Come riciclare la cenere del camino


Come riciclare la cenere? Come utilizzare la cenere del camino per pulire oggetti e i vetri della casa? Come sbiancare ed igienizzare la biancheria anche più delicata? Come concimare con la cenere le piante d’appartamento, da giardino e dell’orto e quanta utilizzarne al metro quadrato? Come utilizzare la cenere anche come rimedio naturale contro lumache e limacce?

cenere-camino-riciclare

Avete un camino in casa e tutte le mattine prima di accenderlo dovete ripulirlo? Per voi qualche suggerimento per riciclare la cenere!

Cenere-camino-usi

Un camino in casa è tutto ciò che di più coccoloso e caldo si possa desiderare; scenario perfetto per un tete a tete, ottima compagnia per una serata tra amici insomma i presupposti per avere un’ atmosfera, da serie A , in casa ci sono tutti! Ma c’ è anche il lato dolente, se così lo vogliamo “nominare”: va pulito tutti i giorni dalla cenere. Si è vero che in commercio si trovano bidoni atti proprio ad aspirarla, ma comunque il problema di poi gettarla rimane.
Ci sono però diversi modi per utilizzarla; parliamo del “ riciclo” della cenere!

Cenere-legna-riciclo


Cosa fare con la cenere?

Chi avrebbe mai detto che la cenere è ottima per pulire, lucidare, levigare e persino fertilizzare? Ebbene si, ha davvero diverse armi segrete che giocano a suo favore.

Cenere per lucidare e rimuovere lo sporco

pentole lucidate

Prendete della cenere, raffinatela al setaccio ed aggiungete tanta acqua fino ad ottenere una consistenza abbastanza densa; questo composto si chiama liscia ed è perfetta per lucidare pentole annerite, vetri macchiati e rimuovere sporco ostinato!

Cenere.rimedio-contro-lumache

Concimare con la cenere

fertilizzante piante

Se avete un composit in giardino, aggiungendo della cenere, aggiungerete alla terra una ricchezza di ulteriori proprietà nutritive.

L’uso di utilizzare la cenere del camino come fertilizzante naturale o biologico ha origini antichissime e tale pratica viene ancora oggi sfruttata non solo per arricchire il terreno di coltura di potassio (K), fosforo (P), Magnesio (Mg), calcio (Ca), ma anche per correggere il suo pH e renderlo così adatto alla coltivazione di tutte le piante acidofile e basofile. L’unico difetto della cenere è che non contiene azoto ma a tutto c’è rimedio: basta aggiungerne un po’ al al momento dell’utilizzo.

Cenere-legna

Quale cenere utilizzare?

La cenere da sempre impiegata come concime biologico è ovviamente quella che deriva dalla combustione di legna allo stato naturale naturale, non trattata con impregnanti e nè verniciata. Ottima anche quella del barbecue che deriva dalla combustione del carbone e quella della bruciatura dei residui della potatura.

Quanta cenere usare come fertilizzante delle piante

Il quantitativo di cenere varia in base all’estensione della superficie da trattare, al numero di piante e alle loro esigenze nutritive. In generale per siepi, bordure, alberi e colture dell’orto, occorrono 50 grammi di cenere per ogni metro quadrato. la cenere va distribuita in maniera uniforme  in modo da coprire l’intera area e nel caso di alberi la zona d’ombra della chioma.

Cenere-concime-naturale

Come utilizzare la cenere per allontanare le lumache dall’orto e dal giardino

La cenere è anche un ottimo rimedio naturale anche contro le lumache e le limacce.

Ecco cosa fare per tenerle lontano dai teneri germogli delle piante ornamentali come primula, viola del pensiero, dalle erbe aromatiche tipo salvia e basilico e dalle verdure a foglia larga come lattuga, indivia, germogli di fave, piselli e legumi in genere senza far ricorso a trappole meccaniche o lumachicidi in forma granulare.

Per prima cosa setacciate la cenere per eliminare eventuali pezzi di carbone e poi distribuitela intorno al colletto delle piante in uno strato spesso circa 2 cm e largo 10- 15 cm.  Se si tratta di colture ortive o di aiuole lo strato di cenere deve essere continuo e ovviamente il terreno deve essere completamente asciutto.

Per una maggiore efficacia si consiglia di annaffiare le piante utilizzando l’irrigazione a goccia. Si ricorda che questo rimedio perde la sua efficacia in caso di pioggia e che va quindi rinnovato.

Cenere come igienizzante e sbiancante della biancheria

sbiancare vestiti

Rimedio delle nonne e quindi sicuramente valido è quello di usare la cenere sotto forma di lisciva per donare una nuova brillantezza ai vostri vestiti.

Il bianco nel tempo tende ad ingiallire, si sa, ma usando la cenere riuscirete a sbiancare ed igienizzare i tessuti in un solo colpo ed è perfetta anche in lavatrice. La lisciva si prepara facilmente è economica ed ecologica e in più le lenzuola e gli indumenti saranno di un bianco  candore e perfettamente igienizzati.

Galleria foto cenere



Il meglio di Casaegiardino.it

Ricevi gratuitamente la newsletter con le migliori guide ed articoli esclusivi.

Commenti: Vedi tutto

Lascia una risposta