Perché a Natale si decora l’albero?


La tradizione dell’albero di Natale.

A Natale è tradizione decorare e addobbare un albero, l’abete, con luci, decori, palline di vari colori che portano aria di festa alla nostra casa.
Perché esiste questa usanza? Come è nata l’idea di decorare l’albero di Natale? Chi è stato l’inventore?

Esistono diverse versioni relative alla tradizione dell’albero di Natale: secondo quella cristiana San Bonifacio, che per spiegare ai druidi che la quercia non era sacra, ne fece abbattere una.
Cadendo questo grosso albero schiacciò tutto ciò che gli era intorno tranne un piccolo abete: San Bonifacio lo vide come un miracolo e chiamò quell’abete Albero di Gesù Bambino.
Fu così che da allora vennero utilizzati piccoli abeti a Natale decorati con piccole rose, mele e oggetti dorati.
Molti secoli dopo Martin Lutero, tornando a casa di notte durante l’inverno, vide che belli erano gli alberi illuminati dalle stelle e così inaugurò la tradizione delle lucine che a quell’epoca erano delle piccole candele accese fissate ai rami.

Un’altra versione sostiene che l’utilizzo dell’albero di Natale avvenne a Riga, dove c’è anche una targhetta che la ricorda come la città del primo albero di Natale: in questa città era tradizione che a Natale si addobbasse la città con degli alberi da frutto rappresentanti il Paradiso.
Questi alberi vennero poi sostituiti da abeti considerati miracolosi perché sempreverdi; questa versione poi richiama la storia di Martin Lutero per quanto riguarda le lucine.

Infine una leggenda racconta che delle fate durante una bufera di neve si ripararono sotto un abete ed iniziarono a parlare con lui: questo gli raccontò che la sua vita era molto triste e per farlo sorridere un po’ decisero di addobbarlo.
Era la notte di Natale e da lì nacque questa tradizione.

Foto via christmaswow.com

CasaeGiardino
  • Redattore specializzato in Casa e Giardinaggio
  • Scrittore e Blogger
Google News
Il meglio di Casaegiardino.it

Ricevi gratuitamente la newsletter con le migliori guide ed articoli esclusivi.

Commenti: Vedi tutto

Lascia una risposta