Dipingere con rullo: trucchi e consigli


pingere con rulli


Decorare le pareti di casa con una tinteggiatura non è così difficile come sembra: ad aiutarvi nella tinteggiatura delle pareti ci pensano i rulli.
Il loro utilizzo ha facilitato la vita a molti professionisti del settore e, non da meno, ha contribuito a chiunque di tinteggiare casa propria in pochi e semplici gesti.
Grazie a differenti tipologie di rulli, potremo donare alle nostre pareti fantasie e stili differenti.


Tipi di rulli per tinteggiare

Il mercato offre differenti tipi di rulli, vediamo i principali

  • classico
  • a nido d’ape
  • scamosciati
  • increspati
  • con frange

Ognuno offre uno stile diverso alla vostra “pennellata” creando fantasie differenti sul muro e, proprio per questo, dovranno essere scelti e usati con cura.


Leggi anche: Decorazioni pareti

Come usare il rullo per tinteggiare

Ora vedremo come usare il nostro rullo per tinteggiare casa: consigli, trucchi e tecniche per dipingere le pareti di casa evitando gli errori più comuni come le aree più chiare o più scure, le striature e tutti quegli errori che possono essere fatti durante la tinteggiatura con rullo.

Acquistare attrezzatura professionale

Il primo pensiero quando si vuol tinteggiare casa è “Come posso risparmiare per tinteggiare le pareti?”, e così si corre in ferramenta a comprare il minimo indispensabile per tinteggiare, il tutto rigorosamente puntando ai prodotti più economici.
Errore: con un investimento leggermente superiore risparmierete almeno il 50% del tempo per realizzare la tinteggiatura e, sopratutto, il risultato sarà decisamente migliore e più duraturo facendovi risparmiare molto di più.

Delimitare i contorni con il pennello

Il primo passo è quello di tinteggiare gli angoli vicino al soffitto, gli angoli interni e gli angoli nella parte inferiore della parete: il rullo non permette una precisione millimetrica, per questo delimitiamo l’area di lavoro del rullo tracciando i contorni della parete.

Tecnica per tinteggiare con il rullo

tinteggiare-con-rullo-tecnica

A questo punto dovremo tinteggiare in modo anche non molto preciso il centro della parete: partendo dal basso e mantenendo circa una spanna  (15/20cm) sopra il limite inferiore saliamo in verticale verso il soffitto arrivando sempre ad una distanza di circa una spanna.
A questo punto scendiamo leggermente in diagonale per poi ripetere l’operazione su tutta la parete: in questa fase non badiamo troppo alle imperfezioni, verranno sistemate dopo.
Uno dei trucchi più importanti è lavorare sempre sulla vernice fresca: programmiamo le passate del rullo in modo, questo per evitare di passare con lo strumento su zone dove la vernice è già asciutta, errore che comprometterebbe il nostro lavoro.

Ora è giunto il momento di definire con cura il nostro lavoro: ripassiamo le aree tinteggiate senza ricaricare di vernice il nostro rullo.

rullo-angoli

Questa volta dovremo applicare una pressione maggiore per stendere la vernice in eccesso e coprire le zone rimaste non tinteggiare fino ad arrivare a coprire la spennellata eseguita con il classico pennello per delimitare i contorni

Come pulire il rullo

Prima di lavare il rullo raschiamo la vernice in eccesso dal rullo: effettuiamo questa operazione con una spatola o, meglio ancora, con uno strumento con taglio semicircolare.
Ora passiamo il rullo sotto l’acqua calda e, con l’aiuto del detersivo, ripuliamo accuratamente tutto il rullo fino a quando l’acqua non sarà pulita e priva di residui di vernice.

Video come Dipingere le pareti

Decorare
  • Redattore specializzato in Casa e Giardinaggio
  • Scrittore e Blogger
Google News

Commenti: Vedi tutto

Lascia una risposta