Berberis Crespino coltivazione


berberis-foto


Caratteristiche del Berberis vulgare

Il crespino, Berberis vulgaris,è una pianta arbustiva coltivata a scopo ornamentale nei giardini rocciosi, per siepi di zone costiere, per siepi di separazione e di recinzione.

I berberis sono arbusti della famiglia delle Berberidaceae, originari dell’Asia, dell’Europa e del Cile, che differiscono tra loro per dimensione, colore dei fiori e delle foglie a seconda della varietà.

berberis-ottawensis

Alcune specie sono caducifoglie altre sempreverdi.

Tra le tante varietà il più diffuso in tutta Europa è il Berberis vulgare o Crespino un arbusto che cresce allo stato spontaneo al margine dei boschi, nelle pinete, sui suoli limosi o argillosi ricchi di sostanza organica.

berberis-foglie

L’arbusto che raggiunge anche i 2 metri di altezza si presenta con rami eretti e scanalati ricoperti da corteccia grigia.

Le foglie, ovali, spinose e di colore verde chiaro sono riunite in densi fascetti, sui rami.

berberis-crespino-fiori

I fiori ermafroditi e di colore giallastro sono infiorescenze a grappolo pendulo.  Ai fiori fanno seguito i frutti, bacche color corallo, ovoidali, contenenti ciascuna, due tre semi.

berberis-bacche

Le varie parti della pianta posseggono proprietà fitoterapiche: il decotto di bacche è ottimo per combattere la stitichezza.

Fioritura: il crespino fiorisce nel periodo maggio, giugno.

Berberis-Aculeata

Varietà

Tra i più coltivati ricordiamo:

  • Berberis aculeata, arbusto a foglia caduca o semisempreverde, di colore verde scuro
  • la varietà atropurpurea ha foglie color porpora scuro
  • la varietà aurea ha foglie verde-giallo
  • B. buxifolia è sempreverde, con foglie ovali, cuoiose
  • B. frikartii ha foglie lanceolate, di colore verde scuro.

Berberis-vulgaris-foglie

Coltivazione del crespino o Berberis vulgare

Esposizione: il berberis predilige i luoghi  soleggiati e i climi caldi. Le piante adulte, a dimora da diversi anni, sopportano bene anche il freddo.

Terreno: predilige i terreni soffici, sciolti, ricchi di materia organica e ben drenati.

Annaffiature: annaffiare regolarmente per tutto l’anno gli esemplari giovani. Gli esemplari adulti generalmente si accontentano delle piogge e quindi vanno annaffiati solo quando il terreno è completamente asciutto e durante i periodi siccitosi.

Concime-granulare

Concimazione: in autunno spargere attorno alla pianta del concime organico. Dalla ripresa vegetativa  fino all’inizio dell’autunno  è bene fornire concime minerale completo ogni 20 giorni.

bacche-berberis

Moltiplicazione del Berberis

La pianta si propaga per seme e per talea semilegnosa in agosto-settembre.

La semina va effettuata nel mese di novembre.

La propagazione per talea va praticata tra agosto e settembre. Le talee di rametti semilegnosi prelevate con cesoie ben affilate e disinfettate vanno messe a radicare in un miscuglio di sabbia e terriccio.

A radicazione avvenuta, le nuove piante vanno messe in singoli contenitori e coltivate in vaso almeno per 2 – 3 anni per consentire l’irrobustimento dell’apparato radicale.

Berberis-valdiviana

Impianto

La messa a dimora in piena terra delle piante destinate a formare siepi va effettuata nel periodo ottobre – aprile in buche profonde e ben drenate.

rinvaso

Rinvaso Crespino

Il rinvaso del crespino allevato in vaso va effettuato quando le radici fuoriescono dai fori di drenaggio dell’acqua delle annaffiature. Il nuovo vaso deve essere di qualche cm più grande del precedente.

Si consiglia di stratificare sul fondo del vaso un leggero strato di torba.

Berberis-thunbergii

Potatura del Berberis

Per mantenere l’armonia della forma e per favorire l’incespimento basale gli arbusti di berberis vanno potati una volta l’anno. Le siepi spoglianti vanno potate in febbraio marzo mentre le sempreverdi in giugno, dopo la fioritura.

Oidio-mal bianco

Parassiti e malattie

Anche se si tratta di arbusti molto resistenti talvolta, per l’eccessiva umidità ambientale, i fiori e le foglie  dei berberi soffrono gli attacchi degli afidi e dell’oidio o mal bianco.

Teme l’attacco della Puccinia graminea,un fungo microscopico simile alla ruggine che macchia le foglie.

Cure e trattamenti

In inverno proteggere la base della pianta effettuando delle pacciamature mettendo delle foglie e della paglia ai piedi dell’arbusto.

Trattamenti con antiparassitari ad ad ampio spettro e con fungicida sistemico.

Galleria foto del Berberis

LauraB
  • Redattore specializzato in Casa e Giardinaggio
  • Scrittore e Blogger

Google News

Il meglio di Casaegiardino.it

Ricevi gratuitamente la newsletter con le migliori guide ed articoli esclusivi.

Commenti: Vedi tutto

  • massimo - - Rispondi

    salve sono un uomo di anni 53 con un problema al fegato vogliate darmi migliore cura e migliore medico x il mio problema grazie di cuore.sono affetto da epatite b cronica attiva da hbvdna. attendo con ansia una vostra valutazione del mio caso ancora grazie di cuore

Lascia una risposta