Come fare uno scacciapensieri fai da te


È arrivato il momento di decorare casa? Avete voglia di impiegare il vostro tempo per incredibili elementi home made? Lo scacciapensieri è un oggetto ornamentale davvero particolare e, soprattutto, facile da fare; ecco come crearne uno fai da te in poche semplici mosse.

Come-fare-uno-scacciapensieri-fai-da-te-00


Se fossimo Cheyenne avremmo tutti un acchiappasogni all’entrata della nostra tenda ma, visto che siamo solo gente, possiamo accontentarci di imitare questa antica tradizione creandone uno da appendere sopra il nostro letto anche nella variante dello scacciapensieri. Esistono infatti veramente tantissime versioni di quest’oggetto decorativo capace, secondo le vecchie leggende, di portar via brutti sogni e cattivi pensieri.

Dalle sembianze di un simpatico sonaglio, lo scacciapensieri è davvero molto facile da creare con la tecnica del fai da te. Basterà conservare qualche possibile oggetto di recupero e agire con forbici e colla. Stiamo parlando, tra l’altro, di un lavoretto che può diventare poi un bellissimo hobby e potrete anche provare a vendere le vostre produzioni per guadagnarci qualcosa. Ecco tutte le istruzioni per procedere nel modo più corretto e dare vita a una creazione originale e unica.


Leggi anche: Scacciapensieri con il feltro

Come-fare-uno-scacciapensieri-fai-da-te-09


Il materiale

Per iniziare servirà ovviamente procurarsi tutto il materiale necessario. Oltre a oggetti di recupero come vasetti dello yogurt o vecchi vasetti di coccio serviranno altri elementi di facile reperibilità. Cominciamo chiaramente dalle forbici e/o un seghetto e dalla colla (meglio se quella più resistente e, perché no, anche la vinilica) per poi passare allo spago e al filo di nylon.

Ricordate anche dei pennelli per pitturare, se ne avete voglia, e – ovviamente – vernici e colori acrilici. Potrete rendere lo scacciapensieri, in questo modo, ancora più unico e personale. Inoltre in base al vostro gusto potrete scegliere nastrini di tessuti diversi o piume per una versione silenziosa oppure altri oggetti decorativi in grado di creare un dolce tintinnio.

Tra questi, per esempio, anche le conchiglie raccolte sulla spiaggia. Ed è proprio sulla spiaggia che potete trovare anche le asticelle di legno per mantenere il tutto e dare origine alla base da appendere successivamente ovunque voi vogliate.

Come-fare-uno-scacciapensieri-fai-da-te-02

Il procedimento

Dopo esservi procurati la base, che sia di legno o di metallo, potete ricoprirla con un nastro particolare e/o dipingerla per poi forarla. Allo stesso modo dovranno essere forati i vasetti così da poter essere legati insieme con lo spago. All’interno dei vasetti andranno poi inserite le canne sonore per andare a formare il sonaglio.

Se volete creare questa parte con le conchiglie dovrete forare ovviamente anche queste (se non hanno già il loro tradizionale buchino) per far passare il filo. Per fissare bene il tutto fate poi dei nodi. Ovviamente ogni parte dello scacciapensieri può essere dipinta e decorata con fiorellini e così via. Per non far scolorire la vernice è poi consigliabile pitturare una passata in più di tinte trasparenti come copertura. Infine servirà un ultimo pezzo di spago per appendere lo scacciapensieri dove più preferite.

Come-fare-uno-scacciapensieri-fai-da-te-03

La disposizione

Dopo aver creato un originalissimo scacciapensieri non vi resterà che appenderlo. Esistono diverse incredibili postazioni dove poterlo disporre. Iniziamo dalla più classica: sopra il letto. A pochi centimetri dalla testiera di quest’ultimo, tale oggetto farà la sua bella figura. Non a caso elementi simili sono utilizzati anche per le culle dei bambini piccoli perché aiutano a calmarli. Se ci impegniamo, può fare lo stesso effetto anche su di noi.

All’entrata, in qualche posto particolare tipo sotto un arco, oppure appeso alla porta, lo scacciapensieri può risultare una decorazione davvero splendida. È infatti proprio questo il posto in cui si trovano questi oggetti nei luoghi pubblici come quei piccoli e interessanti negozietti di vestiti o gioielli. Ovviamente i posti in cui mettere quest’oggetto possono essere tantissimi se si usa la fantasia. Una regola precisa non c’è e potrete così affidarvi anche semplicemente al vostro gusto.

Come-fare-uno-scacciapensieri-fai-da-te-07

Lo scacciapensieri in giardino

Uno scacciapensieri può essere creato anche con oggetti di recupero che non vi aspettereste mai. Basterà legare a un’asticella qualcosa di rotto o qualcosa che non usate più. Tra i possibili elementi da poter utilizzare troviamo pezzi di vetro, magari ricavati da uno specchio rotto – anche se bisogna ricordarsi di fare molta attenzione a non ferirsi –.

Anche delle posate non più utili o delle vecchie chiavi che non servono più possono provvedere a farvi riuscire nello scopo e daranno vita a quel suono dolce e tranquillo perfetto per rilassarsi quando tira un po’ di venticello. Anche per questo motivo questo tipo di scacciapensieri è perfetto per il giardino.

Come-fare-uno-scacciapensieri-fai-da-te-05

La manutenzione

Se maneggiato con cura, come tutte le cose anche uno scacciapensieri può durare per anni. Ricordate anche di pulirlo di tanto in tanto. Essendo un oggetto lasciato sempre in esposizione sicuramente catturerà molta polvere quindi una delicata passata con un panno pulente in tessuto potrebbe essere l’ideale per non far sì che sia vittima di ragnatele e cose varie.

Come-fare-uno-scacciapensieri-fai-da-te-06

Come fare uno scacciapensieri fai da te immagini

Gaia Giovannone

Commenti: Vedi tutto