Come riciclare le lampadine vecchie


Dove posso riciclare le lampadine vecchie? Dove vanno buttate le lampadine a basso consumo?Dove trovo il centro di raccolta più vicino? Cosa sono i rifiuti RAEE?
come riciclare lampadine

Chi l’ha detto che solo carta, plastica e vetro possono essere riciclati? Tra i tanti materiali che possono trovare nuova vita, oltre a quelli citati, troviamo anche tantissimi oggetti tecnologici, oggetti al termine del loro ciclo di vita funzionale chiamati RAEE (Rifiuti di Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche) e tra questi le lampadine elettriche fulminate o rotte e non solo quelle col filo a incandescenza, fluorescenti o neon, ma anche le ultime a led.

come riciclare lampadine piante


Prodotti elettrici ed elettronici riciclabili

  • elettrodomestici grandi (come lavastoviglie, frigoriferi, congelatori, lavatrici)
  • apparecchiature di consumo (come radio, fotocamere, televisori e videocamere)
  • elettrodomestici piccoli (come asciugacapelli, piastre e aspirapolvere)
  • apparecchiature informatiche e per le telecomunicazioni (come cellulari, computer e calcolatrici)
  • apparecchiature di illuminazione (come tubi fluorescenti e sorgenti luminose in genere)
  • apparecchiature e giocattoli per lo sport e il tempo libero (come consolle e videogiochi)
  • dispositivi medici non impiantati ed infettati (come strumenti per misurare la pressione)
  • strumenti di controllo e monitoraggio (come termostati)

E così per rispettare l’ambiente ed evitare di finire sommersi dai nostri rifiuti quotidiani o, peggio ancora, finire intossicati dai materiali gettati nell’indifferenziato, ecco come riciclare le lampadine vecchie, fulminate o esauste.

come riciclare lampadine piante

Ovviamente non essendo smontabili, non potremo essere di certo noi a smontarle per dividere i materiali con cui sono state costruite (plastica, metallo, vetro …): tutte le aziende che producono lampadine, grazie al decreti 49 del 2014, sono obbligate a garantire il trattamento adeguato per lo smaltimento e il riciclo di questi prodotti, trattamento che si svolge in appositi centri di recupero.

Non molti sanno infatti che grazie al RAEE, è possibile recuperare il 97% dei materiali con cui sono costruite, evitando così all’ambiente di ricevere materiali pericolosi come il mercurio, prodotto diffusissimo nelle apparecchiature elettroniche.

volantino RAEE
foto via liceomajorana.gov.it

Come riciclare lampadine a basso consumo e le lampadine normali

  1. Il primo passo è quello di dividere le lampadine normali da quelle a basso consumo: oltre a usare una tecnologica completamente differente, il loro smaltimento avviene in modo differenziato e per questo è obbligatorio dividere per tipologia facilitando così il loro riciclo.
  2. E’ possibile smaltire lampadine led, tubi fluorescenti, lampade a fluorescenza, lampade a scarica ad alta intensità, lampade a vapori di sodio.
  3. Una volta separate una dalla altre dovremo valutare il punto di raccolta: ogni comune offre ai propri cittadini dei punti di raccolta gratuito, chiamate anche isole ecologiche, dove portare tutto il materiale riciclabile (come le lampadine) o, in alternativa, è necessario recarsi presso il centro privato di raccolta più vicino (potete chiedere informazioni anche nei negozi di prodotti elettronici)
  4. Per maggiori informazioni e per valutare il centro più vicino a casa vostra, consultate il sito www.cdcraee.it, sito ufficiale del centro di coordinamento RAEE, dove trovare i centri di raccolta comunali divisi per zona.
  5. Il centro RAEE non può smaltire le lampade alogene o ad incandescenza.

riciclare lampadine fiori

Fai da te: riciclo creativo delle lampadine

Se invece volete trasformare le vostre lampadine in oggetti d’arredamento, ecco una serie di guide utili per riciclo creativo di lampadine:

Video come riparare e riutilizzare lampade led



Il meglio di Casaegiardino.it

Ricevi gratuitamente la newsletter con le migliori guide ed articoli esclusivi.

Commenti: Vedi tutto

Lascia una risposta