Calamo aromatico – Acorus calamus


Acorus Calamo

Il Calamo aromatico, conosciuto anche come Canna odorosa è una pianta acquatica adatta ad abbellire laghetti e giardini umidi, facile da coltivare anche in vaso.


Caratteristiche generali Acorus calamus – Calamo aromatico

Il Calamo aromatico, nome scientifico Acorus calamus, è una pianta erbacea palustre della famiglia delle Araceae. E’ originaria dell’Asia e dell’America settentrionale,  cresce allo stato spontaneo in zone temperate ed  umide, lunghi le rive dei corsi d’acqua, laghi, stagni a quote comprese tra 0 e 300 metri. In Europa, Italia compresa, viene coltivata a scopo ornamentale come pianta d’acquario.

Il calamo aromatico è una pianta acquatica perenne semi-sempreverde, che in pieno sviluppo vegetativo forma un cespuglio alto circa 1 metro e larghi 60 cm.

La pianta è provvista di una robusta e carnosa radice di tipo rizomatoso che tende ad emettere numerose ramificazioni laterali striscianti.

radice rizomatosa

Le foglie sono di colore verde brillante; hanno forma lineare-lanceolata, margini interi lisci o leggermente ondulati. Sono lunghe circa 50 cm e larghe dai 5 ai 7 cm e compaiono sulle sommità di scapi glabri a sezione triangolare di colore verde. Le foglie se vengono stropicciate tra le dita emano un gradevole aroma di limone.

Calamo-Canna odorosa

I fiori sono raggruppati in inflorescenze a spadice conico di colore giallo-crema o verde-marrone lunghe non più di 8 centimetri. Ogni fiore, poco appariscente, è formato da sei petali e stami che circondano un’ovaia oblunga. I fiori sono dolcemente profumati e sono ermafroditi.

I frutti sono delle bacche scure generalmente di colore rosso.

Fioritura

IL Calamo aromatico fiorisce in tarda primavera, da maggio fino a giugno e talvolta fino all’estate.

Coltivazione del Calamo aromatico – Canna odorosa – Acorus calamus

Esposizione

E’ una pianta rustica che per svilupparsi al meglio, preferisce i luoghi luminosi anche se non disdegna quelli a mezz’ombra. Soffre il caldo torrido dell’estate quindi, nelle regioni meridionali, è consigliabile proteggerla dai raggi diretti del sole per evitare scottature fogliari. Non teme il freddo e il gelo. La temperatura ottimale di coltivazione è di 18°C.

Terreno

E’ una pianta che ama l’acqua e quindi necessita di terreni molto umidi anche nel caso in cui venga coltivata in terra o in vaso. Il  terreno adatto al suo ciclo vegetativo è quello delle rive di corsi d’acqua o di laghi e stagni. Se coltivata direttamente in acqua non ha problemi soprattutto se pulita e priva di alghe.

Annaffiature

La canna odorosa o Calamo aromatico se coltivata in acquario, lungo i bordi di stagni e laghetti  non ha bisogno di essere annaffiata, Se coltivata in vaso invece richiede frequenti ed abbondanti apporti idrici.

Concimazione

Va concimata con somministrazioni di stallatico maturo mescolato al terreno di coltivazione oppure con un fertilizzante liquido specifico per  piante verdi diluito nell’acqua delle annaffiature.

Calamo aromatico: coltivazione in vaso

La canna odorosa o Calamo aromatico si coltiva facilmente anche in vaso purchè di dimensioni adeguate allo sviluppo delle sue grosse radici rizomatose. Il terreno adatto deve essere leggermente acido, che trattiene l’acqua e mantenuto sempre umido con abbondanti e frequenti annaffiature. A differenza delle altre piante questa pianta ama i ristagni idrici nel sottovaso.

Rinvaso

La pianta di Calamo aromatico coltivata in vaso va trasferita in contenitori più larghi e profondi non appena le radici fuoriescono dai fori di drenaggio dell’acqua delle annaffiature. Il rinvaso va fatto in primavera e si utilizza terriccio sciolto, fresco e ricco.

Divisione-rizomi

Moltiplicazione del calamo aromatico – Acorus calamus

La pianta si riproduce per seme  e per via agamica per divisione dei cespi o rizomi.

Moltiplicazione per seme

E’ una tecnica poco utilizzata data la scarsa fertilità dei semi che non sempre vengono prodotti dalla pianta.

Propagazione per divisione dei cespi

E’ preferita alla semina in quanto di sicuro successo e facile da eseguire.

  • In autunno o in primavera si estrae la pianta di Calamo dal terreno;
  • si dividono i rizomi been sviluppati in più porzioni portanti radici sane e vigorose;
  • si ripiantano singolarmente e immediatamente a dimora definitiva;
  • i cespi divisi in poco tempo daranno vita a nuove piante ricche di foglie verdi.

Impianto o messa a dimora

Le piante di Acorus calamus si impiantano in vaso o in piena terra o sommerse nell’acqua fino 30 cm di profondità in primavera p in estate, tra marzo-agosto.

Abbinamenti

Si abbina con altre piante acquatiche come: Menyanthes trifogliata (una pianta perenne, rizomatosa, con foglie trifoliate alterne), Liquirizia, Poligala, Calla palustris, Aponogeton distachyos (Biancospino d’acqua), Trifoglio, ecc.

Potatura

La pianta di Acorus o Calamo aromatico va potata alla fine dell’inverno, tra febbraio marzo. Si asportano tutte le foglie secche o danneggiate dal freddo e gli scapi floreali, utilizzando come sempre delle cesoie o forbici ben affilate e disinfettate. Nove foglie verdeggianti verranno ricacciate della pianta non appena riprende il suo ciclo vegetativo.

afidi-neri

Parassiti e malattie Acorus calamus – Calamo aromatico

Le piante di Acorus sono resistenti alle malattie fungine o crittogame ma molto sensibili agli attacchi degli afidi, piccoli parassiti animali che formano dense colonie nerastre lungo gli scapi fiorali e nelle inserzioni fogliari.

Cure e trattamenti

In primavera, a scopo preventivo, nebulizzare sulle giovani foglie delle piante di Acorus prodotti specifici.

Acorus Calamo

Varietà o specie di Calamo o Acorus

Tra gli esemplari appartenenti a questa specie, le cultivar ornamentali più note sono due.

Acorus calamus Variegatus

Una pianta perenne originaria dell’Asia, diffusa specialmente in Giappone. Deriva dallo Acorus gramineus ed è costituita da un rizoma molto ramificato, che in in pieno sviluppo vegetativo forma un cespuglio alto circa 40 cm, composto da un folto fogliame. Le foglie coriacee e molto strette, sono acuminate e di colore variegato verde-bianco. Durante il periodo della fioritura, nel mese di giugno, compaiono infiorescenze a spadice di colore marrone/crema. E’ sempreverde e resistente al gelo. Le piante di Acorus variegatus sono perfette per ricreare piccole zone cespugliose multicolore nei terreni umidi e nelle aiuole.

Acorus calamus Argenteostriatus

E’ una perenne sempreverde alta circa 80 cm, con foglie larghe variegate di bianco-crema, che se stropicciate emanano un gradevole aroma simile alla cannella. A maggio produce bellissimi fiori di colore blu-violaceo.  Preferisce il terreno fresco e umido e come esposizione il Sole e anche la mezzombra. Questa varietà si abbina perfettamente con Caltha e Lysimachia nummularia e Myosotis.

Usi in giardinaggio

Il Calamo aromatico è largamente impiegato come pianta ornamentale in acquari, terreni umidi ed aiuole.

Usi in cucina

I teneri germogli possono essere usati per insaporire le insalate, mentre la radice per aromatizzare secondi piatti di carne.

Usi industriali

L’essenza o aroma della Canna odorosa viene usata per aromatizzare liquori, bibite di largo consumo come il chinotto. L’olio essenziale viene impiegato nella formulazione di dentifrici, collutori, saponi, detergenti, creme, profumi e lozioni. L’estratto della radice si utilizza per preparati antiforfora.

Usi medicinali

Le radici o rizomi del Calamo sono commestibile e apprezzate nella medicina popolare e in erboristeria per le proprietà digestive, carminative, spasmolitiche sulla muscolatura liscia, diaforetiche, ipotensive, anticonvulsivanti. Il calamo ha funzioni secretive dell’apparato digerente, è utile nella dispepsia, nella inappetenza, nell’ulcera e nei disturbi gastrointestinali in genere. Massaggi praticati con l’olio essenziale e la tintura sono utili per trattare i dolori della gotta e dell’artrite. La radice masticata combatte l’alitosi da tabacco e liberare la gola dal catarro.

Le foglie essiccate sono utilizzate come repellenti naturali contro le mosche ed altri insetti fastidiosi.

Calamo-aromatico-infiorescenza

Curiosità

Nel gergo volgare la pianta viene chiamata con nomi diversi e quello più comune è bandiera dolce e si riferisce al suo profumo dolce e alla sua somiglianza con le specie di Iris, piante ornamentali che nei paesi anglosassoni sono comunemente conosciute come bandiere.

Il calamo aromatico appartiene alla stessa famiglia della Calla Zantedeschia.

Anticamente le foglie del Calamo aromatico che profumano di limone, venivano essiccate e sparse sui pavimenti per profumare l’ambiente calpestandole.

Galleria foto Piante acquatiche

LauraB
  • Redattore specializzato in Casa e Giardinaggio
  • Scrittore e Blogger
Google News

Commenti: Vedi tutto

Lascia una risposta