Asebo – Pieris japonica


pieris-japonica


L’Asebo, Pieris Japonica, è una pianta arbustiva ornamentale coltivata sui balconi, terrazzi e nei giardini per l’elegante design dei suoi splendidi fiori.

Andromeda-fiori


Caratteristiche dell’Asebo – Pieris japonica

Il Pieris è una pianta appartenente alla famiglia delle Ericaceae di origine asiatica conosciuta anche come Andromeda del Giappone o Andromeda giapponese.

Si tratta di una pianta arbustiva sempreverde dalle medie dimensioni caratterizzata da una crescita molto lenta. In pieno sviluppo vegetativo raggiunge un’altezza supera abbondantemente 1 2 metri di altezza.

fiori-pieris-japonica


Leggi anche: Piante esotiche autunnali

L’arbusto dal portamento tondeggiante si presenta con un fitto intreccio di rami di colore scuro ricoperti da un folto fogliame molto decorativo.

Le foglie, ovali allungate, lucide, di colore verde aranciato nella fase giovanile e verde brillante a completo sviluppo.

I fiori, leggermente profumati e riuniti in grappoli pendenti ascellari o terminali, hanno la forma di piccole campanule bianco – rosee che ricordano quelle del Mughetto.  Ogni fiore ha la corolla con cinque lobi sovrapposti fra loro.

Ai fiori seguono piccoli frutti scuri, tondeggianti che possono essere utilizzati per riprodurre nuove piante in quanto germinano facilmente.

Fioritura

I Pieris sbocciano a seconda delle varietà dall’inizio della primavera fino a fine giugno.

fiori-bianchi-pieris-japonica

Coltivazione Asebo Pieris japonica – Andromeda giapponese

Esposizione

I Pieris sono piante adatte per luoghi semiombrosi e riparati dai venti freddi. Le piante allevate in vaso richiedono protezioni invernali.

Terreno

Si sviluppano bene in terreni umidi, misti, acidi, ricchi di sostanza organica e ben drenati.Se il terreno è basico basta acidificarlo con aceto diluito nell’acqua.

Annaffiature

Devono essere regolari durante la fioritura e nei periodi di prolungata siccità, da effettuare solo quando il terreno è completamente asciutto utilizzando possibilmente acque non molto dure.
Nel periodo delle piogge è consigliabile non fornire acqua per evitare il marciume radicale.

Concime

Concimazione

I Pieris vanno concimati in autunno o ogni 3- 4 mesi somministrando alla base delle piante del concime granulare a lento rilascio Le piante allevate in vaso possono essere concimate anche ogni mese con concime liquido specifico per piante da fiore diluito nell’acqua delle annaffiature.

Andromeda – Pieris: coltivazione in vaso

E’ una pianta che può essere coltivata anche in vaso purchè abbastanza capiente, soprattutto adatto allo sviluppo dell’apparato radicale.

Va utilizzato un terreno specifico per piante acidofile ricco di nutrienti e alleggerito con sabbia o altro materiale drenante.

Le annaffiature vanno fatte regolarmente e con maggiore frequenza soprattutto durante l’estate, utilizzando acqua preferibilmente piovana o priva di calcare.

Periodicamente va somministrato un concime rinverdente, ricco in ferro per mantenere costante il pH del terreno e per evitare l’accumulo di calcare intorno alle radici.

In Inverno il vaso va spostato in un luogo protetto dal gelo.

asedo-pieris-japonica

Moltiplicazione Asebo – Pieris

Il Pieris si riproduce per seme e per talea.

La semina si effettua direttamente in piena terra, in primavera.

Propagazione per talea 

Le talee di rami semilegnosi, lunghe circa 10- 15 cm centimetri, prelevate  in agosto vanno messe a radicare in un miscuglio composto da due parti di sabbia e una di torba, mantenuto sempre umido fino a quando non compaiono nuove foglie.

A radicazione avvenuta, all’incirca nel mese di aprile, ognuna delle talee radicate va trapiantata in contenitori contenenti un miscuglio di torba e terriccio di foglie, in parti uguali.

Le talee radicate e trapiantate vanno allevate in vaso per almeno 2 anni prime di essere messe a dimora definitiva.

asedo-andromeda-giappone

Impianto Andromeda giapponese

L’impianto dei Pieris può essere effettuato in ottobre – novembre oppure in marzo – aprile.

Potatura

La potatura va effettuata dopo la fioritura per il contenimento della forma e per evitare che la pianta sprechi le sue energie per portare a maturazione i frutti a svantaggio della successiva fioritura.

albero-pieris-japonica

Parassiti e malattie del Pieris

I Pieris temono le malattie fungine, il mal bianco o oidio, causate dall’eccessiva umidità ambientale; il marciume radicale causato dai ristagni idrici; raramente soffrono l’attacco di afidi e cocciniglie.

Oidio-mal bianco

Cure e trattamenti

Necessita di trattamenti antiparassitarri, protezione invernale ed estiva dell’apparato radicale con una pacciamatura di torba o di corteccia di pino e frequenti scerbature. Nelle regioni con inverni molto gelidi la chioma del Pieris va coperta con coprire dell’agritessuto.

Varietà di Pieris

Esistono due varietà particolari: una produce campanelle di fiori rosati, l’altra sfoggia un bel fogliame variegato di bianco-crema.

Pieris formosa

Una specie di origine asiatica. Ha foglie lunghe circa 20 cm, con margini dentellati. I getti giovani della Pieris formosa sono di colore bronzo-rame o rosso brillante durante la fioritura. Le infiorescenze a racemi, lunghe fino a 15 cm,  sono formate da numerosi fiori profumati con corolla bianca.

Pieris Purity

Una varietà importata in Europa da un famoso orticoltore giapponese. Forma un largo arbusto compatto che durante il periodo della fioritura si ricopre di lunghe infiorescenze a pannocchie  composte da fiori bianchi.

Pieris Valley Rose

Una cultivar con foglie oblungo-lanceolate, di colore verde intenso, arricchite da bordature e intarsi color bianco crema. I fiori di questa varietà dal colore leggermente rosato quando sono in boccio virano col passare dei giorni al rosa intenso.

Pieris-fiori bianchi

Usi

Le piante di Pieris sono perfette per abbellire angoli del giardino e balconi ombrosi ma luminosi, al riparo dei raggi diretti del sole dei mesi più caddi dell’estate soprattutto nelle regioni del meridione.

L’Asebo è velenoso?

I fiori ed il nettare di Pieris Japonica non sono commestibili ed hanno proprietà altamente velenose e tossiche per la presenza di andromedotossine (grayanotossine) sia per l’uomo che per gli animali domestici quali cani e gatti.

Curiosità

La pianta del Pieris viene comunemente chiamata Andromeda.

Galleria foto Asebo – Pieris japonica

LauraB

Commenti: Vedi tutto