo però attenzione ai ristagni idrici e utilizzando acqua a temperatura ambiente, preferibilmente piovana o comunque filtrata o distillata. Per effettuare le bagnature in maniera corretta e senza eccedere basta controllare l’umidità del terreno introducendo le dita a un paio di centimetri sotto la sua superficie. Se si utilizza l’acqua del rubinetto calcarea o dura non fatta decantare, le punte delle foglie si seccano assumendo un colore marrone scuro. Per assicurare invece l’adeguata umidità, a giorni alterni, è bene nebulizzare le foglie sempre con acqua distillata.


Hai problemi con le piante? Iscriviti al gruppo

Concimazione

Il terreno di coltivazione della Calathea va arricchito di macro e micronutrienti utili alla sua crescita armoniosa quindi da marzo a settembre, ogni 15 giorni o una volta al mese, bisogna fornire un concime specifico per piante verdi opportunamente diluito nell’acqua delle annaffiature e a dosi consigliate sulla confezione del produttore.

Rinvaso

La Calathea musaica va rinvasata in primavera ogni 2 anni, utilizzando un contenitore di poco più grande del precedente, nuovo terriccio universale mescolato con una manciata di sabbbia per favorire lo sgrondo dell’acqua. Nell’effettuare il rinvaso è consigliabile fare attenzione a non rompere il pane di terra che avvolge le radici.

Calathea musaica-moltiplicazione

Moltiplicazione della Calathea musaica

Per ottenere nuove piante di Calathea il modo migliore facile e di sicuro successo più adottato è la propagazione vegetativa per divisione delle radici rizomatose, tecnica utilizzata ampiamente per moltiplicare le calle, gli Iris, ecc.

Si estrae la pianta dal vaso e si divide il rizoma ben sviluppato in più parti. Ogni porzione deve essere provvisto di radici secondarie e deve avere almeno 3 foglie.

Le porzioni radicali vanno impiantate in vasi singoli utilizzando del nuovo terriccio. I vasi vanno collocati in zone ombrose fino a quando non spunteranno nuove foglie. Il periodo per moltiplicare la pianta è l’inizio della primavera in modo che abbia l’intera stagione di crescita davanti a sé.

Parassiti e malattie della Calathea musaica

Le foglie di Calathea vengono attaccate: dalla cocciniglia farinosa che lascia depositi polverosi simili alla farina; dal ragnetto rosso che forma delle ragnatele ben visibili.

Cure e trattamenti

Una volta a settimana si consiglia di spolverare le foglie con uno straccio umido per rimuovere di depositi di polvere ed evitare il rallentamento del processo fotosintetico. Per isolare le radici dall’acqua di sgrondo basta mettere sul sottovaso della ghiaia grossolana. In inverno tenere la pianta lontano dal calore irradiato dai termosifoni o dal camino o dalle zone soggette a spifferi d’aria fredda. Inoltre è bene controllare periodicamente la pagina inferiore delle foglie per scoprire se sono state attaccate da parassiti.

I trattamenti fitoterapici vanno praticati nebulizzando sulle foglie prodotti specifici a largo spettro. Le cocciniglie se presenti possono essere rimosse manualmente con un batuffolo di cotone idrofilo intriso in una soluzione di acqua e alcool. Il ragnetto rosso o altri parassiti si possono eliminare lavando le foglie con acqua e sapone e sciacquarle poi con cura solo con acqua. Se la pianta è all’aperto si possono usare degli antiparassitari specifici ad ampio spettro.

Varietà di Calathea

Esistono in natura circa 280 specie di Calathea molte delle quali coltivate come ornamentali d’appartamento o nelle aiuole ombreggiate nei giardini delle regioni con climi invernali miti.

Calathea ornata

La Calathea ornata è un specie originaria della Colombia. Forma un cespuglio compatto e fitto con steli alti dai 20 ai 60 centimetri.   deve la sua particolare bellezza ai colori delle foglie: il viola intenso della pagina inferiore e il bianco delle meravigliose strisce sottili e parallele che caratterizzano quella superiore. Gli steli delle foglie di questa varietà, che crescono direttamente dal centro della pianta, spesso raggiungono i 20 cm di lunghezza e diventano ancora più lunghi (fino a 60 cm) se la Calathea viene rinvasata in contenitori sempre più capaci. Un esemplare adulto può essere alto 50 cm, ma se è ben coltivato raggiunge anche i 2 m.

Calathea orbifolia

E’ una pianta originaria della Bolivia, con foglie grandi e molto decorative con lamina quasi tondeggiante, di colore verde e striature più chiare. Richiede ombra parziale, umidità e un buon drenaggio per prosperare. Cresce bene a temperature tra 18-23 ° C e minima 15 ° C. Il terreno morbido e drenante va mantenuto umido con regolari annaffiature, evitando i ristagni idrici. Necessita di frequenti nebulizzazioni.

Calathea lancifolia

Specie originaria del Brasile a portamento cespuglioso compatto con fusti sottili e brevi. Ha foglie erette, allungate, a forma di spada che ricordano quelle dello Spatifillo ma con pagina superiore verde chiaro e maculature verde scuro, e pagina inferiore porpora. Come le altre anche questa specie predilige il caldo, l’umidità  ambientale e del terreno. Non tollera l’aria secca e le temperature minime inferiori ai 10-12°C.

Calathea-ornata

Calathea makoyana

La Calathea makoyana è una specie diffusa in natura Brasile. In pieno sviluppo vegetativo forma un cespuglio compatto fitto di grandi foglie ovali, allungate, con lamina di colore verde chiaro con vistose maculature più scure lungo le venature; la pagina inferiore è di colore bianca o rosata, con maculature rosso-violacee. Di questa specie esistono anche ibridi con lamina completamente verde chiaro e macchie scure, verdi o rosate solo a ridosso del bordo. Nei luoghi di origine la pianta produce bellissimi fiori bianchi che raramente vengono emessi se coltivata in vaso. La Calathea makoyana è una varietà molto esigente che necessita di molte cure. Ama il clima caldo umido; non tollera minimamente gli sbalzi termici e le correnti d’aria fredda. Va coltivata in un clima caldo e umido, con scarsi sbalzi di temperatura nell’arco delle ventiquattro ore.

Calathea zebrina

Questa pianta originaria del Brasile, presenta fusti eretti o arcuati alti anche 1 metro. Ha grandi foglie appariscenti, lanceolate, di colore verde scuro sulla pagina superiore, con striature verde chiaro, e porpora sulla pagina inferiore. Si adatta bene ad essere coltivata in un angolo più buio della casa e a temperature non inferiori ai 15-16°C, e non superiori ai 25-28°C.

Calathea leopardina

Chiamata anche pianta leopardo è una varietà salubre e altamente decorativa grazie alle foglie verdi con un motivo leopardato. Questa pianta ha bisogno di un elevato grado di umidità, di un terreno sempre umido, senza tuttavia lasciare la pianta nell’acqua stagnante e nebulizzazioni di acqua sulle foglie almeno 1 volta alla settimana. Cresce bene all’ombra o alla penombra.

Calathea Cobra Pink

 Calathea Cobra Pink

Conosciuta anche come Calathea Bicajoux  è una varietà europea con fogliame molto decorativo. La pagina superiore delle foglie è verde con bordo bianco mentre quella inferiore è bordeaux intenso. Produce bellissimi fiori spettacolari bianco-rosati che ricordano quelli della Curcuma. Va coltivata alla luce intensa e indiretta per tutto il giorno e in un terreno sempre umido.

Usi

Le piante di Calathea vengono coltivate come piante d’appartamento, alcune sono ideale per abbellire i bagni luminosi e alcune specie anche all’aperto nei giardini delle zone costiere dove il clima invernale è mite. Inoltre vale la pena ricordare che la Calathea Musaica oltre ad essere una pianta molto decorativa è considerata una pianta amica dell’uomo per le sue proprietà purificanti dell’aria. Ciò significa che essa non solo arricchisce l’aria di ossigeno ma nel contempo la depura assorbendo sostanze nocive come ad esempio la formaldeide.

Curiosità

Dal greco kalathos, canestro, a causa della forma dell’infiorescenza di alcune specie o forse per i cesti che vengono costruiti con il fogliame di queste piante dagli indigeni dell’America del Sud.

La Calathea è conosciuta come Pianta della Preghiera e anche Pianta del sonno in riferimento alla disposizione che assumono le foglie durante durante la notte, infatti ricordano le mani giunte in preghiera.

Galleria foto Calathea

Laura Bennet
  • Laureata in scienze biologiche
  • Insegnante di ruolo
  • Autore specializzato in Botanica, Biologia e Cucina
Suggerisci una modifica