Il calendario dell’avvento: origini e tradizione

Origini del Calendario dell’Avvento.

Il Calendario dell’Avvento ha origini antichissime nel Nord Europa dove per segnare i 24 giorni che mancavano al Natale si accendeva ogni giorno una candela.
Diffondendosi poi in tutta Europa a partire dalla fine del secolo scorso, oggi viene molto utilizzato anche in Italia assumendo caratteristiche differenti: il Calendario dell’Avvento è costituito da un supporto decorato con 24 caselle che vanno aperte una al giorno a partire dal 1 Dicembre.

Queste caselle possono contenere cioccolatini, caramelle, dolcetti, pensierini o piccole sorprese: solitamente viene fatto per i bambini che lo adorano, ma è molto utilizzato anche dalle giovani coppie che lo realizzano per il proprio o per la propria partner per aspettare con più gusto il Natale.

Generalmente in commercio si trovano tantissimi modelli già pronti di Calendario dell’Avvento, da riempire o solo da regalare: senza dubbio però si perde il gusto e non c’è nulla che regga il confronto di un Calendario dell’Avvento originale e realizzato con le proprie mani.

Con un po’ di creatività possiamo realizzare dei Calendari dell’Avvento bellissimi e allo stesso tempo semplici da fare: si possono utilizzare, a seconda della propria manualità e del tempo a disposizione, materiali più complessi oppure oggetti che già abbiamo in casa, come bicchieri di plastica.

E voi come farete il vostro Calendario dell’Avvento?

Foto via new-age.co.uk