Arte Topiaria – Ars topiaria

Che cos’è l’ars topiaria o arte topiaria ? Come si pratica ? Quali sono le piante ornamentali che si prestano ad essere trasformate in opere d’arte, in numeri, in animali o in decorativi  e fantastici paesaggi ?

Arte topiaria-Ars topiaria

Arte topiaria o ars topiaria

L’ars topiaria o arte topiaria una tecnica di potatura artistica praticata già nell’antica Roma da mani esperti di giardinieri che con molta pazienza e destrezza modellavano le piante e siepi sempreverdi dei giardini delle più prestigiose ville romane.

L’arte topiaria considerata segno di dominio dell’uomo sulla natura conobbe il suo massimo splendore durante il periodo rinascimentale quando famiglie e casate più facoltose per dimostrare il loro potere e la loro forza affidavano la cura dei propri giardini ad artisti, spesso anche scultori, che sapevano modellare in maniera tridimensionale le varie specie di piante e, che nello stesso tempo, conoscevano le specie botaniche che meglio si prestavano ad essere trattate con tecniche di potatura plastica e i fattori pedoclimatici più adatti. L’arte topiaria può essere praticata sulle siepi, su piante allevate in terreno e in vaso, su esemplari singoli o su gruppi, e le per quanto riguarda le forme esse possono essere: semplici o complesse, geometriche ed fantastiche, assumere le sembianze di animali, di oggetti di uso quotidiano, persino di persone.
Ovviamente, l’arte topiaria più complessa e sofisticata va praticata da esperti nel settore in quanto richiede un’adeguata formazione è un’abilità manuale non indifferente. Inoltre, si ricorda che le piante ornate con la tecnica dell’arte topiaria necessitano di una manutenzione costante.


Leggi anche: Zucche ornamentali – Zucche Lagenarie

arte-topiaria-giardino-botanico-esempio

Oggi, rispetto al passato, l’arte topiaria è più facile da realizzare anche dai giardinieri meno esperti grazie alla disponibilità sul mercato di strutture metalliche plasmabili e in grado di sostenere le piante.

ars-topiaria-esempi-idee-alberi

Piante adatte per l’arte topiaria

Le piante da trasformare con l’arte topiaria in forme geometriche regolari, sculture dalle forme armoniose o ancora in rappresentazioni di paesaggi o eventi bellici di particolare rilevanza sono le sempreverdi a crescita contenuta e che sopportano senza traumi i frequenti interventi di potatura necessari a mantenere la forma conferita.

ars-topiaria-esempi-scritte-forme
Cosa fare per potare le piante con la tecnica dell’arte topiaria?

In pratica servono supporti rigidi e sostegni per guidare la crescita dei rami e delle foglie nella forma voluta e che assicurano nel tempo una facile manutenzione. In breve tempo l’apparato fogliare coprirà in modo uniforme lo scheletro di sostegno rendendolo invisibile e a questo punto si interviene con la potatura che stimolerà la pianta emettendo nuovi germogli.


Potrebbe interessarti: Piante rampicanti perfette per balcone e terrazzo

Topiaria-siepi ornamentali

Manutenzione delle piante

Per potare piante, alberi, cespugli e siepi con la tecnica dell’arte topiaria è necessario anche conoscere la natura del terreno per capire se riesce a contenere la loro crescita vigorosa. Nel caso in cui il terreno non dovesse essere adatto è consigliabile coltivare la pianta da ornare in un contenitore interrato per i due terzi nel terreno oppure in uno spazio delimitato da muretti in pietra o in mattoni. Anche la manutenzione deve essere fatta con assiduità poichè la pianta poco curata anche se sostenuta dai tutori metallici tende a perdere facilmente la sua forma.

ars-topiaria-esempi-giardino


Hai problemi con le piante? Iscriviti al gruppo

Piante adatte per l’arte topiaria

Le piante da trasformare con l’arte topiaria in forme geometriche regolari, sculture dalle forme armoniose o ancora in rappresentazioni di paesaggi o eventi bellici di particolare rilevanza sono le sempreverdi a crescita contenuta e che sopportano senza traumi frequenti interventi di potatura necessari a mantenere la forma conferita.

Le piante che si maggiormente si prestano all’arte topiaria sono: il Ligustro, il Carpino bianco, il Tasso, il Bosso nano, il bosso comune e soprattutto il Bosso microphylla il più duttile ai lavori di fantasia, alle potature frequenti e perchè più facile da coltivare anche in vaso.

ars-topiaria-esempi-draghi

Requisiti per praticare l’Arte topiaria

Le piante da ornare con l’arte topiaria hanno bisogno di spazio vitale e quindi gli esemplari da trattare vanno posizionati a un’adeguata distanza l’uno dall’altro in modo da favorire il soleggiamento e la circolazione di aria in tutte le parti ed evitare anche la trasmissione di eventuali infestazioni parassitarie o fungine. E’ anche importante tenere conto del tipo di terreno in cui si coltivano le piante da sottoporre all’arte topiaria; se il terreno è inadatto alla coltivazione di una data specie botanica è necessario scavare una buca di adeguate dimensioni e interrare in essa la pianta da ornare con tutto il contenitore per circa 2/3 dell’altezza. Prima di mettere il vaso nella buca è consigliabile predisporre sul fondo del pietrisco per favorire il drenaggio dell’acqua in eccesso.

ars-topiaria-esempi-giardini

Quando potare?

Il periodo della potatura varia a seconda della esigenza vegetativa della pianta che si intende ornare e si effettua in più più riprese, ad intervalli regolari, per evitare inutili sofferenze o traumi . Generalmente, per ottenere buoni risultati, si interviene dopo che la pianta si è ambientata nella sua dimora definitiva e tra una potatura di forma e la successiva bisogna far passare almeno 1 mese. Per un soddisfacente risultato finale occorrono molto tempo e pazienza soprattutto se le piante sono giovani. Le piante giovani, infatti, vanno potate in modo che non crescano troppo rapidamente e che i tagli favoriscano la produzione di molta vegetazione non solo nella parte superiore ma anche in quella inferiore per impedire che rimangano spoglie alla base. Nel periodo di maggiore produzione di foglie, ogni 7-8 giorni, si effettuano leggere potature utilizzando una forbice elettrica.

Potatura-siepi-ars topiaria

La potatura, va eseguita con attrezzi specifici ben affilati e disinfettati di volta in volta con la fiamma o con la candeggina. Come sempre si raccomanda di eseguire la potatura dopo aver innaffiato le piante effettuando; effettuare tagli netti per evitare dannose sfilacciature; scegliere una bella giornata di sole e senza vento.

ars-topiaria-esempi-abero

Forme per arte topiaria: come fare?

Le forme da dare alla pianta sono tante e tra quelle più facili da realizzare anche da giardinieri improvvisati e meno esperti  suggeriamo quella a cono o a palla.

Topiaria-forma cono

Forma a cono

Si pratica su piante come bosso e tasso sono cresciute liberamente e in modo quasi selvaggio.

Per dare alla pianta una perfetta forma conica sarà sufficiente acquistare un sostegno metallico dalla forma conica, conficcarlo nel terreno e dopo averlo legato al fusto recidere i rami che fuoriescono attraverso le sue trame. La pianta che maggiormente si presta a questa tipo di potatura conica è il Taxus Hibernica una varietà di tasso a portamento eretto con chioma leggermente conica.

arte-topiaria-giardino-botanico-idee

Forma a sfera e siepi

Per dare una bella forma a palla è necessaria una sagoma sferica ritagliata da un cartone rigido da adattare alla pianta che si intende potare. La pianta che più si adatta a questo tipo di potatura è il bosso in vaso. Il momento migliore per la potatura del bosso e verso giugno. Si potano prima la parte superiore della pianta e poi lungo la circonferenza e infine la parte inferiore. Per ottenere una sfera o palla perfetta controllare di volta in volta con la sagoma di cartone.

Molto semplice e per meno esperti è la potatura della siepe. Per conferire una forma meno selvaggia alla siepe del giardino e ottenere piante dritte, con rami e foglie della stessa altezza, basta mettere una corda ben tesa lungo la siepe ancorata nel terreno con pezzi di legno o legata al fusto delle piante situate alle due estremità. La corda segna il confine delle parti da potare, l’altezza voluta e la forma. La direzione dei tagli varia in base alla forma che si vuole dare alla siepe.

ars-topiaria-esempi-facce

Gli appassionati di arte topiaria, infatti, riescono creare con il bosso dei bellissimi labirinti rettangolari, delle figure geometriche, animali fantastici o reali, volti umani, date e numeri.

arte-topiaria-giardino-botanico-animali

Forma di animali

Per conferire alla pianta una forma di animale quanto più somigliante possibile e ben proporzionata il sostegno o scheletro deve essere robusto e realizzato in fil di ferro.

La struttura, realizzata da mani esperte, va conficcata all’interno della pianta e poi legata con fili di rafia alle sue branche principali e si interviene quando la massa vegetale ha ricoperto la struttura potando i rami vecchi o danneggiati ed accorciando tutti gli altri quel tanto che basta a conferire la forma voluta.

Topiaria-animale

Successivamente si eseguono leggere potature di contenimento utilizzando una forbice elettrica.

Galleria foto arte Topiaria

Filomena Spisso
  • Laureata in scienze politiche relazioni internazionali
  • Founder pianetadesign.it
Suggerisci una modifica