Abbinamenti tra piante profumate: mini guida

Come si possono abbinare tra loro le piante profumate ed aromatiche? Di seguito ti offriamo una piccola mini guida per non sbagliare. 

Abbinamenti tra piante profumate mini guida 1

Un giardino o un terrazzo non possono dirsi completi senza la giusta quantità di piante profumate ed aromatiche. Si tratta di piantine che non solo abbelliscono l’ambiente ma lo rendono più invitante per via dei loro odori. Se consideriamo le piante aromatiche poi, queste potranno essere utilizzate comodamente anche in cucina.

Se disponi di uno spazio piuttosto ridotto, però, dovrai fare attenzione alle piante che abbinerai le une con le altre. Ciò ti permetterà di evitare mix tra piante diverse tra loro olfattivamente parlando. In questo modo, non avrai profumi che si sovrapporranno tra di loro.


Leggi anche: Piante aromatiche coltivazione

Un’attento abbinamento tra piante ti permetterà anche di evitare che le piante fioriscano tutte insieme oppure che foglie troppo invadenti, possano ostacolare fioriture delicate. Queste ultime, potrebbero risultarne svantaggiate anche dal punto di vista del profumo sprigionato. In caso di abbinamenti sbagliati, dunque, alcune piante potrebbero essere sopraffatte da altre oppure alterate, con spiacevoli combinazioni di odori.

Di seguito, ti forniamo una piccola guida che ti permetterà di abbinare al meglio sia le piante profumate per eccellenza che quelle aromatiche.

Abbinamenti tra piante profumate mini guida 4

Abbinamenti tra piante profumate

Abbinamenti tra piante profumate mini guida 3

Per poter abbinare tra loro, o comunque far coesistere insieme, due o più piante profumate tra di loro, potrebbe essere utile raggruppare i vegetali in aree separate tra loro, sulla base dei profumi che sprigionano.

Ad esempio, potresti collocare vicine tra di loro tutte le piante che sprigionano note agrumate: limoni, Citrus in generale ma anche le foglie di specie come la Monarda, per lo più erbacee. Ad essi si aggiungono i pelargoni odorosi e l’erba limoncina. E ancora, posseggono note agrumate anche i fiori prodotti da arbusti quali filadelfo nonché di varie bulbose, tra cui spiccano gigli e fresie.


Potrebbe interessarti: Come attirare le lucciole nel giardino con le piante: idee e consigli

La linea guida da seguire, dunque, dovrebbe essere quella di collegare le categorie diverse, ad un ceppo olfattivo uguale. In questo modo, potrai creare nel tuo giardino o balcone degli angolini dedicati a profumazioni particolari. Le piante più profumate potranno essere collocate vicino gli ingressi, i davanzali o comunque nelle zone dove il passaggio è frequente. Questo accorgimento perché, ogni qual volta le foglie dovessero essere accarezzate o sfiorate a brezza potrà sprigionarsi con più facilità. Ciò che otterrai sarà un’azione quasi rivitalizzante.

Un altro modo per raggruppare piante profumate diverse tra loro, è quello di creare una collezione romantica. L’obiettivo sarà quello di associare tra loro specie che ricordano tempi andati: violette, lillà, rose, mughetti ma anche iris e ciclamini. Queste piante odorose si integrano perfettamente anche in giardini e terrazzi già avviati. 


Hai problemi con le piante? Iscriviti al gruppo

Su un terrazzo luminoso, ad esempio, potrai inserire piante odorose che crescono perfettamente in vaso. Oltre a quelle elencate più su, potrai mettere: Gardenie, Bouvardie, Stephanotis floribunda e Hoya carnose. Per profumazioni calde e sensuali abbina insieme al lilium con la Brugmansia in varietà e il Jasminum.

Abbinamenti tra piante aromatiche

Abbinamenti tra piante profumate mini guida 2

Nel tuo giardino o sul tuo terrazzo non dovrebbero mai mancare le piantine aromatiche utili non solo a profumare ma anche in cucina. Se vuoi metterne diverse le consociazioni non dovrebbero preoccuparti più di tanto. Qualche piccolo accorgimento, però, dovrebbe essere preso.

Se vuoi inserire la menta, ricordati che si tratta di una pianta piuttosto invadente. Con le sue radici, infatti, può arrivare a colonizzare molto spazio. Per questo motivo, non dovrebbe essere messa in vaso con altre piante ma da sola.

Attenzione anche al ciclo colturale di ciascuna pianta aromatica. Alcune, infatti, sono annuali e, quindi, dovrebbero essere seminate ogni anno. A questa categoria appartengono il prezzemolo ed il basilico. Altre, invece, sono perenni. A quest’altra categoria appartengono: salvia, timo, maggiorana, rosmarino, origano. Grazie a queste due suddivisioni, sarebbe meglio inserire in un vaso le perenni ed in un altro le annuali.

Ricorda che, alcune piante aromatiche, hanno anche un alto valore ornamentale. Se il tuo obbiettivo è quello di ottenere una composizione bella da vedere e anche molto profumata, continua a leggere. Pensa alla salvia oppure al timo nano. Puoi realizzare, in un’unica fioriera, una composizione decorativa molto interessante. Ti basterà associare tra loro, ad esempio, del basilico a foglie rosse, dell’origano e del timo.

Se vuoi ottenere una composizione ricca di vegetazione allora potrai sistemare il basilico rosso con la menta mojito che ha foglie più strette. Queste composizioni si possono realizzare anche in vaso, nel caso in cui disponessi di piante recise che vorresti usare per profumare la tua cucina e poi usare per insaporire le tue ricette.

Abbinamenti tra piante profumate: mini guida – foto e immagini

Ora che gli abbinamenti tra le piante profumate non hanno più segreti per te, non ti resta che dare ancora un’occhiata alla nostra galleria di immagini che abbiamo selezionato per te.

Rita Paola Maietta
  • Giornalista Pubblicista dal 2010
  • Laurea Magistrale in Scienze della Comunicazione
  • Master in Comunicazione, specializzazione in Design, Arredamento, Lifestyle
Suggerisci una modifica