Beloperone coltivazione


Il Beloperone è una bellissima pianta decorativa coltivata a scopo ornamentale ma molto rara, infatti, non è facile trovarla in tutti i garden.

fiori-pianta-beloperone-justicia

Il Beloperone o Justicia è una pianta d’appartamento con caratteristici fiori dal design decorativo simili a coda di gambero.

foto-beloperone-justicia


Caratteristiche del Beloperone

Il Beloperone o pianta gambero, Justicia brandegeana, è una pianta carnosa originaria del Messico appartenente alla famiglia delle Acantaceae.

Il Beloperone è una piccola pianta sempreverde di altezza media di 70 cm che nei luoghi con inverni particolarmente miti si può coltivare come pianta da giardino.

La pianta presenta la parte aerea fittamente ramificata con steli sottili e legnosi ricchi di foglie ovali, lucide di colore verde vivo.

Sul fogliame, spicca caratteristici fiori di un colore che può variare dal rosa-brunastro al rosso vivo al viola.

pianta-gambero

I fiori sono lunghe infiorescenze simili a pannocchie costituite da piccoli fiori gialli attorniati da brattee generalmente giallo-arancioni.

Per la particolarità dei suoi fiori simili a code di gambero per forma e colore, il beloperone  viene chiamato pianta gambero.

Fioritura del beloperone

Il Beloperone fiorisce ininterrottamente dall’inizio della primavera alla fine dell’autunno.

fiori-pianta-beloperone-justicia

Coltivazione del beloperone

Esposizione

Il  beloperone, anche se è una pianta che sopporta bene anche la penombra, predilige i luoghi luminosi, purchè lontani dai raggi diretti del sole.

Le piante allevate all’esterno non sopportano temperature inferiori ai 5-6°C, quindi in inverno va ricoverata in casa, lontano da fonti dirette di calore.

Nei luoghi con inverni particolarmente miti si può coltivare come pianta da giardino. Le piante allevate in vaso e all’aperto richiedono ripari invernali se le temperature minime scendono al disotto dei 5-6° C.

Terreno

Il terreno per la coltivazione deve sciolto, ricco di materia organica e ben drenato.

Annaffiature

Il beloperone richiede annaffiature regolari dalla ripresa vegetativa fino all’autunno;  Vanno molto ridotte in inverno in quanto questa pianta non tollera gli eccessi d’acqua e i ristagni idrici.

Concime-granulare

Concimazione

Per favorire lo sviluppo di nuova vegetazione e di fiori, a fine dell’inverno e dalla  primavera in poi fornire  ogni 20-25 giorni del concime per piante da fiore, ricco in azoto e potassio mescolato all’acqua delle annaffiature; in alternativa, ogni 3-4 mesi, spargere alla base della pianta del concime granulare a lenta cessione.

beloperone-justicia

Moltiplicazione del beloperone

Vista la difficoltà di reperibilità, se ne avete una non lasciatevi sfuggire l’occasione di produrne qualcuna in più con un semplice metodo di moltiplicazione.

Il Beloperone si moltiplica in primavera per talee semilegnose di rami apicali dell’anno.

Rinvaso-pianta

Le talee, lunghe 10-15 cm, prelevate con forbici ben affilate e disinfettate, vanno messe a radicare in un composto costituito da sabbia e torba in parti uguali, fino a completo attecchimento delle radici.

foto-beloperone-justicia

Il terreno deve essere mantenuto costantemente umido con annaffiature giornaliere e il contenitore va posto in un luogo caldo, ma semiombreggiato per evitare che il sole possa danneggiare i nuovi e teneri germogli che faranno ala loro comparsa nel giro di 2-3 settimane.

Alla comparsa dei germogli, le nuove piante possono essere allevate in contenitore singolo oppure messe a dimora in piena terra.

Le piantine di Beloperone ottenute per talea fioriscono subito al primo anno. che si coltiva anche all’aperto e in piena terra per bordure di aiuole.

Rinvaso del beloperone

Il rinvaso si effettua quando la pianta è in riposo vegetativo.

beloperone-justicia

Il rinvaso è necessario poichè con il passare del tempo e le continue annaffiature il terriccio che accoglie il beloperone e tutte le altre piante d’appartamento perde le sue caratteristiche essenziali e i nutrienti elementi indispensabili alla pianta per continuare a svilupparsi in modo rigoglioso e a produrre i fiori.

foto-beloperone-justicia

 Rinvaso pianta gambero

La pianta cresce abbastanza vigorosamente, è quindi bene rinvasarla ogni 2-3 anni, preferibilmente all’inizio di marzo o quando le radici fuoriescono dai fori di drenaggio dell’acqua delle annaffiature.

Il vaso è diventato ormai troppo piccolo per contenere la pianta.

Per rinvasare il Beloperone occorrono:

  • nuovo substrato composto da tre parti di terriccio, una di sabbia ed una di torba;
  • attrezzi da giardino;
  • cambiare il vaso con uno più grande di qualche cm e preferibilmente di terracotta in quanto, essendo più porosi, consentono una più adeguata traspirazione del terreno e quindi delle radici.
  • dei pezzi di coccio da sistemare sul fondo del vaso per evitare che i fori di drenaggio si otturino e per facilitare lo sgrondo dell’acqua in eccesso delle annaffiature e evitare così il marciume delle radici.

Per l’omogeneità del terriccio si consiglia di mettere il composto in un sacchetto e mescolarlo con le mani o la paletta da giardinaggio.

La pianta del beloperone o gambero va posta nel nuovo vaso alla stessa altezza del precedente e il terriccio deve essere pressato tutto intorno per evitare la formazione di sacche d’aria.

fiori-pianta-beloperone-justicia

Dopo il rinvaso annaffiare abbondantemente e nel giro di 2 – 3 giorni somministrare del concime a lenta cessione ricco in azoto e potassio.

Effettuare il rinvaso in una bella giornata di sole e senza vento possibilmente in una posizione ombreggiata.

Potatura Beloperone

Per mantenere una pianta con foglie compatte e per favorire un’abbondante fioritura è bene potare regolarmente la pianta alla fine della fioritura, lasciando almeno 2 nodi a ogni ramo.

pianta-beloperone-justicia

Malattie e parassiti

Il Beloperone pur essendo una pianta abbastanza resistente a parassiti e a malattie ma nelle zone con eccessiva umidità ambientale potrebbe subire l’attacco di afidi, cocciniglie e muffe.

cocciniglia

Cure e trattamenti

Ad inizio primavera e solo se necessario effettuare un trattamento insetticida ad ampio spettro, per prevenire l’attacco di afidi e cocciniglie.

Eliminare gli steli secchi o danneggiati e i fiori appassiti.

Il beloperone non sopporta temperature inferiori ai 5-6°C, quindi in inverno va ricoverata in casa, ma lontano da fonti dirette di calore.

Ottimo come antiparassitario il piretro.

Galleria foto del Beloperone o Justicia

LauraB
  • Redattore specializzato in Casa e Giardinaggio
  • Scrittore e Blogger

Google News

Il meglio di Casaegiardino.it

Ricevi gratuitamente la newsletter con le migliori guide ed articoli esclusivi.

Commenti: Vedi tutto

Lascia una risposta