Tecnica delle murrine pasta sintetica


Cos’è la murrina? Cosa serve  e come si esegue la tecnica delle murrine con la pasta sintetica?

murrina

Cos’è la murrina

Con il termine Murrina si identificavano vasi e ciotole in vetro mosaico che i Romani facevano usando sezioni di canna che presentavano al loro interno, per tutta la lunghezza, disegni astratti o anche figurativi come volti, fiori e animali.

La lavorazione attuale avviene in forni con crogioli in cui si passa il vetro allo stato liquidi.

murrine

Murrina con pasta sintetica

Per realizzazioni fai da te casalinghe ci rivolgiamo invece a pasta sintetica al posto del vetro.

La pasta sintetica è un ottimo materiale decorativo molto utilizzato per la creazione di oggetti, ma soprattutto di elementi di bigiotteria, perchè permette di realizzare bellissimi ciondoli, orecchini e bracciali colorati e divertenti.

Per realizzare gioielli fai da te con la pasta sintetica si deve iniziare con la cosiddetta tecnica delle murrine che può evolversi da schemi basilari per principianti a vere e proprie opere d’arte per chi è più pratico ed ha acquisito maggiore manualità.

tecnica murrina pasta sintetica

Tecnica delle murrine per principianti

La tecnica basilare prevede come materiale occorrente della pasta sintetica di tre diversi colori:

  1. realizzare una strisciolina cilindrica con un colore ed altre 5 con un altro;
  2. disporre i 5 cilindri intorno all’altro come a formare un fiore;
  3. stendere la pasta sintetica del terzo colore e con questa avvolgere il fiore creato;
  4. sfregare quindi con le mani facendo aderire bene la composizione creata;
  5. tagliando a fettine questo nuovo cilindro si otterranno tanti piccoli bottoni con cui creare ciondoli, orecchini e bracciali.

Da questa tecnica si può spaziare a seconda della propria fantasia, ad esempio creando cinque cilindri in questo modo ed unendoli in un nuovo fiore colorato.

Foto via handmadespark.com



Il meglio di Casaegiardino.it

Ricevi gratuitamente la newsletter con le migliori guide ed articoli esclusivi.

Commenti: Vedi tutto

Lascia una risposta