Bauhinia – Bauinia


Bauhinia -Bauinia

La bauinia o bauhinia, conosciuta comunemente anche come albero orchidea, è una pianta ornamentale esotica apprezzata per la sua copiosa fioritura estiva, la resistenza alle avversità e gli usi terapeutici nella medicina tradizionale.

Bauhinia-Albero orchidea


Caratteristiche generali della Bauhinia – Albero delle orchidee

Il genere Bauhinia della famiglia delle Fabaceae (Leguminose) comprende diverse specie di piante erbacee o a portamento arboreo originarie delle zone tropicali dell’Asia e dell’Africa diffuse allo stato spontaneo nei boschi e nelle foreste fino a circa 1000 metri di altitudine.

In Europa e in Italia vengono coltivate soprattutto come piante ornamentali nei parchi pubblici, nei giardini privati e in vaso in tutti i paesi o regioni caratterizzati da un clima invernale mite.

Le piante o gli arbusti di alcune varietà di Bauinia coltivate in condizioni ambientali adatte possono superare anche i 10 metri di altezza.

La parte ipogea della Bauhinia è una radice fascicolata abbastanza robusta e profonda; la parte  aerea a seconda della specie sviluppa uno o più fusti semilegnosi (a seconda del tipo di allevamento) rivestiti di una sottile corteccia grigio verdastra; la chioma è composta da rami a sviluppo per lo più verticale ricoperti da una ricco e caratteristico fogliame  di colore verde.

Bauinia- foglie

Le foglie sono composte, hanno forma cuoriforme e sono formate da due foglioline variamente innervate unite tra loro solo per metà della loro lunghezza mediante un un picciolo lungo circa 5 cm. La particolare struttura delle foglie della bauhinia ricorda vagamente la forma di uno zoccolo di un bovino.

Bauhinia-fiore

I fiori, grandi e vistosi, e spesso confusi con quelli dell’orchidea o dell’Acca selloviana sono riuniti in infiorescenze a grappolo (5-6) che spuntano sulle estremità apicali dei rami o tra le ascelle fogliari. Ciascun fiore è composto da 5 petali di colore bianco, giallo, rosa o rosso a seconda della varietà. I fiori di alcune specie di Bauinia non durano più di 6-8 ore, infatti si schiudono all’alba e verso mezzogiorno sono già completamente sfioriti e senza petali ma la bellezza dell’albero orchidea non viene in alcun modo compromessa in quanto tanti altri fiori, il giorno seguente, sbocceranno forti e vigorosi.

In autunno, sui rami della bauinia compaiono i frutti che come nel glicine, il Siliquastro ed altre varietà di leguminose sono dei baccelli verdi che a maturazione diventano legnosi, di colore e si aprono lasciando cader al suolo numerosi semi dotati di buona fertilità.

I semi della Bauinia sono dischi lenticolari piatti rivestiti da un tegumento duro di colore marrone scuro e sono alloggiati in cavità interne del baccello separate tra loro da setti legnosi.

Bauhinia-fioritura

Fioritura della bauinia: le piante producono fioriture spettacolari per tutta l’estate.

Bauhinia-coltivazione

Coltivazione della Bauhinia

  • Esposizione: le piante di bauhinia sono amanti del caldo; vanno coltivate all’aperto in luoghi soleggiati e riparati dal vento solo nelle regioni in cui il clima invernale è mite mentre in quelle a clima freddo vanno allevate in vaso per poterle poi riparare all’interno non appena le temperature iniziano sensibilmente a calare, in genere già dall’inizio dell’autunno. Non tollerano la salsedine.
  • Terreno: la Bauhinia cresce bene in qualunque tipo di terreno anche se predilige quello alcalino, sciolto, ricco di sostanza organica e soprattutto ben drenato.
  • Annaffiature: l’esemplare adulto coltivato a dimora in piena terra anche se generalmente si accontenta delle piogge va irrigato ogni 15 giorni nei periodi di prolungata siccità e in estate. La pianta giovane o quella allevata in vaso invece necessita di abbondanti apporti idrici per tutto il periodo primaverile-estivo. In autunno le annaffiature vanno ridotte mentre in inverno, periodo in cui la bauinia entra in quiescenza, vanno effettuate solo se il terreno è completamente asciutto o arido da più giorni.
  • Concimazione: la bauinia per produrre fiori in abbondanza va regolarmente concimata pert tutto il periodo vegetativo. Dalla primavera e per tutta l’estate il terreno di coltivazione va arricchito con un concime bilanciato composto da azoto (N), fosforo (P) e potassio (K) e una buona percentuale di microelementi utili allo sviluppo armonioso della pianta.

Rinvaso-pianta

Rinvaso

Le piante di Bauhinia allevate in vaso necessitano di contenitori via via sempre più larghi e capienti. Ogni anno si rinvasano utilizzando del terriccio fresco e fertile. Per favorire il drenaggio dell’acqua delle innaffiature si consiglia di mescolare il terreno con del materiale grossolano e di stratificare sul fondo del contenitore dell’argilla espansa, del pietrisco oppure pezzi di coccio.

Potatura

Per contenere la crescita della pianta, mantenere l’armonia di forma della chioma ed ottenere fioriture abbondanti, in autunno o fine inverno si possono accorciare vigorosamente i rami più lunghi, potare di netto quelli secchi o danneggiati utilizzando delle cesoie ben affilate e perfettamente pulite e disinfettate per evitare che diventino veicolo di malattie parassitarie.

Bauhinia-moltiplicazione

Moltiplicazione della Bauinia

Le piante delle diverse specie si riproducono facilmente per seme durante la stagione primaverile. Per favorire la germinazione,  i semi vanno tenuti in ammollo in acqua calda per almeno 12 ore. I semi vanno stratificati in apposito contenitore con terriccio specifico, Il semenzaio va posto in un luogo caldo e umido almeno per un anno. Quando le piantine saranno abbastanza vigorose potranno essere ripicchettate in vasi singoli ed allevate in essi per un altro anno sempre in un ambiente caldo e luminoso. Dal terzo anno le piante di Bauinia potranno essere messe a dimora o in vaso o in piena terra se il clima lo consente. Nelle regioni a clima temperato  la semina della Bauinia può essere fatta direttamente definitiva e anche in giardino.

Propagazione per talea

In primavera, prima della risveglio vegetativo la Bauinia può essere propagata anche per via agamica mediante talea semilegnosa. Con cesoie ben affilate e disinfettate si prelevano talee semilegnose lunghe 15 -18 cm dai fusti sani e vigorosi e si mettono a radicare in un miscuglio di torba e sabbia in parti uguali, mantenuto costantemente umido fino alla comparsa di nuove foglie. Successivamente le piante così ottenute vanno messe in vasi singoli tenuti in un luogo caldo ed umido fino al momento del trapianto.

Bauhinia-Bauinia-parassiti

Parassiti e malattie della Bauinia

La Bauhinia è una pianta sensibile agli attacchi degli afidi che generalmente si annidano alla base dei fiori e tra le ascelle delle foglie ma non teme le cocciniglie o altri parassiti animali. E’ molto resistente anche alle malattie fungine o crittogame come l’oidio o mal bianco anche se è sensibile al marciume delle radici causato dagli apporti idrici troppo abbondanti e dai ristagni nel sottovaso.

Cure e trattamenti

La Bauinia teme il freddo pertanto in autunno va ricoverata in luoghi protetti ma molto luminosi e per evitare il rischio del marciume radicale si consiglia di svuotare il sottovaso dell’acqua di sgrondo delle annaffiature. In caso di infestazioni parassitarie la chioma della pianta può essere trattata con prodotti specifici o antiparassitari biologici quali: antiparassitario all’ortica, al piretro, ecc. La bauinia coltivata in piena terra va invece protetta dalle avversità climatiche con una pacciamatura di paglia o foglie secche.

Bahuinia-purpurea

Varietà di Bauhinia

Il genere comprende circa 200 specie diverse tra le quali ricordiamo:

Bauhinia grandiflora

La Bauhinia grandiflora una pianta originaria dell’Argentina e dell’Uruguay resistente alle avversità e alle temperature inferiori ai 10° C che in molte regioni italiane viene allevata tranquillamente all’aperto. Le foglie sono bilobate, decidue e di colore verde chiaro. Produce fioriture spettacolari per tutta l’estate.

Bauhinia purpurea

La Bauhinia purpurea è una specie originaria dell’Asia diffusa soprattutto in India e Cina adatta solo alla coltivazione in appartamento in quanto è particolarmente sensibile al freddo. Le foglie sono caduche, alternate, bilobate e con base cuoriforme. I fiori sono vistosi, rosa e profumati, con cinque petali. Il frutto è un baccello lungo 30 centimetri, contenente da 12 a 16 semi.

Bauhinia corniculata

Le piante di Bauhinia corniculata è una specie che teme il freddo e necessita di una posizione soleggiata e luce diretta per molte ore al giorno. In primavera-estate può essere tenuta all’aperto mentre all’inizio dell’autunno va  ricoverata in casa in un luogo caldo.

Bauhinia variegata  – Kanchanara

La Bauhinia variegata è una specie di dimensioni più contenute originaria della Cina,
e viene coltivata a scopo ornamentale e medicinale. I fiori lievemente profumati e prodotti dall’inverno fino all’inizio della primavera, sono di colore rosa con venature di colore rosso, lievemente profumati e vengono prodotti dall’inverno alla primavera. La corteccia di questa pianta viene utilizzata dalla medicina tradizionale per il controllo del diabete, la cura delle emorroidi, dei tumori, delle infiammazioni delle vie aeree superiori (mal di gola e bronchite), delle infestazioni da vermi e come rimedio naturale contro il bruciore di stomaco, diarrea e gonfiori addominali.

Bauhinia tomentosa

La Bauhinia tomentosa è una specie originaria di Ceylon con foglie ovali bilobate. Produce bellissimi fiori gialli campanulati con corolla composta da 5 petali tomentosi e vellutati al tatto. I fiori, come quelli dell’Ibisco, durano solo un giorno e al tramonto del sole virano al rosa malva.  Il frutto è un legume lineare piatto con apice appuntito, contenente 6-10 semi ovati e appiattiti. Viene coltivata in vaso  o all’aperto nelle zone in cui i valori minimi di temperatura non sono inferiori a 10 °C.

Bauhinia galpinii

La Bauhinia galpinii è una specie originaria dell’Africa meridionale. Ha dimensioni più contenute e portamento arbustivo; le foglie sono bilobate di colore verde molto chiaro; i fiori grandi, vistosi e di colore rosso vivo sono una fonte di attrazione per le farfalle.

Bauhinia inermis

La Bauhinia inermis è una pianta che produce grandi infiorescenze a spighe composte da fiori di colore bianco. Questa specie è originaria del Messico.

Bauhinia-varietà

Usi e proprietà

Alcune specie di Bauinia quali Bauhinia grandiflora, Bauhinia galpinii, Bauhinia variegata e altre,  vengono coltivate scopo ornamentale in piena terra nelle regioni a clima mediterraneo e come pianta d’appartamento nelle regioni caratterizzate da un clima temperato, altre specie invece vengono utilizzate anche per scopi medicinali come ad esempio la Bauhinia fortificata che secondo studi recenti può essere usata per trattare il diabete e la glicemia; la corteccia e le radici della Bauhinia variegata e di altre specie trovano ampia applicazione anche in erboristeria.

Curiosità

Il nome del genere è stato dedicato a Jean e Caspard Bauhin, due fratelli entrambi illustri botanici svizzeri, per le foglie bilobate. Sempre per la particolare forma delle foglie la Bauinia viene chiamata zampa di cammello o di bue e in riferimento alla particolare forma dei fiori il nome comune più usato è invece Albero orchidea.

La Bauhinia blakeana è stata adottata come emblema floreale della bandiera di Hong Kong in quanto la pianta è stata scoperta per la prima volta ad Hong Kong nel 1880.

Galleria foto Bauinia – Bauhinia

 

LauraB
  • Redattore specializzato in Casa e Giardinaggio
  • Scrittore e Blogger
Google News

Il meglio di Casaegiardino.it

Ricevi gratuitamente la newsletter con le migliori guide ed articoli esclusivi.

Commenti: Vedi tutto

Lascia una risposta