Anigozanthos – Zampe di canguro


Zampe di Canguro-Anigozanthos

L’anigozanthos o zampa di canguro è una pianta ornamentale esotica apprezzata per il suo ricco fogliame sempreverde, per i suoi caratteristici fiori pelosi simili a Zampe di canguro.

Anigozanthos-fiori-rossi


Caratteristiche Anigozanthos – Zampe di Canguro

L’Anigozanthos, conosciuta comunemente con il nome di zampe di canguro, è una pianta sempreverde della famiglia delle Haemodoraceae originaria dell’Australia.

La  pianta di Anigozanthos è perenne ed provvista di una robusta radice rizomatosa – tuberosa che si approfonda saldamente nel terreno e che funziona efficacemente come organo di riserva idrica ed energetica.

La parte aerea della pianta è forma folti cespugli, composti da lunghe foglie nastriformi di colore verde brillante nella pagina superiore, di colore verde-grigio su quella inferiore.

Zampe-Canguro-foglie

Le foglie sono sottili e, sotto il peso della loro lunghezza, tendono ad arcuarsi verso l’apice appuntito.

Durante il periodo della fioritura, dal ciuffo di foglie sporgono dei fusti cilindrici, alti anche più di 1 metro, generalmente di colore rosso scuro e ricoperti da una fitta peluria lattescente.

I fusti terminano nella parte apicale con folte infiorescenze a grappolo formate da numerosi fiori e che nell’insieme ricordano le zampe del canguro.

Zampe-di-canguro-boccioli

I boccioli di anigozanthos, vistosi e decorativi, hanno forma di tubuli allungati ricoperti da una fitta peluria rossa, porpora, gialla, arancio o verde o porpora.

I boccioli quando si aprono lasciano intravedere una piccola corolla a sei petali, in genere di colore chiaro.

Fioritura: la zampa del canguro fiorisce nel periodo primavera estate.

Anigozanthos-fioritura

Coltivazione Anigozanthos – Zampe di Canguro

Esposizione: le piante di zampe di canguro amano i luoghi soleggiati, o al massimo semiombreggiati, al riparo dei venti freddi. Gli anigozanthos non temono il freddo ma sono sensibili al gelo intenso e prolungato.

Nelle regioni del Nord Italia si consiglia di coltivare questa pianta direttamente in vaso in modo da poterla riparare in inverno. Nelle regioni del Sud Italia invece la si può coltivare direttamente a dimora nel giardino.

Terreno: le zampe di canguro, Anigozanthos, si sviluppano facilmente in qualunque tipo di terreno ben drenato anche se quello ottimale di coltivazione è un miscuglio di terriccio universale, terreno da giardino e sabbia di fiume.

Annaffiature: tutte le specie di Anigozanthos sono resistenti alla siccità in quanto le radici rizomatose sono naturali riserve di acqua. Per evitare comunque che in carenza di acqua la pianta possa rallentare lo sviluppo a discapito anche della fioritura l’apporto idrico deve essere regolare da marzo a settembre, facendo attenzione a non eccedere per evitare il ristagno idrico. Si consiglia di lasciare asciugare completamente il terreno tra un’innaffiatura e l’altra. In autunno le irrigazioni vanno via via diradate o del tutto sospese in caso di piogge intense. In inverno le irrigazioni vanno sospese del tutto fino all’inizio della ripresa vegetativa. Le piante di Zampe di canguro coltivate in vaso vanno annaffiate ogni 15 giorni con 1 o 2 bicchieri d’acqua.

Concime-pellettato

Concimazione: come tutte le bulbose o le rizomatose anche le zampe di Canguro vanno concimate almeno due volte l’anno per stimolare la formazione di nuovi cespi e la fioritura. In genere, all’inizio della primavera, si somministra alla base dei cespi del concime organico equilibrato in azoto (N), potassio (K) e fosforo (P).

Zampa-di-Canguro-moltiplicazione

Moltiplicazione Anigozanthos – Zampe di Canguro

Questa bellissima pianta esotica si riproduce per seme in primavera e mediante divisione dei cespi in autunno.

La semina si effettua stratificando i semi su un terriccio specifico e ricoprendoli con uno strato di ghiaieto. Il letto di semina va mantenuto sempre umido fino a germinazione avvenuta. I semi produrranno nuove piante in circa 20 giorni e la capacità germinativa può essere ulteriormente potenziata se lasciati in ammollo in acqua tiepida per almeno 24 ore.

Le piante di zampe di Canguro quando saranno abbastanza robuste potranno essere trasferite in vaso o in piena terra. Per la comparsa dei fiori bisogna attendere  circa 2 anni.

Moltiplicazione per divisione dei cespi

In autunno, le zampe di Canguro  possono essere propagate per via agamica dividendo il rizoma in più parti ciascuna portante radici sviluppate e ciuffi di foglie ben sviluppate. Si estrae la pianta dal terreno; con l’aiuto di un coltello ben affilato e disinfettato, si dividono i cespi più robusti in più parti e, per evitare traumi, si impiantano al momento stesso a dimora definitiva. Per facilitare la radicazione si consiglia di impiantare le Zampe di Canguro divise in un miscuglio di torba e sabbia in parti uguali.

rinvaso

Rinvaso Anigozanthos

Le piante di zampe di canguro vanno rinvasate mediamente ogni 2 anni oppure  quando le radici fuoriescono dai fori di drenaggio dell’acqua delle annaffiature.

Il rinvaso si effettua in primavera utilizzando un contenitore  più grande del precedente. Per favorire il drenaggio si consiglia di mettere sul fondo uno strato di pietrisco oppure cocci di vaso. Il terreno deve essere fresco e sempre misto ad una parte di sabbia grossolana.

Subito dopo il rinvaso si annaffia la pianta e il vaso almeno per i primi giorni va messo in un luogo molto luminoso ma non esposto ai raggi diretti del sole. Non appena la pianta si sarà ambientata al nuovo vaso solo allora potrà essere trasferita nel luogo più consono al suo sviluppo.

Zampe-di-canguro-fiori-rosa

Parassiti e malattie Zampe di canguro – Anigozanthos

La pianta è sensibile alle malattie fungine come la muffa bianca se il clima è troppo umido e tra i parassiti animali teme l’attacco degli afidi che generalmente si annidano tra i peli dei fiori e nelle ramificazioni degli steli.

Cure e trattamenti

In inverno le piante di zampe di canguro coltivate in piena terra vanno riparate alla base dei cespi con una pacciamatura di paglia o di foglie secche mentre quelle coltivate in vaso vanno riparate in appartamento.

Per contrastare le infestazioni da afidi sono consigliati trattamenti con antiparassitari specifici.

Usi

Gli anigozanthos sono piante ornamentali molto decorative adatte a realizzare aiole e bordure policromatiche. I fiori recisi sono utilizzati dai fioristi per composizioni floreali.

Zampa-di-canguro- Kangaroo paw

Curiosità

Il nome scientifico della pianta deriva dal latino ed è in relazione alla particolare forma dei fiori che come già detto ricordano le zampe del canguro.

Nei paesi anglosassoni la pianta viene chiamata : Kangaroo paw.

Varietà

Le varietà più diffuse sono: l’Anigozanthos flavidus, l’Anigozanthos viridis, Anigozanthos pulcherrimus, Anigozanthos rufus e l’Anigozanthos manglesii che si differenziano per il colore dei petali, per il periodo della fioritura e per l’altezza degli steli che varia dai 40 cm al metro e passa.

Galleria foto Zampe di canguro – Anigozanthos

Il meglio di Casaegiardino.it

Ricevi gratuitamente la newsletter con le migliori guide ed articoli esclusivi.

Commenti: Vedi tutto

Lascia una risposta